L’Italia festeggia il ritorno al 1800 quando Napoleone comandava in Italia con governi fantoccio

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Giancarlo ha detto:

    Concordo con quanto esposto nell’articolo.
    n Italia in soliti imbecilli hanno festeggiato non si sa quale liberazione. Altro che festeggiare c’è da piangere. Siamo finiti dritti dritti nelle mani dei nostri soliti “amici” ed “alleati” pronti a far terra di conquista del nostro Paese. Come avvenuto troppe volte nella storia.
    Siamo in mano ai tecnocrati, agli economisti, alle lobby economico-finanziarie franco-tedesche, a coloro che ci hanno costretto ad accettare l’Euro con un cambio capestro e poi ci hanno anche obbligato a dichiararci felici ed entusiasti.
    Altre Nazioni europee, quelli sì Paesi Civili e Democratici, hanno proposto ai propri cittadini un referendum mediante il quale poter dire se volevano oppure no la moneta unica. Ebbene in ogni Paese in cui i citatdini hanno potuto esprimersi a tal proposito, la risposta del Popolo è sempre stata una. Una soltanto. Univoca, chiarissima. Senza SE e senza MA. Tenetevela la VOSTRA moneta unica.
    Chiedete agli Svedesi, solo per nominare qualcuno, che cosa ne pensano dell’Euro. Nonostante facciano parte dell’Unione Europea si sono tenuti ben stretta la loro Corona.
    Ora i “Signori dell’Euro” hanno deciso che in Italia la Democrazia non serve. Le libere lezioni non servono. Siamo una massa di ritardati mentali e minorenni che non possono e non devono recarsi alle urne per votare. Permettere agli Italiani di scegliersi un altro Governo. O di Centrosinistra o di Centrodestra? Giammai. Assolutamente no! Ci pensano loro a governarci ed ad imporci chissà quali sacrifici.
    E la Sinistra che tanto ha sbandierato la lotta contro il Tiranno che fa? Persino applaude, invece di dire al “Monarca del Quirinale” (che, è sempre bene ricordarlo, ha più poteri della Regina d’Inghilterra, o dei sovrani di Svezia e Danimarca) di sciogliere il Parlamento e permettere al Popolo, che in base alla nostra Costituzione E’ SOVRANO, di decidere liberamente il proprio futuro nell’unico e solo modo possibile in una Democrazia; con il VOTO.
    Per mesi abbiamo visto solerti difensori della nostra Carta Costituzionale scendere in piazza per difenderla contro gli attacchi del Tiranno di Arcore.
    Ebbene dove sono adesso? Possibile che nessuno protesta e si indigna di fronte a questo scippo dei Diritti dei Cittadini?

    Altro che festeggiamenti. La lunga notte della Democrazia in Italia continua!
    I Gioverni Tecnici non sono eletti dai cittadini. Ed i Govenri NON eletti dai cittadini, dal Popolo NON POSSONO DEFINIRSI DEMOCRATICI.

  2. Lucia ha detto:

    Monti non sapeva? Secondo me sapeva benissimo a cosa andavamo incontro, ma noi itaiani abbiamo il complesso di inferiorità e ci attacchiamo sempre alla coda più lunga salvo poi lasciarci frustare dalla stessa. Per quanto riguarda i cittadini , ovviamente non si sono chiesti da dove viene Monti e cosa abbia mai fatto, poichè come ben sappiamo in Italia vige un proverbio a cui tutti tengono fede: “occhio non vede cuore non duole”, andiamo avanti così da decenni ma prima o poi arriveremo all’ “infarto.

  3. MARIO ha detto:

    Credo che adesso, finita la baraonda Italia I francesini si debbano curare qualche mal di testa perchè adesso iniziano a guardare nelle loror casse come sono i conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *