Potenziamento dei Vigili del Fuoco, Abbruzzese incontra i sindacalisti della Cisl

10 novembre 2011 0 Di redazione

Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, questa mattina, presso la sede di via della Pisana a Roma, ha ricevuto una delegazione composta da esponenti della Cisl di Frosinone e dei Vigili del Fuoco. All’appuntamento erano presenti il segretario provinciale del sindacato Pietro Maceroni, il segretario organizzativo Enrico Coppotelli e Giuseppe Simeoli, segretario della Cisl Vigili del Fuoco e rappresentante della Fns (Federazione Nazionale Sicurezza).
Al centro dell’incontro la richiesta al presidente dell’Assemblea regionale di mettere in campo tutte quelle iniziative utili a rafforzare la presenza del 115 su tutto il territorio della provincia di Frosinone.
“Ho raccolto le richieste dei rappresentanti sindacali – ha riferito Abbruzzese al termine dell’incontro – preoccupati dalla paventata decisione della Regione Lazio di voler mantenere aperti, solo nei tre mesi estivi, i distaccamenti del 115 di Arce e Alatri. Dobbiamo evitare che questo accada perché le due strutture di soccorso, durante tutto l’anno, svolgono un rilevante servizio di copertura per migliaia di cittadini, per giunta su due comprensori distanti dalle sedi di Frosinone e Cassino”.
Durante la riunione con Abbruzzese, i rappresentanti sindacali hanno sottolineato anche l’esigenza di uno ‘svecchiamento’ del parco mezzi, non solo per i distaccamenti di Arce e Alatri, ma per tutte le sedi provinciali. Al momento i pompieri avrebbero bisogno di una Aps (autopompa serbatoio), in quanto ve ne sono solo quattro a disposizione di cinque squadre che prestano servizio per ogni turno su tutto il territorio.
“Questi uomini – ha tenuto a sottolineare Abbruzzese – svolgono un ruolo fondamentale per la salvaguardia di persone e beni, nel soccorso tecnico urgente di prevenzione incendi e da sempre si adoperano per garantire la sicurezza dei nostri cittadini. E’per questo che mi adopererò per sostenere le loro richieste, facendole inserire nel nuovo Accordo di Programma che sarà siglato alla Regione Lazio entro la fine di quest’anno”.