Scontro a fuoco e uccisione di un rapinatore nel 2001 ad Anagni, arrestato un complice

18 novembre 2011 0 Di redazione

I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Frosinone, a conclusione di una complessa e articolata attività investigativa che permesso di localizzare a Roma l’appartamento utilizzato per la latitanza, nella serata di ieri ha arrestato il pericoloso latitante Giuliano Antonucci.
L’uomo, già colpito da ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzione Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone il 20 luglio 2011 che ne aveva disposto la pena detentiva a 5 anni e la multa di 2mila euro per la tentata rapina del 2 novembre 2001 in danno del responsabile di due distributori di carburanti “ESSO” che si apprestava a versare la somma di 250 milioni di lire presso la banca del Credito Cooperativo di Anagni. Nella circostanza, uno dei due rapinatori perse la vita nel conflitto a fuoco con la guardia giurata in servizio presso l’istituto di credito, che si è accorto di quanto stava accadendo è intervenuto energicamente. All’epoca, il ruolo del predetto era quello di attendere i complici nella zona industriale di Anagni a bordo di un’altra autovettura al fine di assicurare la loro fuga.
Il 20 settembre 2011, lo stesso Ufficio Esecuzioni Penali ha emesso a carico di Antonucci, un nuovo ordine di carcerazione per pene concorrenti condannandolo ad espiare la pena di reclusione per complessivi 10 anni 7 mesi e 19 giorni nonché la multa di 42mila euro essendo stato ritenuto responsabile di “rapina, sequestro di persona, tentata rapina in concorso, ricettazione e reati in materia di sostanze stupefacenti”.