Sede Accademia, Iannarilli: “Assicuriamo sedi funzionali e procediamo per sede unica, ma il comune faccia chiarezza”

4 novembre 2011 0 Di admin

“In merito alle reiterate polemiche riguardanti la sede dell’Accedemia di Belle Arti di Frosinone, questione più che decennale, desidero precisare alcuni fatti: la nostra Amministrazione, accogliendo da subito le istanze del corpo docente e degli studenti, si è immediatamente attivata per risolvere il problema. Ne è conseguita l’immediata disposizione di una sede nuova a Frosinone, nella parte bassa della città, che ha sollevato i ragazzi e i docenti dal problema più grave che era costituito da una sede per i laboratori non a norma in viale Napoli e l’inizio di un iter difficile e complesso che comunque porteremo a termine per destinare lo stabile, sempre a Frosinone, in località Casaleno che da decenni era rimasto inutilizzato e che originariamente era destinato ad ospitare il Provveditorato agli studi. Si tratta, come è facilmente intuibile, di un grande sforzo che la Provincia di Frosinone sta sostenendo, perché lo stabile in questione, oltre a dover essere collaudato per ospitare un istituto scolastico, era sostanzialmente abbandonato da molto tempo. Nonostante ciò contiamo nel giro di qualche mese di cominciare a trasferire presso la sede del Casaleno gli uffici, la presidenza e forse i primi laboratori. Dunque il progetto di dotare l’Accademia di una sede unica e idonea è quanto stiamo portando avanti e con grande impegno. Intanto, sempre l’Accademia, occupa in tutto quattro sedi, che la Provincia di Frosinone sostiene e cura anche con costi che non sono indifferenti. Dunque mi pare di poter dire che l’impegno della Provincia di Frosinone e, in particolare, della nostra amministrazione per l’Accademia di Belle Arti sia da rispettare.

Detto questo, ci troviamo di fronte a un problema che purtroppo esula dalle nostre competenze e che, invece, investe il Comune di Frosinone. Il Comune fa parte quanto noi del Cda dell’Accademia, non fornisce sedi, non versa le quote annuali, non risolve la diatriba che si è venuta ad innescare con quanti a Frosinone vogliono mantenere l’Accademia nel Centro storico. Dunque sia chiaro: la Provincia di Frosinone assicura sedi idonee all’Accademia di Belle Arti, ha avviato a soluzione il problema decennale della sede unica (cosa che nessuno aveva mai fatto prima) e procede nel suo progetto. Il Comune di Frosinone faccia chiarezza una volta per tutte, perché se ha intenzione di fornire una sede nel Centro storico che sia idonea dobbiamo saperlo immediatamente, altrimenti procederemo come stiamo facendo ma non potranno esserci ripensamenti”.

E’ quanto dichiara il Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli.