Sul tetto di casa per oltre un’ora, aspirante suicida convinto a scendere dai carabinieri

25 novembre 2011 1 Di redazione

Il 26enne di Ferentino Francesco Terracciani, ieri pomeriggio è salito sul tetto dell’abitazione presa in affitto dai suoi familiari e ha minacciato di lanciarsi nel vuoto. Sul posto, in via Croce Tani, a Ferentino, si sono precipitati pattuglie dei carabinieri, vigili del fuoco e ambulanze del 118. Il comandante della stazione Cc di Ferentino, maresciallo Raffaele Alborino, è salito sul tetto a un’altezza di una ventina di metri e ha allacciato una lunga trattativa con il giovane che ha manifestato la sua delusione per quanto attanaglia la sua giovane vita. In primis gli studi universitari (prima medicina e poi infermieristica) interrotti anzitempo per ragioni economiche e altri particolari a lui ostici. Ha chiesto il sostegno delle istituzioni che il sottufficiale ha assicurato non gli farà mancare, pertanto lo ha convinto a tornare sui propri passi e a scendere dal tetto sul quale è rimasto per oltre un’ora con le gambe a penzoloni nel vuoto. Si sono vissuti momenti di ansia e terrore.
Aldo Affinati