Giorno: 3 dicembre 2011

3 dicembre 2011 0

Il padre è senza patente e fa guidare l’auto al figlio di due anni. Genitore denunciato dai carabinieri

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Hanno fermato un’auto e al volante hanno trovato un bimbo di appena due anni. E’ accaduto a Pescara dove un uomo a cui i carabinieri avevano già sequestrato la patente di guida, per potersi muovere, ha pensato di mettere al volante il proprio figlio che definire minorenne è decisamente poco. Il bimbo aveva meno di tre anni e a mala pena raggiungeva i comandi per guidare. Il padre, ai carabinieri che hanno fermato il mezzo perché non vedevano chi fosse alla guida, si sarebbe mostrato sorpreso di fronte allo stupore dei militari e non è scampato ad una sonora multa oltre che alla denuncia per incauto affidamento e guida senza patente.

3 dicembre 2011 0

Controlli antidroga, i carabinieri di Cassino arrestano un campano con 20 grammi di cocaina

Di redazione

Il continuo contro sulle strade dei carabinieri della compagnia di Cassino per arginare il fenomeno dello spaccio di cocaina in città ha permesso, questa sera, di arrestare un giovane campano che stava per entrare a Cassino con circa 20 grammi dio cocaina già divisa in dosi. Gli uomini della radiomobile comandata dal tenente Esposito e coordinati dal capitano Grimaldi lo hanno fermato in prossimità del casello autostradale di Cassino e, dopo aver ritrovato e sequestrato lo stupefacente, lo hanno tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di droga. Er. Amedei

3 dicembre 2011 0

Si schianta contro un ulivo, ex sindaco di Filetto rischia di perdere un occhio

Di redazione

Ha accusato un malore e si è schiantato con la sua auto contro un albero di ulivo. Sfortunato protagonista dell’incidente che si è verificato ieri mattina in via San Leonardo a Guardiagrele è Giovanni Di Rado 86 anni ex sindaco di Filetto. La sua utilitaria, uscita di strada, si è schiantata conto un albero di ulivo. Immediatamente soccorsa da un’ambulanza della Croce Rossa in servizio 118 al pronto soccorso di Guardiagrele, le condizioni dell’uomo sono sembrate gravi ed è stato chiesto l’intervento di una eliambulanza con cui è stato trasportato a Pescara. Rischia di perdere un occhio.

3 dicembre 2011 0

La Storia di Santa Barbara, patrona della Marina militare

Di redazione

Domani 4 dicembre verrà festeggiata santa barbara patrona della marina militare: nacque nel III secolo d.c. in Asia minore, in quella che è l’attuale Izmit, porto della Turchia, a quei tempi Nicomedia, per poi trasferirsi a Scandriglia, in provincia di Rieti. La leggenda racconta che suo padre Dioscuro, di religione pagana, l’avesse rinchiusa in una torre per proteggerla dai suoi pretendenti, provvedendo a costruire, altresì delle terme private per evitare che utilizzasse quelle pubbliche. Barbara, vedendo che nel progetto vi erano solamente due finestre, ordinò ai costruttori di aggiungerne una terza, con l’intenzione di richiamare il concetto di trinità. Quando il padre vide la modifica alla costruzione intuì che la figlia poteva esser diventata cristiana e decise allora di denunciare sua figlia al magistrato romano che, in quei tempi di persecuzione, la condannò alla decapitazione. Il 4 dicembre dell’anno 306. Secondo la leggenda, Dioscuro procedette all’esecuzione dopo averla torturata col fuoco ma subito dopo venne ucciso da un fulmine, interpretato come punizione divina per il suo gesto. È invocata contro la morte improvvisa per fuoco, perciò gli esplosivi ed i luoghi dove vengono conservati vengono chiamati, in suo onore, “Santabarbara”. Lunedì 5 dicembre p.v. alle ore 10.30 nel santuario della SS Annunziata a Gaeta s. E. Rev.ma mons. Fabio Bernardo D’Onorio, arcivescovo della diocesi di Gaeta officera’ la santa messa per la festivita’ di Santa Barbara alla presenza delle massime autorita’ civili e militari della provincia Questa celebrazione ha particolare rilievo poiché promossa dall’ammiraglio di divisione Antonino Parisi (comando marina di Roma – vds curriculum allegato), che ha scelto la citta’ del golfo, sede del compartimento marittimo di Gaeta, per festeggiare santa barbara a livello regionale. La cerimonia e’ aperta a tutti coloro che avranno il piacere di intervenire.

3 dicembre 2011 0

Controlli a tappeto sulle strade di Atessa, lotta alla guida in stato di ebbrezza

Di redazione

Giro di vite dei Carabinieri della Compagnia di Atessa agli ordini del Capitano Vincenzo Orlando. Nell’ultimo fine settimana, nel corso di specifici servizi di prevenzione e controllo del territorio predisposti dal Comandante e finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, nonché al contrasto del fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcooliche e stupefacenti, i Carabinieri hanno controllato 104 persone e 73 automezzi, elevato 10 contravvenzioni al C.d.S. ed effettuato 18 controlli etilometrici. Sono state deferite in stato di libertà due persone: un 32enne di Mozzagrogna (CH) tale S.C. che guidava procedendo a “zig zag” sulla SS.119 in territorio di Atessa nonostante avesse già la patente sospesa per analoga infrazione e che si rifiutava poi di sottoporsi ad accertamento etilometrico per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; un 27 enne di Scerni, tale D.L.S., sorpreso nel paese alla guida della sua Fiat 500 in evidente stato di ebbrezza e riscontrato positivo all’etilometro con un tasso di alcool nel sangue superiore ai limiti consentiti. Per entrambi è ovviamente scattato anche il sequestro del mezzo. I posti di controllo istituiti dai militari dell’Arma hanno riguardato soprattutto le principali arterie di comunicazione del territorio nonché le adiacenze delle uscite dei principali locali notturni frequentati da giovani e giovanissimi, al fine di incrementare il livello di percezione della sicurezza soprattutto per ciò che concerne l’abuso di alcool e droga. Questo tipo di operazioni, assicurano i Carabinieri, continueranno sistematicamente per prevenire quelle condotte di guida indisciplinate e pericolose, spesso causa di gravi incidenti stradali.

3 dicembre 2011 0

Crollo palazzina a Barletta, arrestate quattro persone

Di admin

A due mesi esatti dalla tragedia del crollo della palazzina avvenuta il 3 ottobre 2011 in via Roma a Barletta in cui hanno perso la vita Matilde Doronzo, 32 anni, Giovanna Sardaro, di 30, Antonella Zaza di 36 e Tina Ceci di 37 e la 14enne Maria Cinquepalmi quattro persone sono finite agli arresti domiciliari e un architetto è stato interdetto dall’esercizio professionale. Nei loro confronti la magistratura di Trani ha emesso i provvedimenti restrittivi con l’accusa di disastro colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni. Le quattro persone sono il titolare e due dipendenti dell’impresa che stava demolendo una delle palazzine accanto a quella che è crollata e il titolare di un’impresa di costruzioni che avrebbe dovuto edificarne una nuova nella stessa area. L’architetto invece è l’autore del progetto dei lavori e di cui era dirigente.

3 dicembre 2011 0

Controlli antirapina a Frosinone, qualcuno si disfa di una Santa Barbara

Di redazione

Il Natale è alle porte e banche e attività commerciali si riempiono dei soldi delle tredicesime. In vista di questo particolare momento, i carabinieri della compagnia di Frosinone hanno mesos su una serie di controlli antitrapina finalizzati ad indiviuduare armi illegalmente detenute ma anche al controllo di quelle regolari. Proprio sul fronte di questi controlli, evidentemente, qulche “magazziniere” si è disfatto di una attrezzatissima Santa Barbara. I carabinieri, infatti, in un luogo mantenuto segreto, hanno rinvenuto una efficientissima mitraglietta “UZI” munita di silenziatore realizzato artigianalmente, nonché migliaia di cartucce di diverso calibro e da guerra, decine di caricatori, parti di armi, una maschera anti gas, materiale idoneo per la preparazione di munizionamento sia per armi lunghe che per armi corte automatiche/semiautomatiche e revolver (polvere da sparo fondelli e ogive) nonché abbigliamento idoneo per il travisamento. Il tutto in perfette condizioni e sottoposto a sequestro. Er. Amedei Foto Repertorio

3 dicembre 2011 0

Anche la Confcommercio si schiera contro la soppressione del tribunale di Lanciano

Di redazione

La Confcommercio si schiera al fianco della battaglia contro la soppressione del Tribunale di Lanciano. “Si tratterebbe di un atto gravissimo – sottolinea il presidente Angelo Allegrino – che segnerebbe ancora una volta il declassamento della nostra città ed un disservizio senza precedenti per i cittadini del comprensorio”. La Confcommercio fa appello a tutte le istituzioni e ai rappresentanti politici di tutti i partiti del comprensorio, oltre alle locali categorie economiche e produttive e non ultima la società civile per scongiurare il pericolo della soppressione del Palazzo di Giustizia frentano e si propone come possibile organo di coordinamento per rendere più efficace e incisiva la battaglia avviata, tra i molteplici portatori di interesse, anche dal Comune di Lanciano. “Il tribunale – precisa Allegrino – soprattutto in un territorio che ospita un supercarcere come è quello di Lanciano, rappresenta una cultura preventiva e giudiziaria fondamentale per la tenuta sociale e giuridica del comprensorio”. “Si tratta di un vero e proprio presidio dello Stato – prosegue il presidente Confcommercio – indispensabile per la prevenzione, la legalità e la giustizia al fine di fronteggiare il fenomeno della criminalità”. Secondo Confcommercio l’amministrazione della Giustizia non va affrontata con tagli e soppressioni lineari, ma dovrebbe essere invece incentivata, soprattutto in zone del centro Sud per garantire e tutelare il principio di diritto di prossimità della giustizia che può essere realmente garantito solo attraverso la permanenza di un tribunale sul territorio. L’associazione commercianti si propone quindi come parte attiva nell’opposizione alla soppressione del Tribunale di Lanciano e si impegna a portare avanti la protesta in tutti i modi e le forme che sono nelle sue possibilità, garantendo una capillare opera di informazione sul territorio e sollecitando, dove possibile, una reazione decisa e immediata da parte dell’opinione pubblica e delle categorie economiche.

3 dicembre 2011 0

Porcini con parassiti e merce mal conservata sequestrati dai Nas a Termoli e Campobasso

Di redazione

Vendevano funghi porcini con tanto di parassiti e, per questo, i carabinieri del Nas di Campobasso hanno sequestrato in un negozio del capoluogo molisano dieci chili di prodotti surgelati denunciando tre persone. Nella stessa operazione di controllo, in una pizzeria del centro di Termoli hanno rinvenuto e sequestrato circa 25 kg. di generi alimentari in cattivo stato di conservazione (congelamento arbitrario con attrezzature non idonee e non autorizzate), denunciando la titolare, una 59enne di Colletorto. Er. Amedei

3 dicembre 2011 0

Rafforzati i servizi di controllo del territorio con dispiegamento di volanti e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Di admin

Una fine settimana nel capoluogo all’insegna dell’intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, attuata grazie ad un notevole dispiegamento di pattuglie delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio. Ad essere pattugliati, in particolare, quei luoghi della città maggiormente ritenuti ad alto rischio sotto il profilo della criminalità nonché quelli maggiormente frequentati da giovani. Grazie anche all’ausilio di personale della Polizia Stradale, sono stati effettuati 39 posti di controllo sulle strade con maggior traffico veicolare. Circa 900 le persone identificate e 700 i veicoli controllati; 93 le contravvenzioni al codice della strada elevate. Sei le persone denunciate in stato di libertà per reati che vanno dall’ingiuria, minaccia e percosse, all’inottemperanza al foglio di via obbligatorio nonché all’utilizzo di atti falsi che ha riguardato, nello specifico, la circolazione con polizze assicurative e relativo contrassegno false.