Giorno: 7 dicembre 2011

7 dicembre 2011 0

Preso a calci dal cavallo, 67enne ferito ed elitrasportato a Pescara

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ stato preso a calci dal suo cavallo o, semplicemente, è caduto. Non è ben chiaro cosa si accaduto ieri sera a P.E. 67enne di Santa Maria Imbaro, fatto sta i parenti lo hanno trovato agonizzante vicino all’equino con un vistoso trauma cranico a causa del quale ha perso anche conoscenza. Sul posto è arrivata un’ambulanza della Croce Rossa in servizio 118 a Lanciano. Gli operatori sanitari, dopo averne constatato le condizioni, hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza atterrata in prossimità del luogo dell’incidente. Il ferito, così, è stato trasferito al reparto neuro traumatologia di Pescara. Le sue condizioni sono gravi.

7 dicembre 2011 0

Spacciatore violenmto, sette anni di carcere per un 35enne

Di redazione

Picchiava il suo cliente perché non pagava le forniture di droga. Una sentenza pesantissima, ieri mattina in tribunale a Lanciano, ha posto la parola fine allo’attività di un 35enne del posto. Sette anni di carcere, una multa da 30mila euro, l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, il pagamento delle spese processuali e anche il pagamento del mantenimento in carcere è la condanna emessa dal giudice Francesco Marino al termine del processo che vedeva imputato Paolo Bettoli, 35 anni di Lanciano, accusato di estorsione, minacce percosse e spaccio di droga. L’uomo è stato arrestato a luglio di quest’anno dagli agenti della polizia del Commissariato di Lanciano bravi a raccogliere la richiesta di aiuto di una famiglia frentana il cui figlio, da alcuni anni, era finito nel giro della droga e stritolato dal sistema estorsivo utilizzato dal Bettoli. Il giovane si è ritrovato forte consumatore di cocaina, ma anche profondamente indebitato con il suo spacciatore. Un debito di 10mila euro che veniva rivendicato dal 35enne, a volte con estrema violenza. I genitori di G. P., stanchi di vedere il figlio in quelle condizioni, hanno deciso di chiedere aiuto agli uomini del vice questore Katia Basilico. Le indagini raccolte hanno permesso, ieri, di arrivare alla sentenza di colpevolezza. “Ho pietà per lui – ha detto la madre di G.P. presente ieri in tribunale – Spero che trovi il tempo per cambiare vita, ma spero anche che nessuno più finisca vittima come lo è stato mio figlio”.

7 dicembre 2011 0

Costa – Consales, pronto il provvedimento antismog e il programma per l’isola pedonale

Di admin

“Per il mese di dicembre abbiamo stabilito che l’isola pedonale nelle giornate di sabato 10 e 17 partirà dalle ore 20.00 anziché dalle 18.00, mantenendo la chiusura al traffico per le intere giornate di domenica 11 e 18.” A sostenerlo, a margine di una riunione di Giunta è l’assessore Mario Costa che, inoltre, precisa: “La chiusura al traffico è prevista anche per la giornata di domani, nel corso della quale avrà luogo il mercatino dell’antiquariato che, per esigenze legate all’occupazione di Piazza Labriola per la manifestazione ‘Cassino Terra di Natale’, verrà spostato lungo corso della Repubblica e Viale Dante. Abbiamo scelto di adottare queste misure per venire incontro alle varie esigenze che si sono manifestate in questi giorni, cercando di trovare un punto di equilibrio, visto anche l’approssimarsi delle festività natalizie, tra i commercianti e le necessità di vivere la città a piedi. L’intento di questa Amministrazione è quello di valorizzare al meglio le qualità della città di Cassino e, in tal senso, va intesa anche ‘Cassino Terra di Natale’, una manifestazione volta a rivitalizzare la città e che, siamo convinti, porterà un gran numero di persone all’interno della città di Cassino, favorendo tutti gli esercizi commerciali, in particolar modo quelli siti in prossimità di Piazza Labriola.” Sulla questione è intervenuto anche l’assessore all’ambiente ed alla viabilità del Comune di Cassino, Riccardo Consales: “In giunta abbiamo provveduto anche a stabilire le misure antismog che, visto il continuo sforamento che si è verificato nel corso di questi giorni e viste anche i due rilevamenti positivi avvenuti nelle ultime 48 ore, in caso di superamento della soglia nei prossimi due giorni, provvederemo ad emanare l’ordinanza per le targhe alterne da effettuarsi, all’interno della Ztl, nei giorni di lunedì 12 dicembre in cui possono circolare solo le targhe dispari e giovedì 15 dicembre in cui possono circolare quelle pari. Maggiori informazioni, per le modalità di circolazione, verranno fornite venerdì a seguito di una riunione che faremo anche con le Forze dell’Ordine per coordinare il monitoraggi dei varchi all’ingresso della Ztl nelle giornate in cui verrà attivato il provvedimento delle targhe alterne.”

7 dicembre 2011 0

Quando la recessione nasconde un complotto affaristico

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Federcontribuenti riceviamo e pubblichiamo: Per prima cosa è bene specificare che il nuovo Governo Monti, insediatosi a mo di coltre a coprire una situazione politica e amministrativa non più tollerabile, non va visto come un qualunque altro governo eletto dai cittadini. Monti, figlio di una delega, non può varare leggi di stampo politico come sta facendo, Monti aveva un solo compito, aggiustare gli errori del cadente governo Berlusconi e varare misure di contenimento in attesa di nuove elezioni. Cosa significa varare misure di contenimento in un momento di grave recessione economica? Significava mettere mano a tutte quelle norme invisibili ma radicali che hanno fatto della corruzione un elemento non più attaccabile dal punto di vista penale, così come per le norme sul riciclaggio e sulle tangenti. A cominciare dalle Fondazioni politiche, dove si chiacchiera di affari e si aggiudicano appalti pubblici ai migliori offerenti e dove, dietro false e costosissime consulenze, si aggirano tangenti e servizi non sempre trasparenti. I soliti gruppi di potere, vecchi di decenni e tenuti al riparo da qualunque attacco politico e giuridico, a costo di modificare leggi e codici di diritto penale. In un anno, questi gruppi di potere, costole partitiche, sottraggono al fisco italiano l’incredibile cifra di 600 miliardi di euro. Infatti è in queste fondazioni che troviamo tutti i big e i marchi dell’alta finanzia italiana e mondiale. Associati che ungono questo o quel partito, questo o quell’appalto. Quante volte le inchieste, anche recentemente, hanno affiancato nomi di spicco della criminalità organizzata a questo o quel politico di questa o quella fondazione? Il risultato? Lavoro nero, riciclaggio, tangenti, favori dal fisco e da quella stessa giustizia tributaria che da anni denunciamo essere in pieno conflitto di interesse perchè organo sotto il totale controllo del ministero dell’economia. Sotto accusa anche Equitalia Giustizia. Chiamata a gestire l’ingente patrimonio sottratto alla mafia, soprattutto all’ndrangheta: negli ultimi due anni sono stati recuperati, attraverso le confische, 4 miliardi; come, dove e chi decide l’utilizzo di questo incredibile patrimonio e perchè non viene riutilizzato per risanare i conti della nazione? Questi soldi non sono stati utilizzati nemmeno per salvare la commissione anticotraffazione e quella ancor più importante, l’Alto commissariato anticorruzione. Questo ultimo strategico organismo di vigilanza è stato così affossato: è passato da 120 funzionari a 3 magistrati in un sottoscala, per giunta, alle dipendenze del ministero della Funzione Pubblica, organismo da controllare. Non ci stiamo a subire questa ingiustizia: questa recessione, questo complotto affaristico, intendiamo combatterlo. Per questo avvieremo una serie di studi di settore volti a svelare e scoprire i meccanismi contorti dell’economia nazionale. Partiremo proprio dalle fondazioni politiche.

7 dicembre 2011 1

Trasporto Pubblico Locale: allarme tagli per mancanza fondi

Di admin

Dall’Ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo: “Stop a tagli e aumenti per treni e bus, sono impensabili, la situazione è di serio allarme chiamiamo a raccolta i pendolari per il 19 dicembre, bisogna far sentire la loro voce – ha detto Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. I trasporti regionali soffrono da troppo tempo la mancanza di investimenti adeguati, ora la notizia che nonostante l’aumento dei carburanti i soldi non si troveranno comunque è un’ennesima batosta per i pendolari. In tempi di crisi economica e ambientale sarebbe una beffa tagliare il servizio e aumentare biglietti e abbonamenti. Non si può far pagare la crisi alle centinaia di migliaia di persone che ogni giorno si affidano ai mezzi pubblici per gli spostamenti.”

Legambiente rilancia l’allarme per i tagli ai fondi per il trasporto pubblico locale: nonostante gli 1,2 miliardi di euro della manovra sulle accise, nelle casse della Regione Lazio mancheranno comunque almeno 190 milioni di euro, con il serio rischio di ingenti tagli al servizio. Allo stesso tempo, proprio in queste ore la Giunta della Regione Lazio dovrebbe approvare nel bilancio aumenti del 15% per i biglietti del Cotral e dei treni regionali.

Tagli e aumenti ancora più assurdi, se si pensa che negli ultimi dieci anni l’utilizzo del trasporto ferroviario è cresciuto moltissimo, i pendolari che viaggiano ogni giorno sulle ferrovie nel Lazio sono raddoppiati, passando da 187mila a oltre 350mila, ai quali si aggiungono i 200mila delle ferrovie concesse. Numeri destinati a crescere ancora, secondo le stime di Legambiente, fino a 472mila passeggeri trasportati ogni giorno nel vicino 2015 sulle sole ferrovie regionali (con un incremento del 35%), che richiederanno almeno 40 nuovi treni, oltre a consistenti interventi di manutenzione sui 115 che circolano oggi ogni giorno. Per il Cotral i numeri sono ugualmente importanti, con 104 milioni di viaggiatori annui, e una forte esigenza di miglioramento del parco mezzi, delle fermate, delle informazioni, delle 9.000 corse giornaliere, dei 4.554 collegamenti/linee, con 81,5 milioni di vetture/km all’anno.

“Mancano pochi giorni al 12 dicembre, quando entrerà in vigore il nuovo orario ferroviario, cosa succederà allora? – si chiede la direttrice di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali-. La stangata per i pendolari è insopportabile e assurda, gli utenti sono in costante aumento da anni e viaggiano in condizioni troppo spesso indecenti, con risorse sempre più scarse. Le parole d’ordine devono essere potenziamento e non taglio al servizio, più treni e bus e non meno. Non può essere il servizio di trasporto pubblico a pagare l’austerity, gli aumenti delle tariffe in queste condizioni sono altrettanto assurdi perché il servizio è ben al di sotto degli standard minimi.”

7 dicembre 2011 0

Riavviati i lavori del collegamento sulla strada statale 696, tra la Piana di Campo Felice e l’altipiano delle Rocche

Di admin

L’Anas comunica che sono stati riavviati oggi i lavori di realizzazione del collegamento tra la Piana di Campo Felice e l’altipiano delle Rocche sulla strada statale 696 “Del Parco Sirente-Velino”.

I lavori erano stati sospesi a causa dei mancati requisiti della ditta appaltatrice che si era aggiudicata la gara e l’Anas, dopo aver rescisso il contratto, ha proceduto in tempi brevissimi all’aggiudicazione alla seconda classificata: la ditta Oberosler di Bolzano.

L’importo contrattuale ammonta a oltre 13 milioni di euro e il tempo per l’esecuzione dei lavori è fissato in 365 giorni.

Per la conclusione dell’importante e strategica opera rimane da eseguire il completamento della galleria Serralunga, per circa 600 metri, e una serie di opere minori. Inoltre, devono essere realizzate le connessioni con la viabilità esistente; lato Rocca di Cambio, con la strada comunale che porta agli impianti di risalita, e lato Campo Felice, verso l’Aquila e l’autostrada A24.

7 dicembre 2011 0

Un ossimetro e nove termometri digitali al reparto pediatrico del S. Scolastica

Di redazionecassino1

Questa mattina l’associazione ‘Nei giardini che nessuno sa’ ha consegnato al reparto di pediatria dell’ospedale S. Scolastica un ossimetro pediatrico e nove termometri digitali. Erano presenti alla breve cerimonia il Primario del reparto, dott. Sergio Torriero, il personale infermieristico ed ausiliario, che hanno avuto parole di apprezzamento e gratitudine per la donazione. Particolarmente soddisfatto il dott. Torriero che ha ringraziato i rappresentanti del sodalizio cassinate per le attrezzature donate, importanti per un reparto come quello di pediatria del nosocomio. Ha voluto presenziare alla cerimonia anche il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che era accompagnato dall’assessore Mario Costa. Parole di apprezzamento, per l’iniziativa, sono state espresse anche dal Primo Cittadino verso i rappresensentanti dell’associazione ‘Nei Giardini che nessuno sa’, per l’alto valore sociale che una donazione di questo tipo rappresenta per la sanità cassinate e per il reparto di pediatria in particolare. L’acquisto dell’ossimetro e dei termometri è stato possibile, ha spiegato il presidente dell’Associazione, Felice Pensabene, grazie alla raccolta fondi effettuata durante la manifestazione ‘Archi Village 2011’ che ha permesso di donare, nei giorni scorsi, anche una serra, delle piante, dei bulbi e delle attrezzature da giardinaggio al Centro socio-educativo di Caira nell’ambito di un progetto didattico-educativo promosso dagli operatori del CSE da realizzare con i ragazzi che lo frequentano. “Siamo particolarmente soddisfatti – ha proseguito il presidente – di aver contribuito a realizzare queste iniziative sociali, a questo proposito voglio ringraziare tutti i cittadini che nel corso della manifestazione de ‘Gli Archi Village 2011’ ci hanno dato il loro contributo per la realizzazione di questi progetti. Un ringraziamento va anche allo Studio Grafico APS che ha voluto partecipare alla nostra raccolta fondi donando alla nostra iniziativa il materiale pubblicitario necessario. Il nostro ringraziamento – ha infine concluso Pensabene – va soprattutto al Consorzio dei Servizi Sociali del Cassinate che ha creduto in questa nostra iniziativa e ci ha sostenuto fornendoci il supporto dei volontari, per assistere i ragazzi presenti alle serate della manifestazione musicale”.

7 dicembre 2011 0

Lieve scossa di terremoto di magnitudo 2.3 tra le province di Cosenza e Potenza

Di admin

Una scossa sismica è stata lievemente avvertita nel primo pomeriggio di oggi dalla popolazione nelle province di Cosenza e Potenza. Le località prossime all’epicentro sono stati i comuni di Mormanno e Laino Borgo in provincia di Cosenza, e il comune di Rotonda in provincia di Potenza. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 13.58 con magnitudo 2.3 .

7 dicembre 2011 0

Cassa integrazione: nei primi undici mesi del 2011 -20% rispetto allo stesso periodo del 2010

Di admin

Sono 80,3 milioni le ore di cassa integrazione autorizzate nel mese di novembre 2011, l’11,5% in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno, quando le ore autorizzate erano state 90,7 milioni. In confronto ai primi 11 mesi del 2010, la diminuzione è del 20%. Infatti, complessivamente, le ore autorizzate dall’inizio dell’anno sono state 892,7 milioni, mentre nello stesso periodo del 2010 erano state un miliardo e 117,1 milioni. Rispetto al mese di ottobre 2011, quando le ore autorizzate erano state 80,2 milioni, non si registra una sostanziale variazione.

Il calo maggiore rispetto al mese di novembre 2010 lo fa registrare la cassa integrazione in deroga (cigd) che passa da 30,9 a 22,2 milioni (-28%). Più contenuta la diminuzione della cassa straordinaria (cigs), che da 38,9 milioni scende a 36,8 (-5,4%), mentre la casa integrazione ordinaria (cigo) fa registrare un lieve aumento, passando da 20,8 milioni di ore autorizzate a 21,2 (+1,9%), con un andamento contraddittorio fra industria (+4,7%) ed edilizia (-7,7%).

Il dato congiunturale (confronto del mese con il mese precedente: in questo caso novembre a confronto con ottobre) evidenzia un aumento delle ore di cigo (+18,1%) e cigs (+2,2%), mentre registra una diminuzione degli interventi in deroga (-15,2%).

“I dati di novembre, pur con differenziazioni fra i vari settori e tipi di intervento, confermano una diminuzione complessiva delle richieste di cassa integrazione, che si conferma su base annua intorno al 20% – commenta il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – Per avere un quadro completo della situazione occorre attendere i dati del tiraggio, che meglio permettono di capire quanto effettivamente le nostre imprese utilizzano lo strumento della cassa integrazione”.

Tornando ai dati tendenziali, i valori cumulati nel periodo gennaio-novembre mostrano che la diminuzione del 20% dei primi undici mesi del 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010 è determinata dalla forte diminuzione della cigo (-35,6%), cui si aggiungono quelle della cigs (-13%) e della cigd (-15%).

Per quanto riguarda le domande di disoccupazione e mobilità, i dati, come di consueto, si riferiscono al mese precedente rispetto a quelli della cassa integrazione. Nel mese di ottobre 2011, le domande di disoccupazione sono state 136 mila contro le 131 mila del 2010, con un aumento del 3,6%. Al contrario, le domande di mobilità sono scese, passando dalle 9.900 del 2010 alle 8.100 del 2011, con un calo del 17,2%.

7 dicembre 2011 0

Arrestato 23enne con mezzo chilogrammo di hashish

Di admin

Il militari della Stazione di Mosciano Sant’Angelo, agli ordini del Maresciallo Aiutante Paolo Gentile, nella tarda serata di ieri 6 dicembre 2011, nell’ambito di mirati servizi finalizzati a prevenire e reprimere i reati afferenti le sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di stupefacente un cittadino marocchino, incensurato, residente in Mosciano ed in regola con i documenti di soggiorno.

Verso le ore 22.00 di ieri i militari procedevano al controllo di NAZIH Abdelali, 23enne, a bordo di una Fiat Punto. All’atto del controllo il comportamento del giovane ha destato da subito sospetti tanto da indurli ad approfondire gli accertamenti sottoponendolo prima a perquisizione personale e poi veicolare. L’esito dell’operazione dava esito positivo infatti, celati sotto il sedile lato guida, i carabinieri rinvenivano un involucro di cellophane ben imballato con nastro adesivo, contenente mezzo chilogrammo di hashish già suddiviso in 5 panetti, il tutto sottoposto a sequestro.

La droga sul mercato avrebbe fruttato circa 10.000,00 Euro.

Il marocchino, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Teramo in attesa dell’udienza di convalida.