Giorno: 8 dicembre 2011

8 dicembre 2011 0

I vigili del fuoco incoronano la madonnina sulla Basilica di Lanciano – LE FOTO

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I vigili del fuoco di Lanciano incoronano la madonnina che sovrasta la Basilica. Ieri sera, come accade da almeno dieci anni, l’autoscala dei pompieri del locale distaccamento, dopo aver effettuato una operazione di soccorso a Vasto, è stata parcheggiata in piazza Plebiscito. Due operatori, dopo aver ricevuto in consegna dal Vescovo una corona di fiori, sono saliti sulla piattaforma che li ha portati a 25 metri di altezza dove c’è la madonnina e la, l’hanno incoronata. Ad assistere alle operazioni c’erano alcuen centinaia di Lancianesi.

8 dicembre 2011 0

Dalla procura di Lanciano un vademecum antipedofili per gli operatori scolastici

Di redazione

L’arresto del 75enne Francesco Paolo Pasquini di Lanciano, accusato di violenza sessuale su una ragazzina di età minore dei dieci anni, e il ritardo con cui le operatrici scolastiche hanno denunciato la turpe vicenda ai carabinieri hanno fatto suonare un campanello d’allarme e la procura di Lanciano ha deciso di alzare la guardia contro fenomeni tanto odiosi. Nella conferenza stampa di ieri mattina, il procuratore capo della procura di Lanciano Francesco Menditto, oltre ai dettagli dell’operazione che ha permesso di arrestare il 75enne, ha anche annunciato una iniziativa che vede la procura in prima linea per la redazione di un vademecum da consegnare agli operatori scolastici per indicare loro come comportarsi quando un minore lascia trapelare segnali che devono essere interpretati come richieste di aiuto. Circostanze che necessitano anche di una specifica preparazione investigativa per la quale, lo stesso Menditto ha deciso di far specializzare uno dei suoi Sostituti, nello specifico il Pm Rosaria Vecchi, a trattare i casi sui minori.

8 dicembre 2011 0

Pensionati pubblici: soppresso l’Inpdap

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Dal 06.12.2011 l’Inpdap è soppresso e le relative funzioni sono attribuite all’Inps, che succede in tutti i rapporti attivi e passivi. Lo prevede l’art. 21 del decreto legge n. 201/2011. L’Inpdap, Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, nascecon il decreto legislativo n. 479 del 30 giugno 1994. Nell’Inpdap confluiscono Enpas, Inadel, Enpdep e le Casse pensionistiche gestite dagli Istituti di Previdenza del Ministero del Tesoro (Cpdel, Cps, Cpi, Cpug), vale a dire enti e casse che gestivano le pensioni e le liquidazioni dei dipendenti dello stato e degli enti locali. L’Inpdap svolgeva, dunque, i compiti di questi enti e ne eredita i rispettivi patrimoni. Ne da notizia Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”.

8 dicembre 2011 0

Fabbrica in fiamme a Venafro, si sospetta il dolo

Di redazione

Una fabbrica di tagliaerba, la Comag di Pozzilli, è stata seriamente danneggiata questa mattina da un incendio di natura misteriosa. Il rogo è divampato poco dopo le 10 nel magazzino distruggendo circa 30 tagliaerba. Il sistema antincendio ha funzionato ma quello antifurto no. Il primo ad accorgersi di quanto accadeva è stato una gente della sorveglianza che ha lanciano l’allarme. I vigili del fuoco di Isernia, giunti sul posto, hanno domato il rogo e hanno iniziato le indagini per stabilire la natura delle fiamme. Non si esclude possa trattarsi di dolo. Foto e servizio Alberto Ceccon

8 dicembre 2011 0

Anche quest’anno si illumina la Casa del Natale della famiglia Pallucci

Di redazione

A Cassino non è Natale se la famiglia Pallucci di Caira non addobba la propria casa. Ormai è diventata una tradizione nelle popolosa frazione, visitare quella che in tanti chiamano la “Casa del Natale”. Sono ben dieci anni che Paolo, la moglie Nadia e la figlia Heloise, rivestono le facciate della loro abitazione che da su via Fardelli, di fronte all’ingresso del cimitero monumentale tedesco. Su quelle pareti trovano posto tutti i personaggi, babbo Natale, le immancabili sue renne che trainano la slitta carica di giocattoli, stelle e stelline di ogni tipo, pupazzi e fiocchi di neve. Ma non solo simboli pagani. Nel giardino la famiglia Pallucci ha realizzato anche un magnifico presepe. Oggi, (festa dell’Immacolata) Paolo indossa anche i panni del babbo Natale ed offre le caramelle ai bambini che gli vanno a fare visita. Tutto questo per pura passione e completamente gratis. Ma perché lo fa? “A noi piace far sorridere la gente e stupirla con la nostra casa”. Quest’anno le luci sono davvero tante e Paolo ha dovuto montare un gruppo elettrogeno per poter alimentare tutto il sistema che mantiene illuminata la casa anche di notte. Ermanno Amedei