Giorno: 18 dicembre 2011

18 dicembre 2011 0

Freddo, naso chiuso e raffreddore? L’Afssaps lancia l’allarme

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

L’Afssaps, l’agenzia francese per la sicurezza dei farmaci venerdì ha lanciato un appello ai pazienti di rispettare le precauzioni per l’uso di farmaci contenenti vasocostrittori. Molto conosciuti, sono utilizzati per diminuire la sensazione di naso chiuso per il freddo.

Nel comunicato l’ Afssaps ha avvertito che dal 1° gennaio 2011 sono stati segnalati quindici casi con “gravi effetti negativi” in pazienti che assumono un farmaco contro il raffreddore contenente un vasocostrittore. E questo, in particolare se non vengono utilizzati in conformità con le istruzioni per l’uso.

La terapia farmacologica associata può avere, come detto, effetti collaterali una condizione salutisticamente preoccupante a livello del cuore, come l’ipertensione arteriosa, con crisi di angina o angina pectoris. Ma non solo, può causare anche effetti neurologici come disturbi del comportamento o un ictus.

Tra i farmaci elencati dall’Afssaps vi sono: soluzioni per spray nasale (su prescrizione medica), come Aturgyl, Dérinox, Déturgylone, Rhinofluimucil, farmaci da assumere oralmente (accessibile senza ordine) solo o si associa a un’altra sostanza attiva come Sudafed, Actifed freddo, Dolirhume, Humex freddo, Rhinadvil, Rhinureflex.

Essi sono ampiamente usati come farmaci. Dérinox, per esempio, è stato prescritto a 3 milioni di pazienti all’anno così come sono venduti ogni anno circa 3 milioni di scatole di Actifed freddo giorno e notte.

La raccomandazione “Non associare questi farmaci tra di loro”.

Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” ricorda ai pazienti a ” di non abusare di questi farmaci”, e ” verificare sempre con il medico o il farmacista se essi sono ben compatibili al caso”, e soprattutto di “non associarli tra loro”. La durata massima del trattamento non deve superare cinque giorni come anche il dosaggio massimo giornaliero.

Queste raccomandazioni e le controindicazioni sono stati inseriti nei foglietti illustrativi di questi prodotti, a seguito dei risultati di due indagini francesi della farmacovigilanza.

18 dicembre 2011 0

I giornalisti Affinati e Renna tra i premiati di “Diffidenti-Vaccari” 2011

Di redazione

Due giornalisti ciociari, Aldo Affinati e Andrea Renna, sono stati premiati solennemente oggi in occasione del XIX Premio internazionale 2011 “Diffidenti-Vaccari”, nel corso del Gran Galà della stampa presso il teatro “Vittorio Veneto” di Colleferro, alla presenza di oltre mille spettatori e tantissime autorità civili, militari e religiose. Sul proscenio anche il questore di Roma dottor Tagliente e il noto paparazzo italiano Barillari. Le due note “penne” frusinati sono state designate da una Commissione culturale qualificata, con pubblica attestazione di stima e gratitudine per gli alti meriti raggiunti nel campo della propria attività e per le alte doti professionali, umane e sociali mostrate. Ad Andrea e Aldo i complimenti anche del nonstro giornale. Ermanno Amedei

18 dicembre 2011 0

Maltempo, neve anche a bassa quota e venti forti da nord. Piogge al centro e al sud

Di admin

La perturbazione presente da qualche giorno sull’Italia tenderà nelle prossime ore a posizionarsi sulle regioni centro-meridionali determinando un generale peggioramento del tempo su tutto il versante adriatico e sulle regioni meridionali, specie sull’area tirrenica.

L’aria fredda che sospinge la perturbazione determina anche un generale abbassamento delle temperature con nevicate che potranno raggiungere quote collinari e forte ventilazione nei bassi strati di origine settentrionale.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche valido dalla serata di oggi, domenica 18 dicembre 2011 e che prevede precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle regioni centrali adriatiche e al sud tirrenico in estensione alla Sicilia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento.

Si prevedono inoltre nevicate: a quote intorno a 700-800 mt al centro in abbassamento sino a 300-400 mt; a quote intorno a 800-1000 mt su Molise e Puglia, in abbassamento sino a 400-500 mt; su Basilicata e Calabria a quote al di sopra di 1000 mt, in estensione alla Sicilia ed abbassamento della quota neve sino a 600-800 mt; gli accumuli saranno generalmente deboli o localmente moderati su Marche, Abruzzo, Basilicata e Calabria.

Sono previsti anche venti, da forti a burrasca di origine settentrionale sul nord est,sulle regioni centrali e sulla Sardegna in estensione alla Puglia e alla Sicilia. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

18 dicembre 2011 0

Cani, gatti ma anche tartarughe e animali esotici: ecco gli animali sotto l’albero di Natale

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Anche fido e micio, ma anche animali esotici e tartarughe sono tra i regali più gettonati per le prossime feste natalizie.Tra i 20 ed il 25.000 cuccioli di cane, circa 10.000 gatti, ma anche almeno 20.000 uccelli, 4.000 animali esotici, 5.000 conigli, un migliaio di furetti e almeno 30.000 tartarughe d’acqua, per un totale di quasi 120.000 animali e cuccioli di animali saranno acquistati in queste due settimane che precedono il natale e finiranno sotto l’albero di natale come regali.

E’ infatti in aumento, secondo i dati rilevati nei cento negozi di animali sparsi sul territorio nazionale e monitorati da AIDAA, la richiesta di animali (in particolare animali piccoli e poco costosi) quali regali di natale, di loro il 60% viene acquistato via internet con tutti i problemi che questo comporta (compreso il diritto di recesso per cani e gatti), circa 30.000 persone apriranno dei veri e propri finanziamenti per poter pagarsi a rate l’animale (specialmente cani, gatti ed esotici), mentre e questo è il vero dramma oltre la metà di loro saranno abbandonati entro i prossimi 6-8 mesi (cani-gatti, ma anche conigli e soprattutto tartarughe d’acqua dolce).

Da qui l’appello dell’associazione italiana difesa animali ed ambiente ad evitare l’acquisto degli animali come regalo di natale, specialmente se si tratta di cani, gatti e animali esotici l’invito è quello di evitare comunque l’acquisto sul web in quanto spesso gli animali acquistati sono cuccioli ammalati destinati quasi certamente alla morte in quanto importati dall’est e tolti alla madre prima del tempo e che quindi portano con se problemi di salute enorme, oltre alla possibile provenienza del traffico clandestino.

Un altro acquisto assolutamente da evitare se non si ha la certezza dello spazio e la passione è quello delle tartarughe d’acqua che poi crescendo vengono abbandonate nei corsi d’acqua o nei laghetti, lo stesso vale per gli uccellini cosi detti di casa come i canarini e per furetti e conigli i quali richiedono un costante impegno della loro gestione quotidiana.

18 dicembre 2011 0

Terremoto di magnitudo 4.3 nel mare di Sicilia

Di admin

Una scossa sismica con epicentro nel Mare di Sicilia è stata lievemente avvertita dalla popolazione dell’isola di Linosa in provincia di Agrigento.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 16.01 con magnitudo 4.3.

18 dicembre 2011 0

Multe: quando l’Autovelox sbaglia

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Sono anni che continuiamo a sostenere che gli apparecchi di rilevazione elettronica della velocità sono tutt’altro che affidabili e sempre da anni rivolgiamo appelli alla P.A., ai Prefetti ed ai Giudici di Pace affinché verifichino puntualmente ogni passaggio dell’iter procedimentale per la contestazione delle infrazioni a mezzo autovelox o comunque affidate a dispositivi elettronici di controllo.

Così Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale Tutela del Consumatore di “Italia dei Valori” e fondatore dello “Sportello dei Diritti” sull’ultima, ma non la più risibile, segnalazione in merito ad una multa per superamento del limite di velocità elevata sull’autostrada con il famigerato Autovelox.

Questa volta, la Polstrada ha sanzionato un’autovettura berlina scambiandola per un autoveicolo con rimorchio, raddoppiando così la sanzione ivi prevista dall’art. 142 comma 11 del Codice della Strada che prevede per l’appunto il raddoppio automatico della multa quando a superare il limite di velocità è un veicolo con rimorchio.

Me v’è di più, nel verbale citato che avrebbe comportato peraltro la decurtazione dei punti dalla patente di guida, il proprietario dell’autoveicolo avrebbe superato un limite che non viene neanche riportato in alcun punto dell’atto di contestazione.

È evidente, dunque, che il verbale de quo risulti palesemente viziato da gravi errori che ne inficiano il contenuto e che lo rendono invalido e perciò nullo, ma il problema è che a pagare sempre per i non rari refusi della P.A. è il cittadino – automobilista il quale preoccupato per le conseguenze di un’infrazione a lui non imputabile, è stato costretto ad inoltrare per il tramite dello “Sportello dei Diritti” un ricorso amministrativo ex art. 203 del Codice della Strada, predisposto a titolo gratuito dal sottoscritto, confidando nell’inevitabile ravvedimento dell’organo amministrativo superiore, in questo caso il Prefetto di Vibo Valentia.

18 dicembre 2011 0

Grande boxe a Lanciano, Di Monte sfida Pal Bohus

Di redazione

Andrea Di Monte, il pugile della categoria mediomassimi di Lanciano, incrocerà i guantoni nel suo terzo incontro da professionista, proprio questa sera nella sua città natale con Pal Bohus. Il ring è sistemato nel padiglione 1 dell’Ente Fiera. L’ungherese è più alto di lui, sia come statura ma anche nella classifica internazionale e, nonostante ciò, il pugile frentano è fiducioso nell’esito dell’incontro. “Spero, nel giro di qualche anno, di portare un titolo Mediterraneo a Lanciano” ha dichiarato il pugile abruzzese nel corso di una conferenza stampa durante la quale sono stati messe a nudo anche le difficoltà di fare agonismo in questa parte d’Abruzzo. “Devo ringraziare comunque l’amministrazione comunale che mi ha permesso di allenarmi in uno spazio ricavato nel palazzetto dello sport, ma l’area non basta”. Di Monte ha bisogno di più spazio almeno per sistemare tutti gli attrezzi per allenarsi e un ring. Ad ascoltarlo e a condividere le sue preoccupazioni, c’era il presidente del consiglio Comunale Donato Di Fonzo il quale ha rimarcato come Di Monte è uno dei pochi professionisti dello sport della città. Un valore che va tutelato e incrementato con nuovi palazzetti dello sport per permettere ai giovani di avvicinarsi a discipline sportive che non siano solo calcio, basket e pallavolo. La diretta web dell’incontro sarà trasmessa sulla web tv http://www.abruzzolive.tv

18 dicembre 2011 0

Vitalizi estesi ai14 assessori esterni nominati dalla Polverini. La denuncia di Anna Maria Tedeschi (IdV)

Di redazionecassino1

“Con il solito emendamento notturno è stato compiuto l’ennesimo attacco alla dignità della politica nella nostra Regione. Vitalizi estesi a tutti i 14 assessori esterni, persone non elette, ma semplicemente scelte dal Presidente Polverini, con l’aggravante quindi che se si fanno rimpasti di giunta con l’individuazione di altri designati non eletti, il numero dei vitalizi da pagare a vita agli assessori esterni della Giunta Polverini può aumentare a dismisura”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi. “Questo è il prezzo che si paga per conservare le poltrone visto che non avendo potuto presentare la lista PdL alle passate regionali a Roma e Provincia bisogna provvedere diversamente. Non so come prenderanno la notizia le migliaia di imprese edili che in tutta la Regione ed in particolare in Provincia di Frosinone attendono di vedere pagate le fatture emesse per lavori consegnati. Molte di queste imprese stanno sull’orlo del fallimento, forse potranno chiedere il pagamento ai tanti assessori esterni che senza essere eletti riscuoteranno a vita. La battaglia continua in Aula consiliare da lunedì prossimo. Invito pubblicamente tutti coloro che vantano crediti verso la Regione Lazio ad essere presenti attraverso i loro rappresentanti di categoria, alla discussione sul bilancio. C’è un vetro che separa il pubblico dall’Aula, vedremo allora chi avrà il coraggio di alzare la testa e guardare in faccia chi pur avendo lavorato non riesce a pagare gli stipendi ed i contributi. A chi devono inviare le cartelle esattoriali? Sempre agli assessori esterni?”