Giorno: 21 dicembre 2011

21 dicembre 2011 0

Il Generale Federico Marzollo reduce della seconda guerra mondiale tumulato nel cimitero civile di Mignano

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è concluso ieri a Mignano Montelungo l’ultimo viaggio del Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri Federico MARZOLLO, accompagnato dalla sua compagna di viaggio, Donna Silvana e famigliari. Per il comune di Mignano Montelungo la presenza del sindaco Antonio Verdone, accompagnato dal Gonfalone della Città, decorato a Medaglia d’Oro, l’ex Sindaco prof. Giacomo De Luca, il Generale Zignani, l’ambasciatore Cortese De Bosis e il dott. Marco Lodi della Associazione Reduci nella Guerra di Liberazione Presidente Nazionale e della sezione di Roma, reduci di Montelungo e rappresentanti delle rispettive associazioni. Cerimonia solenne e molto emozionante, quando la moglie ha dato l’ultimo saluto al marito e quando il trombettiere dell’80° Reggimento Roma ha suonato le note del silenzio. Il viaggio era iniziato a Roma dove si era celebrata la messa funebre. Il desiderio del Generale Marzollo era di essere sepolto nel cimitero di Mignano accanto al Tenente dei bersaglieri Ugo STORTONI, il quale decesso fu nel 1999 mentre era a New Orleans, ma con il desiderio di essere sepolto a Mignano, cosa che avvenne ed ora riposano accanto. Il Generale Marzollo, era uno dei pochi ancora viventi ex combattenti del 51° Battaglione A.U.C. Bersaglieri che, inquadrato nel Primo Raggruppamento Motorizzato, parteciparono alla Battaglia di Monte Lungo ed insieme al 67° Reggimento di Fanteria costituirono il PRIMO NUCLEO ( come spesso lo stesso generale Marzollo amava ricordare ) del Nuovo Esercito Italiano di Liberazione. – così lo descrive un suo commilitone ed amico, Stefano ESPOSITO – che ha avuto modo di conoscerlo non solo nelle ricorrenze della battaglia di Monte Lungo ma anche a Filottrano, ove per la prima volta i Paracadutisti italiani del Battaglione Nembo combatterono insieme ai soldati del 2° Corpo d’Armata Polacco, ma anche in Ancona e Bologna. Spesso amava ricordarmi l’episodio del suo ingresso a Bologna; con il grado di caporal maggiore era alla guida di un Bren Carrier inglese la mattina del 21 aprile del 1945 e la gioia che provò nel momento in cui la popolazione civile festante bloccò il cingolato abbracciando e ringraziando i liberatori. – continuando Stefano ESPOSITO – Durante i discorsi commemorativi che pronunciava in occasione delle varie ricorrenze spesso si interrompeva commovendosi nel ricordare che ( testuali parole del suo ultimo discorso pronunciato il 7 c.m. davanti al Municipio di Mignano Monte Lungo )…. – Noi del 51° Bersaglieri quell’8 dicembre 1943 avevamo tutti 21 anni; in condizioni normali sarebbe stata l’età delle speranze e degli amori, per noi invece fu l’età della guerra, della distruzione e della morte. Quel giorno, nonostante fossimo partiti di corsa con tutta la forza dei nostri anni, non raggiungemmo l’obiettivo militare prefissato, che invece venne centrato pochi giorni dopo, in occasione di un secondo attacco, ma raggiungemmo il grande obiettivo di restituire al nostro Paese la dignità di saper combattere e morire per la causa più giusta: quella della libertà. Da ieri, per suo espresso desiderio, è stato tumulato vicino al Tenente dei Bersaglieri Ugo Stortoni, combattente di Montelungo suo commilitone del glorioso 51° Battaglione Bersaglieri lasciando nei cuori di chi lo ha conosciuto un vuoto incolmabile. Stefano ESPOSITO conclude il suo pensiero racconto con il saluto al Generale: “ONORE A TE FEDERICO !!!” Servizio e foto ALberto Ceccon [nggallery id=375]

21 dicembre 2011 0

Maltempo, forti venti e ancora neve a quote collinari al centrosud

Di admin

La perturbazione centrata sul Mediterraneo centro-orientale che già da ieri porta condizioni di spiccata instabilità sulla Sardegna e sul basso Tirreno, alimentata da correnti fredde provenienti dalla penisola scandinava, favorirà il persistere e l’estendersi di una ventilazione sostenuta sulle regioni del medio Adriatico e sul meridione, con associate nevicate a quote collinari.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri e che prevede venti forti dai quadranti settentrionali su tutto il sud del Paese e sulle regioni del medio Adriatico, caratterizzati da rinforzi fino a burrasca forte e mareggiate lungo le coste esposte.

L’allerta meteorologico prevede inoltre nevicate fino a 300-400 metri di quota localmente moderate su Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale. Precipitazioni nevose, mediamente al di sopra dei 400-600 metri, continueranno a interessare le restanti regioni del Meridione e la Sicilia.

In considerazione dell’approssimarsi delle festività natalizie, a quanti avessero in programma di mettersi in viaggio nelle prossime ore nelle zone interessate dal maltempo si raccomanda particolare cautela nella guida, moderando la velocità, rispettando le distanze di sicurezza e informandosi preventivamente sulle condizioni della viabilità e sull’opportunità di munirsi di catene o pneumatici da neve per il percorso che si intende seguire.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

21 dicembre 2011 0

Festività natalizie, previsto traffico intenso sulla rete autostradale: partenze già da domani pomeriggio

Di admin

Per le festività di Natale si prevede traffico intenso sull’intera rete di Autostrade per l’Italia. Gli italiani si metteranno in viaggio per raggiungere parenti e amici o per trascorrere un periodo di vacanza in una località di villeggiatura. Le prime partenze dalle grandi città sono previste già nel pomeriggio di giovedì 22 dicembre, quando nella maggior parte delle regioni si chiuderanno le scuole. Proseguiranno poi per l’intera giornata di venerdì 23, con una concentrazione nelle ore pomeridiane (bollino rosso) e infine ultime partenze nella mattinata di sabato 24 dicembre. I flussi di traffico saranno più intensi lungo la direttrice da nord a sud, in particolare sull’A1 e sull’A14 Adriatica dove si potrà viaggiare su 2 nuovi tratti a tre corsie, appena conclusi. Venti chilometri da Fano a Senigallia e altri 10 km tra Cattolica e Pesaro in entrambe le direzioni. Il traffico sarà vivace anche sull’A4 Milano-Brescia verso Venezia e sull’A9 alla Dogana con la Svizzera. Flussi come sempre intensi in uscita dalla Capitale sull’A24 verso le località abruzzesi e sull’A3 Napoli-Salerno, verso Salerno. Possibile, inoltre, un aumento del traffico anche ai Valichi di confine con Francia, Svizzera ed Austria, sia in entrata che in uscita dall’Italia. Gli spostamenti saranno agevolati dalla rimozione dei cantieri di lavoro, ad eccezione di quelli legati al potenziamento della rete, e dal fermo dei mezzi pesanti nei giorni: Ø venerdì 23 dicembre dalle ore 16 alle 22 Ø sabato 24, domenica 25 e lunedì 26 dicembre dalle ore 08 alle 22 In questi giorni di grandi spostamenti, Autostrade per l’Italia ha potenziato il servizio di assistenza ed informazione agli utenti e lungo la rete è stata intensificata la vigilanza delle pattuglie della Polizia Stradale, a tutela dei viaggiatori. Si invitano gli automobilisti ad ascoltare i notiziari RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e Onda Verde Rai per gli aggiornamenti meteo e di traffico. Per informazioni è possibile anche chiamare il Call Center Autostrade per l’Italia al numero 800.04.2121 o il 1518 del CCISS e consultare il sito www.autostrade.it. E adesso qualche consiglio per un viaggio sicuro. Allacciate le cinture di sicurezza e sistemate i bambini negli appositi seggiolini. Non superate il limite massimo di velocità di 130 km/h e mantenete la distanza di sicurezza da chi vi precede. Infine, in caso di lunghi tragitti, fermatevi a riposare nelle Aree di Servizio. Sulla rete Autostrade per l’Italia sono presenti 254 Aree di Servizio dotate di tutti i comfort per offrire una pausa piacevole.

21 dicembre 2011 0

Incidente frontale sulla statale 4 Via Salaria, un morto ed un ferito grave. Rallentamenti al km 38,300

Di admin

L’Anas comunica che, a causa di un incidente frontale tra due autovetture che ha provocato un morto e un ferito grave, il traffico è rallentato in direzione nord lungo la strada statale 4 “Via Salaria”, all’altezza del km 38,300, in provincia di Rieti.

Sul posto è giunto personale dell’Anas e delle Forze dell’Ordine per ristabilire al più presto le normali condizioni di viabilità.

L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure con l’applicazione ‘VAI’, disponibile gratuitamente per Android, Ipad e Iphone (http://www.stradeanas.it/vaiapp).

L’Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico di rilevanza nazionale è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

21 dicembre 2011 0

Affluenza record al Presepe a grandezza naturale di Serrone

Di admin

Continuano senza sosta, a Serrone, le visite dei ragazzi delle scuole delle province di Roma e Frosinone al presepe a grandezza naturale più grande del Lazio. Sempre maggiore, infatti, è il successo dell’iniziativa realizzata dall’Assessorato al turismo del Comune di Serrone che, per tutto il mese di dicembre, ha predisposto degli itinerari di visita per bambini che ruota intorno al suggestivo presepe che anima vicoli e piazze del centro storico di Serrone con la magia delle figure create dallo scenografo Santi Migneco. E si è superata già la soglia dei 700 bambini in pochi giorni. Fatta eccezione per i giorni di forte pioggia, infatti, tutti gli altri giorni almeno un gruppo è sempre arrivato in visita, accompagnati alla scoperta della natività dalla passione e dalla competenza dei membri dell’Associazione Culturale Serrone. Oltre alle visite dei ragazzi, è sempre possibile aderire alle diverse proposte fatte per gli adulti (visibili sul sito www.comune.serrone.fr.it o su Facebook a Comune di Serrone) per visite guidate per gruppi di mezza giornata o giorno intero, compreso pranzo tipico a buon prezzo e degustazione in cantina.

Senza contare che per tutto il periodo delle festività, a Serrone molti sono gli appuntamenti con musica, eventi religiosi e cultura, con la particolare mostra Herbario Magico in 3D (curata dall’Info Point) e “Boom! Gli archivi raccontano gli anni ’50”, realizzata dal Sistema Archivistico Intercomunale (Acuto, Paliano, Piglio e Serrone) che, dopo le precedenti edizioni dedicate a emigrazione, baliatico e seconda guerra mondiale, ripercorre adesso gli anni del periodo della ricostruzione e della ripresa nell’Italia degli anni Cinquanta.

“Un programma ricco – commenta l’assessore Enilde Tucci – che ci ha permesso di essere inseriti nell’ambito di ‘Ciociaria Cuore del Natale’, la serie di manifestazioni natalizie che la Provincia di Frosinone promuove per pubblicizzare la Ciociaria con i tanti eventi che animano i centri storici delle nostre città addobbati a festa. Essendo quella di Serrone una manifestazione di eccellenza, che si ripete ormai da 14 anni, l’assessore provinciale al turismo, Massimo Ruspandini, ci ha inserito nel programma e nella promozione che la Provincia ha fatto, con diffusione di migliaia di brochure che circolano anche a Roma, alla Stazione Termini, a piazza di Spagna e in altri luoghi di grande affluenza. Un’occasione che ci consente di far conoscere la nostra proposta e di attirare ulteriori visitatori”.

Soddisfazione viene espressa anche dal sindaco, Maurizio Proietto, che ricorda anche tutte le altre iniziative dedicate ai più piccoli e ai più grandi che, per tutto il mese, fanno di Serrone la meta migliore anche per tutte quelle famiglie che vogliano vivere il gusto del Natale senza rinunciare ad un buon piatto di cucina tipica e un ottimo calice di Cesanese o di Passerina.

21 dicembre 2011 0

Natale amaro per i lavoratori licenziati del Cassinate

Di admin

Da A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo: Nell’anno 2011 la crisi ha colpito 15 mila famiglie. Tutti i settori sono interessati alla “tempesta”.

Dai metalmeccanici , al commercio, alla sanità , in ogni comparto vi sono stati numerosi licenziamenti.

A questi si aggiungono circa 9 mila lavoratori e lavoratrici che al 31 dicembre finirà la mobilità in deroga e rimarranno con l’inizio del nuovo anno senza alcun sostegno economico. Come gli ex dipendenti della TEKNA SRL o quelli della DECO.

E’ un Natale amaro per molte famiglie del cassinate.

Molti non riceveranno la tredicesima e lo stipendio, vivono nell’incognita della scadenza del proprio contratto di lavoro e aspettano la fine della cassa integrazione. In molti sperano di trovare un lavoro sotto l’albero..

Un Natale in cui, oltre alle vetrine illuminate delle strade dello shopping, ci sono le proteste di chi si vede negare un diritto.

Perchè nel frattempo il nuovo Governo anzichè creare nuova occupazione e riformare gli ammortizzatori sociali, intende procedere ad eliminare i diritti acquisiti , a quei pochi che c’è l’hanno, come l’art.18. Non resta che scioperare.

In queste settimane si è consumato anche il dramma dei 500 dipendenti, tra questi anche lavoratori di origine cassinate, della Wagon Lits, società che gestisce servizi ferroviari nel settore dei vagoni letto. Licenziati non perché l’azienda d’oltralpe sia in crisi, ma perché il lavoro sarà svolto dai francesi.

Un quadro reso ancora più desolante dai dati diffusi ALCUNI GIORNI FA’ dalla Confindustria che ipotizza per il 2012 la perdita di altri 219.000 posti di lavoro in tutto il Paese che, sommandosi a quelli persi negli scorsi anni, porteranno nel 2013 ad 800.000 il numero dei nuovi disoccupati; il mercato del lavoro, dunque, da un lato nega l’accesso ai giovani e dall’altro espelle in quantità sempre maggiore coloro che sono occupati.

L’A.S.La COBAS chiede alla governatrice della Regione Lazio Renata Polverini una politica in grado di dare risposte e di stanziare subito i fondi per il rinnovo degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2012 che potrebbero rappresentare una boccata di ossigeno per il territorio .

21 dicembre 2011 3

Autostrade lancia Overload Tutor, innovativo sistema per il controllo del peso dei veicoli commerciale e industriali in movimento

Di admin

Nasce Overload Tutor. Autostrade per l’Italia, da sempre attenta ai temi di sicurezza stradale, ha realizzato questo innovativo progetto di pesatura dinamica dei mezzi pesanti in movimento sulla propria rete che sfrutta la tecnologia del Tutor. L’Overload Tutor è un sistema di pesa dinamica che misura la massa dei veicoli – ossia il secondo elemento che caratterizza l’energia cinetica di un corpo in movimento – che rappresenta un elemento spesso ignorato ma alla base di incidenti gravi, anche a basse velocità. Il progetto, sviluppato d’intesa con la Polizia Stradale, ha l’obiettivo di contribuire alla sicurezza degli utenti, attraverso un controllo dei mezzi con carichi in eccesso rispetto ai limiti di legge. Allo stato attuale, le infrazioni per peso oltre i limiti previsti dal nuovo codice della strada possono essere sanzionate solo se la pesatura viene effettuata con il mezzo fermo su una postazione statica omologata. La novità del progetto sta quindi nell’affiancare ad una postazione di pesatura statica, un’altra dinamica – Overload Tutor – in grado di pesare i mezzi in movimento, posizionandola lungo l’autostrada circa 10 km prima dell’area di sosta dove è presente la pesa per il controllo statico. Il sistema nasce sulla base della tecnologia sviluppata per il Tutor. Si compone di sensori installati nella pavimentazione (4 sensori per ogni corsia) capaci di individuare, con estrema precisione per ogni veicolo, la classe, il numero di assi, la velocità e il peso, e di telecamere poste su un portale in grado di acquisire immagini digitali con elevata risoluzione grafica in modo da consentire alla Polizia Stradale di individuare e fermare il mezzo in eccedenza di carico. L’Overload Tutor è collegato tramite la rete UMTS con un portatile in dotazione alla Polizia stradale sul quale vengono visualizzate in sequenza le immagini dei veicoli in sovrappeso rilevati, con data e ora del transito e tempo di arrivo stimato. Questo nuovo sistema fornisce alle pattuglie della Polizia Stradale uno strumento di altissima precisione in grado di rendere il loro operato mirato e non più basato su controlli a campione. “E’ un progetto complesso – ha dichiarato Riccardo Mollo, Condirettore Generale Operations & Maintenence di Autostrade per l’Italia – basato su tecnologia innovativa, al quale abbiamo lavorato a lungo insieme alla Polizia Stradale e nel quale crediamo molto. Dopo gli eccellenti risultati del Tutor, che ha contribuito ad abbattere di oltre il 70% il tasso di mortalità sulla nostra rete, siamo convinti che l’Overload Tutor rappresenti un ulteriore passo in avanti per la sicurezza dei nostri utenti perchè svolgerà una funzione deterrente verso comportamenti che sono spesso alla base di incidenti gravi. Il sistema, segnalando i soli mezzi sovraccarichi per il successivo fermo, risulta di grande utilità per tutto il settore dell’Autotrasporto, evitando inutili perdite di tempo per i mezzi in regola. Il Progetto si propone quindi di agire sul fronte della sicurezza a favore di tutti gli utenti, compresi gli autotrasportatori, con l’obiettivo di modificare e prevenire comportamenti di guida non corretti, ed è per questo motivo che ha trovato il supporto del Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori, del Codacons, e degli altri Componenti della Consulta per la Sicurezza e Qualità del Servizio Asaps, Adoc, Federconsumatori, Adusbef, Adiconsum, Rai Isoradio e Quattroruote, da sempre attenti a promuovere iniziative sulla sicurezza stradale. Al momento Autostrade per l’Italia ha installato 5 postazioni di Overload Tutor, dislocate sulle direttrici dove maggiore è il flusso di mezzi pesanti.

21 dicembre 2011 0

Piccolo credito: l’indebitamento per tutti. È giunta l’ora di vietarne la pubblicità

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Il piccolo credito o finanziamento al consumo è una delle piaghe moderne per la nostra società. Quante migliaia e migliaia di cittadini continuano a cadere nel vortice infernale dell’indebitamento quasi incoscientemente? Secondo alcuni studi si parla di cifre da capogiro con un aumento del 50% tra il 2003 e il 2009. Uno dei dati più drammatici riguardano i giovani che attratti da offerte promozionali e dal desiderio di possedere tutto ciò che è più trendy si ritrovano a dover pagare rate su rate, tant’è che la cifra di coloro i quali si indebiterebbero prima dei 25 anni si assesterebbe intorno all’80% del totale e non sarebbero rari i casi di giovani che già a 20 anni si trovano con una “zavorra” di 20 – 30.000 euro a testa.

È ormai opinione comune, infatti, che la facilità relativa ai finanziamenti e la pubblicità martellante che fa da pungolo continuo, spingono molti giovani verso l’accesso a questa forma di “denaro facile”.

Per Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” è giunta l’ora di porre un primo importante argine a questo fenomeno partendo da un presupposto quanto mai necessario e drastico: in Italia si dovrebbe vietare ex lege la pubblicità per il piccolo credito e per i finanziamenti al consumo.

21 dicembre 2011 0

Terremoti, lieve scossa in provincia di L’Aquila

Di admin

Una scossa sismica stata avvertita dalla popolazione nella provincia di L’Aquila. Le località prossime all’epicentro sono San Panfilo d’Ocre, Fossa e L’Aquila.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 9:36 con magnitudo 1.9

21 dicembre 2011 0

Rocca D’Evandro, Lenola e Coreno , Real Sordella le capolista. Si riprenderà il 7 gennaio per le ultime tre gare d’andata

Di redazionecassino1

Dodicesima giornata del campionato di ‘Eccellenza’ caratterizzata da un notevole numero di reti segnate. Sono, infatti, ben 39 le marcature messe a segno. Vincono tutte le squadre di alta classifica, con punteggi che non lasciano spazio a dubbi sulla loro consistenza e forza agonistica. Rocca D’Evandro infligge un sonoro 5 a 1 a Shascia Boys e raggiunge quota 30 punti in classifica generale confermandosi sempre più regina del torneo e mettendo un discreto margine di vantaggio sulla diretta inseguitrice, La Ferrara. Non basta, infatti, a quest’ultima il 5 a 0 rifilato a Castelnuovo per ridurre lo svantaggio che la separa dalla capolista. Il secco 4 a 0 inflitto dalla Longobarda Pontecorvo al Vairano Scalo permette alla formazione della Città dei due fiumi di raggiungere, al secondo posto a quota ventitré, La Ferrara. Terzo posto questa settimana occupato da Cenceglie Sora che pur non andando oltre il pareggio 1 a 1 Soccer School riesce a staccare le altre pretendenti tutte distanti pochi punti e vittoriose nei loro incontri. Vincono, infatti, sia Cerreto, 4 a 2, contro Atletic Mignano e Galluccio, 2 a 1, ai danni del Moscuso. Tre punti importanti li conquista anche un’altra pretendente ai piani alti della classifica, Pol. Insieme Ausonia, che li ottiene, nell’unica vittoria esterna della giornata, sul terreno insidioso di Acquafondata, per 3 a 1. Nel girone ‘A’ del campionato di Promozione, sono due le squadre che si dividono il primato in classifica, ma solo una risulta vittoriosa nella dodicesima giornata. Amatori Lenola, deve dividere la testa della classifica con Freedom Coreno, a quota ventiitre, visto il passo falso che l’ha vista soccombere, 3 a 1, contro Colle S. Magno. Vince invece la formazione aurunca, Freedom Coreno, che batte 3 a 1 Arce. È tuttavia lo scontro tra Real Valle e The Food’s Brothers a calamitare l’attenzione per il punteggio finale di 4 a 4, nella odierna giornata del torneo. Tre squadre si dividono la piazza d’onore dietro a Coreno e Amatori Lenola, a quota ventidue punti, Tecnostore Roccasecca, 3 a 0, conquistato sul terreno di Piedimonte, unica vittoria esterna del gruppo, Corsari Colfelice, vittorioso contro l’altra formazione pontina, Nuova Lenola, per 2 a 1 e Amatori Aquino, ferma per il turno di riposo. Nel girone ‘B’ a far notizia è anche qui il considerevole numero di reti messe a segno, ben 30. Spicca in particolare il 7 a 0 del Calcio Lara (nella foto) ai danni del Real Collecedro, ma anche il 5 a 0 inflitto da La Leggenda di Nai al Pignataro, che consente ai padroni di casa di piazzarsi al terzo posto in classifica a quota 23 e ad un solo punto dalla seconda, S. Andrea, sconfitta in casa, 0 a 2, da Rocca D’Evandro 2011. Pareggia la capolista Real Sordella, 2 a 2, opposta a Cassino Doc che riesce nell’impresa con una prova di carattere a strappare un punto sul terreno di una formazione che guida da tempo la classifica ed il torneo. La squadra di Losani, sembra aver trovato la grinta giusta per scalare ancora la classifica. È la sonora sconfitta casalinga del Villa Latina, 2 a 5, contro il Casale a caratterizzare anche la 12esima di campionato. Restano solo tre giornate dal ‘giro di boa’ che assegnerà il titolo di Campione d’Inverno molte le squadre impegnate nel raggiungerlo e la battaglia sarà assicurata, ora il meritato riposo per la sosta natalizia, si riprenderà il prossimo 7 gennaio, per il rush finale del girone di andata. Felice Pensabene