“Universo Sposi” fra storia, tradizioni e valorizzazione del ‘made in Lazio’

9 dicembre 2011 0 Di redazionecassino1

E’ stato un tuffo nella storia ad inaugurare Universo Sposi: la rassegna dedicata ai matrimoni ospitata presso il centro commerciale  di Piedimonte San Germano. A tagliare il nastro inaugurale è stato il presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abruzzese, seguito dal corteo storico dell’associazione Contea d’Aquino sette coppie celebri in abiti dell’epoca: il generale romano Bonoso con la principessa Gotica, Giustiniano e Teodora di Bisanzio sposi nel 527, gli sposi longobardi del VI secolo, Ruggero II de L’Aquila e Adelasia d’Aquino sposi nel 1266, Ruggero II Sanseverino e Teodora d’Aquino sposi nel 1550, Vespasiano Colonna e Giulia Gonzaga nel Rinascimento, Giuseppe ed Anita Garibaldi nel Risorgimento. Per il presidente Abbruzzese «Si tratta di un’iniziativa importante per la valorizzazione del Made in Lazio, soprattutto se si considera che tutti gli atelier presenti sono locali ed accomunati dal fatto tutti che disegnano, cuciono e realizzano interamente in house i loro capi. Inoltre è l’occasione per la valorizzazione di alcuni dei posti più suggestivi del territorio, dei menù a base di prodotti tipici locali dimostrando che è possibile il binomio raffinatezza – tipicità. L’idea di abbinarli ad un corteo storico con gli abiti che raccontano i grandi matrimoni d’epoca è poi un modo intelligente per riscoprire la storia». Non solo commercio, quindi, ma anche storia. «E’ un nostro obiettivo – spiegano dalla direzione del centro commerciale che ha organizzato l’evento – avvicinare il più possibile la cultura al territorio, stimolare la riscoperta dei valori tradizionali e storici di questa terra con la maggiore spontaneità e naturalezza che siano possibili, crediamo che abbinare il commercio alla conoscenza sia il mezzo migliore e più efficace per la crescita». Per l’amministrazione comunale di Piedimonte San Germano, Ettore Urbano sostiene che «è fondamentale unire la cultura al commercio, ogni volta che le comunità hanno smesso di incontrarsi e scambiarsi beni e informazioni è iniziato il loro declino». Il presidente della Banca Popolare del Cassinate, Donato Formisano, ha espresso l’auspicio che «anche questa iniziativa vada a stimolare i consumi, promuovendo le aziende del territorio».  La rassegna, oltre agli abiti da sposa e cerimonia, ristoranti e relaise locali, propone un’ampia gamma di arredi per cerimonia, bomboniere, articoli da regalo, book fotografici dagli stili differenti, rare auto d’epoca. Il gran finale ci sarà durante il pomeriggio di domenica dalle ore 17, infatti,  inizieranno le sfilate degli abiti da sposa e sposo realizzati dagli atelier locali.