Fincantieri, i lavoratori rigettano l’accordo siglato da Fim e Uilm

29 dicembre 2011 0 Di admin

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo:

Sono esasperati i lavoratori dei cantieri navali Fincantieri che con un comunicato unanime hanno rigettato l’accordo firmato da FIM e UILM sulla cassa integrazione.

Infatti gli operai continuano lo sciopero ad oltranza.

Il 2 gennaio è prevista una assemblea in tutti gli stabilimenti e in quella occasione saranno presenti anche i delegati A.S.La COBAS per chiedere con forza all’azienda di individuare soluzioni alternative ai licenziamenti per gli esuberi dichiarati.

A.S.La COBAS chiede a Fincantieri di presentare un piano industriale credibile con il mantenimento di tutti i livelli occupazionali.

Intanto ieri Donato Volpato dell’A.S.La COBAS di Genova ha incontrato gli operai davanti ai cancelli dello stabilimento Fincantieri di Genova Sestri Ponente.

Al presidio si sono aggiunti anche i lavoratori degli appalti che sono anch’essi a rischio occupazione.

Ad Ancona, dopo le durissime proteste ,i due delegati della Fim-Cisl e quello della Uilm si sono dimessi.

La cantieristica navale italiana ha urgente bisogno di riorganizzazione e investimenti validi.