Il pianista irpino Gianluca Di Donato incanta Veroli

20 dicembre 2011 0 Di redazione

Domenica di grande musica quella che gli appassionati hanno assistito a Veroli nel meraviglioso contesto della Cattedrale Sant’Andrea.
Il M° Gianluca Di Donato, noto pianista avellinese di grande fama, ha infatti regalato al folto pubblico accorso una pregevole esecuzione artistica di brani magistralmente eseguiti e suonati con tecnica e profondo sentimento.
Tra il numeroso pubblico presente vi era anche l’ex Prefetto di Frosinone il dr. Piero Cesari, il Sindaco di Veroli prof. Giuseppe D’Onorio, la Presidente della Commissione Cultura del Comune di Frosinone Gerardina Morelli e vari Assessori e Consiglieri Comunali di Veroli.
Di pregevole fattura i brani eseguiti dal M° Di Donato per un programma che ha visto l’esecuzione di due Sonate di Domenico Scarlatti, l’Arabesque op. 18 di Schumann, la Sonata “Al Chiaro di Luna” di Beethoven e gli Improvvisi op. 90 di Schubert.
Il concerto è iniziato con due sonate di Domenico Scarlatti eseguite con quell’eleganza ritmica tipica del compositore partenopeo. L’Arabesque op.18 di Schumann è stato il secondo brano proposto, eseguito con stile e passione, caratteristiche queste tipiche da sempre dell’opera di Schumann e che hanno visto nel M° Di Donato una pregevole esecuzione.
Ma è stata con la Sonata op. 27 nr. 02 “Al Chiaro di Luna” di Beethoven che il pianista irpino si è davvero superato: la fissità armonica cadenzata da una serie proporzionata di scale con le quali il M° Di Donato ha suonato, ha lasciato tutti davvero stupiti. Era davvero impossibile non lasciarsi andare alla melodia ed alla musicalità che fuoriusciva da quei tasti egregiamente suonati dal talento irpino.
Nel secondo tempo, il M° Di Donato, ha proposto gli Improvvisi Op.90 di Schubert, autore del quale il pianista avellinese è considerato uno dei massimi esponenti. L’esecuzione di tale studio è stata davvero magistrale: il tono altamente sognante con il quale il pianista Di Donato ha suonato tale studio ha lasciato senza parole il pubblico partecipante il quale si è felicemente lasciato andare alle note incantate di tale opera.
Il pubblico, a fine concerto, si è alzato in piedi per tributare una meritata ovazione al pianista Di Donato, il quale ha ringraziato loro concedendo due applauditissimi bis.
Al termine, il Sindaco di Veroli prof. D’Onorio ha omaggiato il M° Di Donato di alcuni libri sulla storia di Veroli ringraziando il pianista irpino per l’emozione suscitata e la grande musica eseguita.
Di assoluta meraviglia le parole espresse dall’ex Prefetto di Frosinone dr. Piero Cesari, il quale anch’egli ha voluto omaggiare il pianista avellinese con un libro di poesie da lui scritte e di recente presentato proprio a Veroli.
“”Sono davvero onorato di aver suonato in questa meravigliosa Cattedrale e davanti ad un pubblico così attento e silenzioso. I miei complimenti vanno all’Associazione Culturale “Musica ed Emozioni” per la passione e l’impegno, assolutamente gratuito, con la quale hanno organizzato l’evento”” Queste le parole del M° Di Donato al termine del concerto alle tante persone che con entusiasmo si sono rivolte al pianista avellinese per farsi firmare autografi sui libretti di sala o sul nuovo cd, di recente uscito, “The sound from silence” del M° Di Donato.
Infine, al concerto, che è stato interamente ripreso dalla FiuggiWebTv, è stata anche abbinata una raccolta fondi, in collaborazione con il personale dell’UNITALSI, da devolvere in beneficenza al progetto “Cuore di Latte”, un modo questo per sentirsi anche vicino ad altre esigenze.