Regalo cani per Natale, la truffa è servita sul web

17 dicembre 2011 0 Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo:

In questi giorni si stanno moltiplicando gli annunci “regalo cane” che vengono pubblicati prevalentemente sui siti di annunci gratuiti, ed ovviamente dietro molti di questi annunci si nasconde l’ennesima truffa denominata del “cane di natale”.

Il sistema è sempre lo stesso.

I truffatori postano su diversi siti internet annunci dove si dicono disponibili a regalare dei cani di razza, adducendo motivi plausibili (trasferimento all’estero, troppi cani che non riescono a mantenere e altri motivazioni).

Si tratta di un trabocchetto ben congeniato, in quanto in questo periodo pre-natalizio sono tante le persone che vorrebbero regalare ai loro cari un cane o un gatto ma che non hanno la possibilità di poterlo acquistare specialmente se di razza i cui costi spesso sono alti per le tasche degli italiani medi (anche se molti li vendono a rate – altra pratica da evitare).

Rispondendo all’annuncio l’ignaro truffato riceve una prima email scritta in cattivo italiano dove gli si chiede il pagamento di una piccola somma, che di solito non supera i 150 euro (a fronte di un cane di razza il cui costo spesso si aggira attorno ai 500-100 euro) come spese per il viaggio dell’animale.

Arrivati a questo punto viene chiesto di inviare i soldi attraverso un money-tranfert o un vaglia online internazionale postale intestati a persone residenti prevalentemente in Camerun, ma anche in altri paesi africani ed in Francia.

Passati alcuni giorni si riceve una nuova email dei truffatori con la quale viene chiesta una ulteriore piccola somma a copertura di una fantomatica assicurazione internazionale o per il fantomatico pagamento di una pensione in quanto il volo con cui viaggiava il cane guarda caso arriva sempre a Madrid o in Svizzera.

Ovviamente si tratta di un falso.

A questo punto più si paga più si riceveranno mail con richiesta di ulteriori soldi e dei cani nemmeno l’ombra. Infatti la truffa è fatta su livelli sovrapposti e può arrivare a far scucire all’ignaro truffato da 150 fino a 3000 euro senza ovviamente vedere l’ombra del cane che non esiste.

Qualora si dovesse cadere in questo tipo di truffa l’invito è quello di rivolgersi immediatamente alla polizia postale e se si vuole si può anche contattare AIDAA per avere delucidazioni.

I truffati sono oramai diverse centinaia, che si sommano ai migliaia di truffati dalla truffa-sorella dei cani del Camerun che ha avuto negli ultimi due anni almeno 25.000 tra truffati e tentativi per fortuna andati a vuoto. Truffa sulla quale è aperta un importante inchiesta delle forze dell’ordine. “Le segnalazioni della truffa che abbiamo voluto chiamare dei cani di Natale sono in aumento – ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – e per questo abbiamo deciso di denunciare il pericolo ed allo stesso tempo di mettere a disposizione il nostro telefono arancione che rimane aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20 per poter dare consigli a coloro i quali pensano di poter finire o di essere finiti in questa truffa abbiamo anche messo a punto alcune piccole regole per scoprire la truffa e non cascarci anche se purtroppo sono ancora tanti quelli che ci cascano”.

TELEFONO ARANCIONE DI AIDAA – ANTI TRUFFA 392 6552051 TUTTI I GIORNI DOMENICHE COMPRESE DALLE 10 ALLE 20.

ALCUNI CONSIGLI PER EVITARE LA TRUFFA DEI CANI DI NATALE.

– Se qualcuno ti offre in regalo un cane e chiede soldi per il trasporto aereo in quanto il cane viene dall’estero stai molto attento nel 90% dei casi nasconde una truffa.

– Se rispondi ad un annuncio di chi regala un cane di razza, accertati che questo cane esiste, sia in Italia e soprattutto se puoi prima fatti mandare un fotografia con data del cane e numero del libretto veterinario

– Se hai dei dubbi contatta un’associazione animalista del luogo di dove risiede colui che ti regala il cane e fai fare un controllo, se il cane è microchippato chiedi il numero del microchip in modo da poter verificarne l’autenticità e chiedi la disponibilità del passaggio immediato di proprietà

– Se il cane non è microchippato chiedi la disponibilità a iscriverlo a tuo nome immediatamente

– Diffida da chiunque ti chiede soldi preventivamente

– Diffida da coloro che ti mandano email scritte in cattivo italiano e chiaramente tradotte con il traduttore del computer con le quali ti chiedono soldi o trasmettono strani documenti di viaggio dell’animale. E’ uno dei mezzi più usati dai truffatori.

– Se ti dicono che il cane viaggia dall’estero, fatti mandare copia del passaporto internazionale del cane, che senza quello non può viaggiare.

– Se nonostante tutto non sei convinto della bontà dell’annuncio e pensi che si nasconda una truffa avvisa la polizia postale anche via telematica e chiama il numero arancione di AIDAA al 392 6552051 saremo lieti di aiutarti.