Giorno: 2 gennaio 2012

2 gennaio 2012 0

Via Ausonia Vecchia: rapina al distributore Agip. Bottino circa 3000 euro

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Erano da poco passate le diciotto,quando quattro individui con il volto coperto da passamontagna hanno rapinato il gestore del distributore Agip di via Ausonia Vecchia a Cassino. I quattro malviventi hanno puntato una pistola sul volto del titolare rapinandolo dell’incasso della giornata, circa tremila euro.  

Il quartetto è poi fuggito lungo una stradina secondaria a bordo di una vecchia Fiat Croma. La Polizia, agli ordini del dottor Putortì, ha fermato una persona, al momento sotto interrogatorio in commissariato.

 

2 gennaio 2012 0

Maltempo, da stanotte temporali sul medio Tirreno e su Sicilia

Di admin

La perturbazione di origine atlantica che sta interessando il nostro Paese, responsabile di condizioni di instabilità su buona parte del centro-nord e forti venti sui bacini occidentali, sarà attiva nelle prossime ore sul Tirreno centro-settentrionale per poi portarsi rapidamente verso sud, determinando una fase di tempo perturbato sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sicilia.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra ed estende quello diffuso ieri e che prevede precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio e Campania, in rapida estensione alla Sicilia. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

2 gennaio 2012 0

Pensioni oltre i mille euro: nuove modalità di riscossione

Di admin

L’Inps informa che sono state inviate circa 450 mila comunicazioni ai pensionati che percepiscono pensioni mensili di importo complessivamente superiore a mille euro, pagate in contanti, per invitarli a comunicare all’Istituto entro il mese di febbraio 2012 modalità alternative di riscossione. Come è noto, la legge n. 214 del 22 dicembre 2011 ha stabilito che le Pubbliche Amministrazioni devono utilizzare strumenti di pagamento elettronici, disponibili presso il sistema bancario o postale, per la corresponsione di stipendi, pensioni e compensi di importo superiore a mille euro (limite che potrà essere modificato in futuro con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze). L’adeguamento alle nuove modalità di pagamento dovrà avvenire entro il 6 marzo 2012. L’Istituto quindi non potrà effettuare pagamenti in contanti di importo superiore a mille euro a partire dal 7 marzo 2012. I pensionati che stanno ricevendo la lettera dell’Istituto potranno comunicare entro il mese di febbraio 2012 le nuove modalità di riscossione, scegliendo tra l’accredito in conto corrente, su libretto postale o su carta ricaricabile. La richiesta di variazione della modalità di pagamento potrà essere inoltrata attraverso il sito istituzionale da parte dei soggetti in possesso di PIN, oppure direttamente ad una Struttura Territoriale dell’Istituto. In alternativa, la richiesta potrà essere fatta presso gli uffici bancari o postali, secondo le consuete modalità.

2 gennaio 2012 0

“Arbitraggio Fiscale” tra Italia e Germania: Federcontribuenti parla di condono deplorevole

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Federcontribuenti riceviamo e pubblichiamo:

Il colosso tedesco Bosch era stato fatto oggetto di accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate, precisamente, sotto la lente, era finito un ufficio torinese dove si testano i prototipi dei prodotti poi commercializzati ovunque, ritenendolo evasore in Italia dal 1997 a oggi per circa 1 miliardo e mezzo di euro. Un lungo lasso di tempo, tenuto lontano dalla stampa, dove Bosch contestava la lettura dell’Agenzia delle Entrate, inquadrando l’ufficio di Torino come una società di consulenza, e ribadendo non si trattasse di frode fiscale, ma, di una questione di interpretazione, visto che le imposte sono state pagate in Germania. La Procura di Milano, il dipartimento guidato da Francesco Greco aveva aperto un fascicolo sui possibili riverberi penali della vicenda, studiati dal pm Carlo Nocerino, ritenuti inesistenti per la difesa degli avvocati Domenico Aiello, Giuseppe Bana e Fabio Cagnola.

Fino a decidere per un ”condono” fiscale, infatti, « l’Agenzia delle Entrate si accontenta di 300 milioni di euro e rinuncia ad altri 1.100 milioni dalla tedesca Bosch». Finocchiaro, presidente della Federcontribuenti, chiede una ulteriore verifica da parte degli organi inquirenti, « le condizioni per uno “sconto” tanto grande per la multinazionale tedesca sono inesistenti, del tutto inventate. Mentre le multinazionali ottengono grandi sconti, noi italiani subiamo verifiche fiscali e condanne tributarie indegne. È tempo si prenda in considerazione una legge specifica ha normalizzare, fiscalmente, queste multinazionali che operano in Italia ma che non sono soggette al nostro fisco. Un danno enorme all’Erario. »

2 gennaio 2012 0

“Il pelo è mio e lo gestisco io”, campagna anti pellicce 2012 di Aidaa

Di admin

Parte la campagna 2012 di AIDAA contro la vendita e l’uso delle pellicce.

La campagna che si svolgerà su tutto il territorio nazionale con diversi momenti che si snodano durante tutto l’anno avrà come testimonial la ex pornostar Emanuelle Cristaldi (ora dj nota con il nome di aka shanghai69 dj).

La campagna AIDAA contro la vendita e l’uso delle pellicce si articolerà in diversi momenti, sono previsti tre incontri pubblici nel prossimo autunno a Milano-Roma e Firenze in cui gli esperti parleranno delle razze degli animali da pelliccia in via di estizione e del maltrattamento e della crudeltà a cui sono sottoposti questi animali negli allevamenti intensivi, rendendo anche noti i dati sempre aggiornati di quanti milioni di animali ogni anno vengono sacrificati per realizzare non solo pellicce, ma anche interni e colli di giubbotti e cappotti, guanti, stole e tutti gli accessori che conosciamo.

La campagna avrà anche dei momenti più spiccatamente comunicativi “in tema con il titolo” attraverso una serie di flash mobe volanti nelle adiacenze delle maggiori pelliccerie italiane e anche all’interno dei negozi in cui oltre alla testimonial parteciperanno anche uomini e donne che attraverso azioni non violente ed improvvise metteranno “a nudo” la problematica per dire No alle pellicce.

Inoltre la campagna prevede anche una serie di 12 manifesti e locandine (uno per ogni mese) alcuni dei quali informativi altri volutamente provocatori che saranno affissi anche nelle città e che diventeranno poi il primo calendario anti-pelliccia 2013 di AIDAA.

“Ogni anno nel mondo sono decine di milioni gli animali che vengono uccisi in natura, ma anche allevati appositamente per essere ammazzati e il loro pelo usato per farne pellicce – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – noi con la nostra campagna che abbiamo provocatoriamente chiamata il pelo è mio e lo gestisco io vogliamo denunciare questo inutile massacro sia attraverso convegni ed azioni di denuncia dimostrativa dai toni espliciti e molto forti ma assolutamente non violenti che avranno il pregio della sorpresa. Un grazie speciale a Sabrina Barsotti in arte Emanuelle Cristaldi che si è offerta con l’entusiasmo che la contraddistingue a sostenere la nostra causa e diventando cosi la testimonial della campagna 2012 anti pelliccia di AIDAA una campagna necessaria ancora di più se si pensa che nel 2011 il mercato della pellicceria dopo anni di oblio ha avuto una forte impennata di vendite. Spiegare come si massacrano gli animali- conclude Croce- per vestire delle persone può aiutare a rinunciare a questo capo che di fatto è realizzato con l’involucro esterno dei cadaveri di animali”.

2 gennaio 2012 0

Le bombe “ammazzano le riforme”

Di admin

Populismo? Retorica? «Stiamo attenti – , dice il numero uno di Federcontribuenti – , se è un personaggio importante come Grillo, capace di muovere le masse, di far breccia nella stragrande maggioranza degli italiani, definito come l’assimilatore degli apolitici e dove per apolitici si intendono milioni di cittadini scontenti, a non attaccare duramente gli attentati ad Equitalia, ma, quasi a giustificarli, il pericolo di trasformare una battaglia per la civiltà e per i diritti in una guerriglia delinquenziale diventa concreta. Temiamo si tenti, con questi attentati, a sabotare il tentativo di far giustizia attraverso il varo di Leggi, già pronte, e attraverso riforme che puntano a rendere l’Italia una nazione pronta a difendere i diritti dei propri cittadini. Che siano le Riforme e non le Bombe a risolvere i gravi problemi che affliggono gli italiani» Ufficio Stampa Populismo? Retorica? «Stiamo attenti – , dice il numero uno di Federcontribuenti – , se è un personaggio importante come Grillo, capace di muovere le masse, di far breccia nella stragrande maggioranza degli italiani, definito come l’assimilatore degli apolitici e dove per apolitici si intendono milioni di cittadini scontenti, a non attaccare duramente gli attentati ad Equitalia, ma, quasi a giustificarli, il pericolo di trasformare una battaglia per la civiltà e per i diritti in una guerriglia delinquenziale diventa concreta. Temiamo si tenti, con questi attentati, a sabotare il tentativo di far giustizia attraverso il varo di Leggi, già pronte, e attraverso riforme che puntano a rendere l’Italia una nazione pronta a difendere i diritti dei propri cittadini. Che siano le Riforme e non le Bombe a risolvere i gravi problemi che affliggono gli italiani»

2 gennaio 2012 0

33esima Parigi-Dakar: ennesima vittima di una corsa massacrante. Muore il motociclista Jorge Boero

Di redazionecassino1

Come da atroce tradizione la Dakar continua a mietere vittime. A cadere fatalmente sul tracciato questa volta è stato un motociclista argentino 38enne, Jorge Martinez Boero. Fatale la caduta nel corso della prima tappa da Mar del Plata a Santa Rosa della Pampa, a due chilometri dal traguardo della prima tappa della 33/a edizione della Dakar, una speciale di 57 km tra le dune di sabbia lungo l’oceano Atlantico, nei pressi di Necochea. Boero era figlio di un pilota di Gran turismo.

Boero è stato balzato di sella sulle dune, si è fratturato il torace ed è finito in arresto cardiaco. Per quanto tempestivi, i soccorsi in elicottero si sono rivelati vani, i medici della Dakar non sono riusciti infatti a rianimare Boero. Il pilota era alla sua seconda partecipazione alla gara, l’anno scorso era finito in un burrone, ma si era salvato. Su Twitter aveva scritto: “Arriverò in fondo alla corsa”. E’ l’ultima vittima di una strage che dura 33 anni.

2 gennaio 2012 0

Gli auguri per il 2012 di CittadinanzAttiva. Le previsioni del coordinatore Mario Di Litta

Di redazionecassino1

“E’ stato un anno impegnativo e oberato di lavoro per la sezione locale di Cittadinanzattiva – così interviene il coordinatore Mario Di Litta – molte sono state le problematiche affrontate e  alcuni obiettivi sono stati raggiunti. Ma molto è il lavoro ancora da svolgere perchè i problemi sono tanti e di varia natura. Il 2012 si presenta come un anno difficile e per questo motivo intendiamo continuare ad essere vicini ai cittadini e a sostenerli in tutte le problematiche che si presenteranno. I nostri sportelli sono a completa disposizione di quanti hanno bisogno, pronti ad ascoltare le loro esigenze e a cercare di risolvere i problemi. A nome mio – conclude Di Litta – e di tutti i soci di Cittadinanzattiva auguro un buon 2012 a tutti”.

2 gennaio 2012 0

La Guardia di Finanza sequestra 120 kg di artifici pirotecnici illegali. Denunciate due persone

Di redazionecassino1

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti e coordinati dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti con particolare riferimento alla nuova normativa attinente la commercializzazione di artifizi pirotecnici e materiale esplodente, i finanzieri della Compagnia di Chieti, nel corso di due distinte operazioni hanno scoperto e recuperato circa 120 chilogrammi di artifici pirotecnici, appartenenti alla IV e V categoria,  detenuti da venditori in forma itinerante per la loro commercializzazione.

Nello specifico, una prima partita di fuochi è stata recuperata nell’ambito di una perquisizione locale che i finanzieri hanno eseguito d’iniziativa dopo aver pedinato e sottoposto a controllo S.F. di 50 anni, esercente nel Teatino, che si era recato presso la propria abitazione per prelevare alcune cipolle/petardi.

 

La seconda operazione è scaturita dall’appostamento eseguito dai finanzieri in prossimità di una bancarella sulla quale apparentemente erano in vendita solo giochi pirici di “libera vendita” ove il titolare della stessa, su specifica richiesta di “materiale illegale”, faceva attendere il cliente e si allontanava dirigendosi in un attiguo parcheggio dove era posteggiata la sua Mercedes dalla quale prelevava il materiale “proibito”. Dopo aver monitorato l’atteggiamento posto in essere dall’esercente, C.P. DI 46 anni,  atteso l’ennesimo prelevamento, i militari hanno proceduto al sequestro del materiale rinvenuto all’interno dell’autovettura consistente in manufatti e batterie di vario genere e dimensioni.

 

Entrambi i soggetti sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Chieti .

 

2 gennaio 2012 0

La Provincia si farà carico dei venti lavoratori della Multiservizi

Di redazionecassino1

“La Provincia di Frosinone si farà carico, come dichiarato, dei venti lavoratori di sua competenza rimasti nella Multiservizi. La Giunta Provinciale ha varato l’atto di indirizzo con il quale si concedono due mesi di proroga in favore della Multiservizi, all’interno della quale i nostri lavoratori continueranno ad occuparsi di manutenzione delle strade, Cosap, concessioni e derivazioni.E’ questo l’ultimo atto prima della cessione di ramo d’azienda ad Apef (Agenzia Provincia Energia Frosinone) nella quale essi saranno, dunque, reimpiegati. Tengo a sottolineare come questo sia l’ennesima azione a tutela del lavoro che la nostra Amministrazione mette in campo dal momento del suo insediamento. Abbiamo operato mettendo in campo meccanismi anche innovativi e che hanno fatto proseliti, come quello per la stabilizzazione dei lavoratori precari interni, e adottiamo strategie sempre indirizzate all’ottimizzazione e alla funzionalità, oltre a rispondere all’esigenza di mettere ordine negli organici o sanare gestioni insostenibili e confuse. Quel che non possiamo fare è compiere atti illegittimi o gravare l’Ente di costi che non può sostenere”.

 

E’ quanto dichiara il Presidente della Provincia, Antonello Iannarilli.