Giorno: 3 gennaio 2012

3 gennaio 2012 0

Fiat, A.S.La COBAS proclama lo sciopero di 8 ore per il 9 gennaio in tutti gli stabilimenti Fiat e dell’indotto

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo: Il coordinamento Nazionale dell’A.S.La COBAS, riunitosi oggi a Roma, ha proclamato lo sciopero generale in tutte le aziende del gruppo FIAT e dell’indotto. I motivi della protesta sono scaturiti dalla scelta della FIAT di uscire dal contratto Nazionale metalmeccanici e firmare il contratto unico con FIM-UILM-FISMIC e UGL. L’A.S.La COBAS è CONTRARIA ALL’ACCORDO siglato prima di Natale in quanto è a danno dei Lavoratori e delle Lavoratrici perchè è una violazione dei diritti acquisiti e delle liberta’ sindacali. La FIAT , ormai, si è costruita un contratto proprio che riguarda oltre 86 mila lavoratori del gruppo. Infatti dal 1 gennaio Fiat e Fiat industrial sono uscite ufficialmente da Confindustria e da Federmeccanica. L’A.S.La COBAS non mollerà questa battaglia e lo sciopero del 9 gennaio e solo il primo dei tanti che si attueranno nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Ribadiamo che in una vera democrazia le Rapressentanze sindacali, RSU o RSA, debbano essere elette esclusivamente dai Lavoratori e non decise a tavolino dai Padroni e dai loro amici. Nel contratto unico le Rappresentanze sindacali aziendali sono previste solo per i sindacati firmatari e questo è palesemente antisindacale e antidemocratico. Ci aspettiamo una larga adesione agli scioperi da parte dei dipendenti Fiat di Piedimonte San Germano, degli altri stabilimenti in iItalia e dell’indotto. Se la FIAT non ascolterà le nostre proteste ricorreremo contro l’azienda per condotta antisindacale. Nei prossimi mesi l’A.S.La COBAS scenderà in piazza per raccogliere le firme affinchè venga chiesto al Governo di attuare una legge equa e democratica sulla rappresentanza.

3 gennaio 2012 0

Protesi mammarie PIP: utilizzato silicone industriale. Lo “Sportello dei Diritti”, è pronto a raccogliere denunce e segnalazioni

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Nuove rivelazioni nello scandalo delle protesi mammarie difettose.

Il colosso tedesco di prodotti chimici Brenntag e la filiale francese di China National Bluestar Corporation, leader nella fabbricazione di silicone, ammettono di aver venduto gel industriale alla società francese Pip /pe-i-pe/, Poly Implants Prothesys. Pip, che aveva dichiarato l’utilizzo di un gel alimentare non omologato, ha venduto 400 mila protesi difettose in tutto il mondo. Il portavoce di Bluestar International:

“Abbiamo venduto, tramite i nostri distributori, prodotti della gamma Rhodorsil, che è una gamma destinata a utilizzo industriale, come la fabbricazione di pneumatici, gli anti-schiumogeni nell’industria petrolifera (durante l’estrazione), o il trattamento delle aque di scarico”.

Il silicone industriale, 10 volte meno costoso di quello medico, ha la tendenza a rompersi. Ora resta da stabilire se estrarre le protesi difettose e chi pagherà. Una paziente:

“Non ci sono studi né a lungo né a breve termine su quello che può accaderci avendo un gel industriale nel nostro corpo. Credo che se la Sanità lo ha ritirato dal mercato, dovrebbe ritirarlo anche dal nostro corpo”.

Per il chirurgo spagnolo Jaume Serra, tutto il sistema è sbagliato:

“Vorrei che si sapesse che il sistema di vigilanza ha fallito. Ma ha fallito in Spagna perché non ci sono state denunce, come non ci sono state in Francia o in Inghilterra, perché i congressi dei chirurghi sono patrocinati dalle case commerciali e tu non vai a parlare male del tuo fabbricante”.

Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, è pronto a raccogliere denunce e segnalazioni al fine di tutelare i cittadini interessati da questo scandalo da ogni pregiudizio subito per ottenere il relativo risarcimento del danno e la rimozione delle protesi pericolose.

3 gennaio 2012 0

Terremoti, scossa di magnitudo 2.4 tra le province di Roma, Latina e Frosinone

Di admin

Un terremoto di magnitudo 2.4 è stato registrato dai sismografi dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nel distretto sismico dei Monti Lepini. Il sisma è avvenuto ad una profondità di 10.1 chilometri alle 19 e 53 minuti. I compresi in raggio di 10 chilometri dall’epicentro sono Artena (Rm), Cave (Rm), Colleferro (Rm), Labico (Rm), Segni (Rm), Valmontone (Rm), Cori (Lt) Rocca Massima (Lt). I comuni fino a 20 chilometri dall’epicentro sono Bellegra (Rm), Capranica Prenestina (Rm), Carpineto Romano (Rm), Casape (Rm), Castel San Pietro Romano (Rm), Gallicano Nel Lazio (Rm), Gavignano (Rm), Genazzano (Rm), Gorga (Rm), Montelanico (Rm), Olevano Romano (Rm), Palestrina (Rm), Pisoniano (Rm), Poli (Rm), Rocca Di Cave (Rm), Rocca Priora (Rm), Rocca Santo Stefano (Rm), Roiate (Rm), San Vito Romano (Rm), Velletri (Rm), Zagarolo (Rm), Lariano (Rm), San Cesareo (Rm), Cisterna Di Latina (Lt), Norma (Lt), Sermoneta (Lt), Paliano (Fr), Serrone (Fr).

3 gennaio 2012 0

Allarme gastroenterite virale in Italia. Non si tratta di una forma grave, ma è altamente infettiva. Responsabile è il NoroVirus

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

L’Italia è stata colpita in queste ore da una forma altamente infettiva, ma non particolarmente grave, di gastroenterite virale. I sintomi sono nausea, vomito e anche diarrea. Responsabile è il NoroVirus, che si è diffuso in varie regioni, come dimostrano le numerose segnalazioni giunte nelle varie strutture di primo soccorso.

Secondo Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, è un fenomeno che più o meno capita tutti gli inverni: tipico di questo virus è il presentarsi con delle epidemie in tutto il territorio.

Un virus invernale, quindi, facilmente trasmissibile per via orale, anche se basta il contatto con una persona o una superficie ammalata per contrarlo.

Il NoroVirus deve essere combattuto lavando spesso le mani, evitando di cucinare anche per altre persone e bevendo molto. Ha una durata media di 24-48 ore.

3 gennaio 2012 0

Diventavano blu all’apertura della busta, sequestrato dalla polizia intero lotto di mozzarelle

Di admin

In provincia di Frosinone è arrivata anche la mozzarella blu, ma non è una nuova specialità ciociara. La scoperta è stata effettuata dagli uomini della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Frosinone che hanno sottoposto a sequestro cautelativo sanitario un intero lotto di confezioni di mozzarelle, prodotte e distribuite da un nota industria casearia ed in vendita presso un grande supermercato del capoluogo ciociaro. L’operazione è scattata in seguito alla denuncia di un insegnante. Quest’ultimo, che aveva acquistato il 30 dicembre scorso una delle mozzarelle in questione, all’apertura della confezione, avvenuta di lì a qualche giorno dopo averla regolarmente conservata in frigorifero, l’ha vista assumere rapidamente, con sua somma sorpresa, un’inquietante pigmentazione blu. Eseguiti tutti gli accertamenti del caso presso l’esercizio commerciale ove era stata venduta la mozzarella in parola, gli Agenti procedevano, quindi, al sequestro dell’intero lotto del formaggio recante il citato marchio caseario, trasmettendolo, immediatamente, ai competenti Uffici dell’Asl provinciale, per l’acquisizione di ulteriori elementi investigativi. Le indagini sono tuttora in corso.

3 gennaio 2012 0

Ordigno nell’androne a Lanciano, nel palazzo ci abita un magistrato. La procura apre un fascicolo

Di redazione

Ordigno nell’androne del palazzo in cui abita il sostituto procuratore Rosaria Vecchi di Lanciano. Nel corso della notte, un boato ha svegliato tutti i condomini della palazzina in via dei Cappuccini. Solo al mattino, però, si sono accorti che qualcuno aveva fatto esplodere un ordigno proprio ll’ingresso del condominio. Al loro arrivo gli agenti di polizia hanno trovato una bottiglietta con del liuquido oltre che alcune apreti annerite. La residenza del magistrato ha lasciato temere inquietanti scenari, per cui è iniziata subito una indagine a partire proprio dai reperti rinvenuti. Sul posto anche il procuratore Capo Francesco Menditto che sull’argomento ha commentato:”Al momento non ci sono elementi per poter stabilire lanatura dell’ordigno e neanche per poter dire che quell’esplosione fosse un messaggio per qualcuno dei condomini”. La procura ha aperto un fascicolo contro ignoti per danneggiamenti.

3 gennaio 2012 0

Una nuova centenaria per Ferentino, quartiere Tofe in festa

Di redazione

Ferentino festeggia una nuova centenaria. Compie 100 anni domani Pietrina Valeri e il quartiere Tofe fa festa. Domani pomeriggio il parroco don Carlo celebrerà una messa presso l’abitazione di Pietrina, poichè l’anziana influenzata non può raggiungere la chiesa del quartiere. Alla celebrazione parteciperanno anche il sindaco Piergianni Fiorletta e il consigliere di zona Franco Martini. Dopo l’omelia si brinderà al secolo di vita della residente. Per l’occasione l’amministrazione comunale donerà una targa ricordo alla signora Valeri. “Accogliamo con entusiasmo e affetto queste ricorrenze – ha detto il sindaco Fiorletta — che testimoniano i casi di longevità di diversi concittadini. Anziani che vivono e dimostrano dignità e signorilità, accuditi con amore ogni giorno dai familiari e dalla comunità”. Aldo Affinati

3 gennaio 2012 1

Dal 1° gennaio il tenente Giuseppe Acquaro, nuovo comandante della Polizia Municipale

Di redazionecassino1

Dal primo Gennaio 2012,  si è provveduto alla nomina fiduciaria (per la durata di quattro mesi) del Tenente Giuseppe Acquaro quale dirigente della Polizia Locale di Cassino. Nella sua persona sono stati riconosciuti i titoli e le qualità professionali, oltre che le competenze, necessarie per la carica di cui il Tenente Acquaro è stato investito. “Auguriamo al neocomandante, si legge in una nota, quindi, di riuscire a svolgere con passione e spirito di servizio un ruolo così importante per la città di Cassino”. Dopo il fulmine a ciel sereno, quindi,  che ha visto il mancato rinnovo del contratto al maggiore Angelo Tomasso da parte del sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, e  l’investitura formale per il nuovo dirigente, il tenente Guiseppe Acquaro, già vice, dal 1° gennaio diventa il  nuovo comandante della Polizia Municipale della Città Martire ed è ufficialmente insediato nell’incarico.  L’esecutivo cittadino, quindi, ha avviato una nuova fase per la polizia municipale, chiamata a gestire importanti frangenti della vita amministrativa dei cittadini. Si apre così una nuova era per il comando della Polizia locale. «Una persona in grado di dare piena funzionalità all’ufficio», questo l’unico commento del sindaco Petrarcone sul nuovo comandante.

F. Pensabene

3 gennaio 2012 0

Inchiesta P3, chiesto il rinvio a giudizio per Verdini e Dell’Utri

Di admin

La procura di Roma ha chiesto venti rinvii a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sulla P3. Chiesto il rinvio a giudizio anche per Denis Verdini, parlamentare e coordinatore del Pdl, e per il senatore Marcello Dell’Utri, senatore. Sono tutti accusati di aver violato la legge Anselmi sulle società segrete e associazione per delinquere attraverso la costituzione e direzione della P3. A Verdini e Dell’Utri inoltre è stato contestato il reato di corruzione per vicende legate al business dell’eolico in Sardegna.

3 gennaio 2012 0

Rapina al distributore Agip, la polizia arresta un 20enne

Di admin

Come anticipato ieri, la polizia ha arrestato un 20enne per la rapina al distributore Agip, e in merito la Questura di Frosinone rifersice: Nel pomeriggio di ieri due uomini si sono presentati al distributore Agip, sulla strada provinciale Ausonia. I due, travisati e armati, con la minaccia di una pistola si sono fatti consegnare l’intero incasso della giornata, più altro contante per circa 3000 euro. Il gestore dell’impianto estremamente impaurito dall’arma, senza opporre resistenza, ha consegnato tutto il denaro, implorando i rapinatori di non provocare danni all’impianto. I due si davano precipitosamente alla fuga, ma l’immediato allarme al 113 e il tempestivo intervento degli operatori del Commissariato di Cassino hanno fatto sì che fosse rintracciato uno dei due malviventi, un ventenne di Cassino. Il rapinatore è stato arrestato, con l’accusa di rapina a mano armata e sequestro di persona. La Polizia di stato è ora impegnata per assicurare alla giustizia anche l’altro rapinatore: può essere questione di ore . In questo modo viene assicurata alla collettività una risposta tempestiva e concreta per il grave allarme originato dal ripetersi delle rapine degli ultimi tempi nel frusinate: pare che i due abbiano all’attivo responsabilità anche in episodi similari.