Botti di Capodanno, tragedie per uomini e animali

1 gennaio 2012 0 Di redazione

Due morti e 561 feriti di cui 76 minori di 12 anni, 437 arrestate o denunciate per detenzione di materiale esplodente e 1200 lanciarazzi, otto armi da sparo, e 64 tonnellate di prodotti pirici sequestrati. Sono questi i numeri della tradizionale corsa ai botti di Capodanno. Nonostante i divieti i farne uso imposti da alcuni sindaci di grandi città, quest’anno si è sparato molto, forse più dello scorso anno quando si contò un morto e si registrano una settantina di feriti in meno. Sul fronte animale, invece, l’Aidaa denuncia l’uccisione di 132 cani e 105 gatti mentre sarebbero circa un migliaio quelli fuggiti a causa dllo spavento nelle ultime sedici ore prima della mezzanotte di San Silvestro.
Ermanno Amedei