Evasione fiscale, la Finanza di Frosinone sequestrano beni per 1,3 milioni di euro

31 gennaio 2012 0 Di redazione

La Guardia di Finanza di Frosinone ha portato a termine importanti operazioni di servizio nella lotta all’evasione fiscale, sottoponendo a sequestro preventivo beni appartenenti a persone e società che avevano evaso il fisco.
Per effetto di una strategia condivisa tra il Comando Provinciale della Guardia di Finanza e le Procure della Repubblica di Frosinone e Cassino, è stata attuata un’aggressione sistematica dei beni riferibili ai responsabili di violazioni di carattere penale tributario, per cui i Reparti operativi delle Fiamme gialle hanno richiesto ed ottenuto dall’Autorità Giudiziaria provvedimenti ablativi che hanno consentito di assicurare all’Erario beni per un valore complessivo di circa 1.300.000 euro.
Particolarmente intensa l’attività operativa di questo inizio 2012: la Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone ha operato il sequestro preventivo di nr. 40 automezzi tra trattori stradali, semirimorchi e autovetture per un valore complessivo di circa 1.200.000 euro, nei confronti di 3 imprese aventi sede nel capoluogo ed operanti nel settore dell’autotrasporto per conto di terzi, ai quali, all’esito di verifiche fiscali, sono stati recuperati a tassazione basi imponibili di circa 10 milioni di euro.
Oltre ai rilievi fiscali, i responsabili legali delle società sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per la fattispecie penalmente rilevante di “sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte” e la Procura della Repubblica di Frosinone ha disposto il sequestro dei beni nella disponibilità delle società di autotrasporto coinvolte.
La Brigata della Guardia di Finanza di Ceprano ha eseguito il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per valore equivalente di due autovetture di grossa cilindrata e di alcuni rapporti bancari nella disponibilità di un imprenditore ciociaro operante nel settore del commercio di autoveicoli, per un valore pari a 26.000 euro, l’imprenditore, a seguito di verifica fiscale, è risultato aver occultato al fisco 130.000 euro di base imponibile.
Anche in questo caso, una volta rilevato il reato fiscale, le Fiamme gialle di Ceprano hanno richiesto alla Procura della Repubblica di Cassino il provvedimento ablativo del sequestro preventivo finalizzato ad una confisca per valore equivalente ricevendo condivisione dalla stessa A.G..
La Tenenza della Guardia di Finanza di Sora ha proceduto al sequestro preventivo finalizzato alla confisca per valore equivalente di numerosi rapporti bancari e di depositi per oltre 5.000 euro riferibili all’amministratore di un’azienda, operante nel sorano dedita alla fabbricazione di apparecchi elettrici.
Tale azienda, a seguito di una verifica fiscale eseguita dalla Tenenza di Sora, aveva omesso di versare l’Imposta sul Valore Aggiunto scaturente dalla dichiarazione annuale del 2008 per un importo di 68.000 euro, rilevando così un reato tributario per il quale è prevista la confisca obbligatoria per valore equivalente al profitto del reato.
La Procura della Repubblica di Cassino, anche in questo caso, condividendo la prospettazione delle Fiamme gialle di Sora, ha disposto il sequestro dei beni dell’imprenditore.