Filettino verso il Principato, pronti a chiedere il riconoscimento

1 gennaio 2012 1 Di redazione

La Costituzione è stata votata ed anche i 30 parlamentari sono stati eletti dai residenti di Filettino. Il passo successivo per il Principato è la richiesta di riconoscimento che il comitato Costituente avanzerà la prossima settimana presso la Presidenza della Repubblica e presso i presidenti di Camera e Senato. A quel punto, non resterà altro da fare che chiedere il riconoscimento presso gli altri Stati.
Impianti sciistici chiusi per mancanza di neve ma il paesino montano è preso d’assedio dai turisti. “E’ un fatto assolutamente straordinario – dichiara il sindaco Luca Sellari – L’anno scorso, il primo dell’anno, nonostante la neve, nel piazzale non c’erano più di venti auto. Oggi ci sono state oltre mille persone in giro per il paesino”. Frutto dell’effetto Principato il cui iter si sta muovendo a passi da gigante verso l’approvazione. Venerdì il referendum popolare (avevano diritto al voto i 400 residenti maggiorenni e i proprietari di almeno una casa) ha premiato con 711 si, un no e tre schede bianche la costituzione del principato nominando tra, l’altro i trenta componenti della Parlamento. Nella stessa sera si è insediato il principe reggente Carlo Taormina, nominato dall’assemblea costituente e rimarrà in carica per sei mesi dalla nomina, fino a quando non sarà ultimato l’iter e non verrà nominato il Principe ereditario da una lista di circa 700 candidati tra nobili e imprenditori italiani e stranieri. Intanto l’iniziativa voluta dal sindaco Sellari per sopravvivere al taglio dei comuni al di sotto dei mille abitanti, ha fatto breccia nell’interesse dei media mondiali. Nel piccolo comune ciociaro sono arrivate televisioni oltre che dall’Europa, dal Giappone, dalla Cina e dall’America.