Il capitano Orlando non andava arrestato. L’ufficiale dei carabinieri torna in servizio

6 gennaio 2012 0 Di redazione

A 20 giorni dal suo arresto il capitano dei carabinieri Vincenzo Orlando torna in libertà. L’ufficiale dell’arma era rimasto coinvolto in una operazione relativa alla vendita dell’acciaieria Stefana di Termoli, mentre ricopriva il ruolo di comandante della compagnia di Atessa. Ieri, il tribunale del Riesame di Campobasso ha annullato il provvedimento cautelare ma non solo, lo stesso tribunale ha annullato anche la sospensione di due mesi dal servizio. Al momento la compagnia di Atessa è retta dal tenente Antonio Moramarco.