In cinque in manette a Sezze per aver riscosso soldi destinati all’accoglienza di profughi nordafricani

20 gennaio 2012 0 Di redazione

All’alba di questa mattina a Sezze (Lt), i carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di Roccagorga e del Comando Compagnia di Terracina, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari emessa in data 17 gennaio 2012 dal Tribunale di Latina, hanno arrestato cinque persone, C.R. 42 enne di Sezze, consigliere comunale del medesimo comune, dirigente d’azienda, S.F. 39 enne di Sezze, amministratrice d’azienda, L.G. 61 enne di Sezze, impiegato, M.B. 40 enne di Sezze, impiegata, M.G.65 enne, pensionato.
I cinque sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dell’indebita riscossione e gestione della somma di 400mila euro circa, ricevuta quale contributo per l’accoglienza di 75 profughi nordafricani, provenienti da centri di accoglienza per richiedenti asilo politico.
C.R. ed S.F. espletate le formalità di rito, sono stati associati, rispettivamente, presso le Case Circondariali di Latina e Roma Rebibbia, mentre i rimanenti tre arrestati sono stati condotti presso le proprie abitazione, per rimanervi ristretti al regime degli arresti domiciliari.