Sinistra Ecologia e Libertà: attacca Palombo “troppo spesso dimentica…”

4 gennaio 2012 1 Di redazionecassino1

Duro comunicato del gruppo consiliare al comune di Cassino di Sinistra Ecologia e Libertà nei confronti del consigliere di opposizione Carmelo Palombo.

“Quanto sostenuto in questi giorni a mezzo stampa dal consigliere di minoranza Palombo, lo riteniamo assolutamente privo di riscontri oggettivi, oltre che inappropriato ed inaccettabile. Quando il Consigliere Palombo delinea un bilancio decisamente negativo dei primi sei mesi di governo Petrarcone, si guarda bene dal dire che la stragrande maggioranza delle accuse da lui mosse, in realtà sono ascrivibili a colpe della precedente gestione amministrativa di cui lui stesso era attore protagonista. Non è nostra intenzione fare dietrologia, il nostro intento è sempre stato quello di guardare avanti e lavorare per il bene comune della nostra città, ma quando si è costretti a leggere sempre le solite cose, dette da una minoranza priva di idee costruttive, la replica diventa d’obbligo. Palombo parla di mancata riforma della macchina amministrativa, dimenticando che l’attuale situazione è il frutto di almeno dieci anni di cattiva gestione politica. Parla, inoltre, stesso dell’eventualità di non ottenere il finanziamento dei parchi tematici, dimenticando che in questa circostanza che la vicenda risale al 2001 e che in  dieci anni di amministrazione Scittarelli non è stato fatto niente per portare a compimento tale progetto. A questo punto la domanda nasce spontanea: Palombo dal 2001 ad oggi dove è stato? Perché non ha fatto presente ai suoi amici, con cui per anni ha amministrato, le cose che oggi, invece continua a ripetere? Senza voler per forza di cose trovare risposte a domande che tutti si pongono, noi vogliamo comunque rassicurare il consigliere Palombo sul fatto che questa Amministrazione non da per scontato la perdita dei finanziamenti dei parchi tematici e che farà tutto quello che non è stato fatto nei dieci anni precedenti per portare a compimento tale progetto. A tal proposito chiediamo a Palombo di contribuire a trovare soluzioni per il bene della città e di non stare lì a fare solo l’uccello del malaugurio, dando l’impressione di sperare che le cose vadano male per il mero gusto di ‘tuonare’ contro l’Amministrazione. Anche perché trovare soluzioni per il bene di Cassino, sembra essere per Palombo attività secondaria, visto anche il riferimento alla Secim, per le opere compensative, che risulta essere veramente fuori luogo. Anche in questa circostanza Palombo cade in un’altra ‘dimenticanza’, omettendo di dire che il prezzo da pagare per la città sarebbe stato eccessivo, tenendo conto che il raddoppio della cubatura della struttura all’interno del Parco del Gari avrebbe causato gravi ripercussioni sia a livello ambientale che urbanistico. Fatte presenti le continue omissioni del Consigliere Palombo e ricordando che è intenzione di questa Amministrazione dare alla città di Cassino uno sviluppo urbanistico adeguato e non selvaggio come avvenuto fino a poco tempo fa, vogliamo anche ricordare a Palombo, che ha dimostrato di non possedere buona memoria su questi temi, che la città di Cassino ha fatto scelte diverse da quelle che lui si aspettava. Un dato evidenziato dal risultato delle urne dalle quali il candidato a sindaco Carmelo Palombo è uscito con 4 mila voti in meno rispetto a quelli presi dalle liste che lo sostenevano. Si evince da ciò, che l’amico Carmelo, forse, è l’ultimo che si può permettere di dare lezioni, anche perché, nonostante le spese spropositate condotte in campagna elettorale, è stato bocciato dall’elettorato che ha voluto con forza voltare pagina. A tal proposito un’ultima riflessione si rende necessaria proprio sulle spese sostenute dal candidato Palombo nella faraonica campagna elettorale da lui condotta. Siamo veramente curiosi di sapere quanto gli è costata la campagna elettorale dato che, al 4 gennaio 2012, Palombo non ha ancora provveduto a presentare il rendiconto delle spese sostenute.” Lo riferiscono in una nota stampa i consiglieri del Gruppo Consiliare di maggioranza di Sinistra Ecologia Libertà.