Giorno: 9 febbraio 2012

9 febbraio 2012 0

Emergenza neve, il Soccorso Alpino Molisano porta soccorso ad aziende agricole di Venafro

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di oggi, 9.02.2012, il temporaneo miglioramento delle condizioni meteo ha permesso ai tecnici del Soccorso Alpino Molisano di effettuare diversi interventi sul territorio, in sinergia con il Corpo Forestale dello Stato, che ha messo a disposizione un elicottero attrezzato con pattini, giunto in mattinata da Pescara. L’elicottero ha imbarcato i tecnici del Cnsas presso la base della Protezione Civile a Campochiaro, dove in precedenza era stato raccolto anche il foraggio per gli animali e si è rivolto in prima battuta alla volta del territorio di Venafro, presso un’azienda agricola, dove sono state consegnate due rotoballe di fieno. L’elicottero avrebbe poi dovuto continuare ad operare in Alto Molise, zona in cui si registrano i maggiori disagi ed è tuttora operativo un veterinario del Cnsas, ma è stato deviato con urgenza verso l’aereoporto di Foggia, per caricare viveri e medicinali da consegnare a due famiglie, rimaste bloccate da giorni a S. Marco la Catola. L’operazione di soccorso si è conclusa alle ore 17.00. Il Cnsas Regionale dispone, inoltre, di un medico, coordinato dal 118, per eventuali soccorsi sanitari in ambiente impervio o difficilmente raggiungibili tramite viabilità ordinaria. Nella Sala Operativa di via S. Antonio Abate, a Campobasso, tre tecnici del Cnsas, in stretto concerto con i funzionari della Protezione Civile, che coordina le operazioni di soccorso, lavorano senza sosta da giorni per il ripristino della normalità, anche in previsione di un nuovo peggioramento del tempo, che dovrebbe riguardare la Regione Molise già a partire da questa notte.

9 febbraio 2012 0

Emergenza neve: a Strangolagalli, su strada, ogni mezzo adatto a spazzare neve

Di redazione

Il giorno 09 febbraio 2012, alle ore 10,00, presso la Sede Municipale, si è tenuta una riunione operativa per il coordinamento degli interventi per l’emergenza neve prevista dalla nottata del 9.2.2012. Hanno presenziato il Sindaco, Cav. Antonio De Vellis, alcuni amministratori ed il personale, il Comandante della Stazione dei Carabinieri Maresciallo Giacomo Iannario con alcuni militi, la Polizia Locale, il Presidente della Protezione Civile locale e le Ditte locali proprietarie di mezzi idonei alla rimozione della neve, piante ed altri ostacoli per la circolazione o qualsiasi altra emergenza. I presenti prendono atto di essere preparati ad eventuali interventi ed hanno messo a punto un piano di emergenza di competenza tenuto conto dei mezzi in dotazione. Il Sindaco Antonio De Vellis ha emesso oggi, Giovedì 9 Febbraio 2012, un’ulteriore ordinanza per l’emergenza neve con cui ha disposto l’obbligo per i proprietari di mezzi meccanici con attrezzatura idonea allo sgombero della neve e tutto ciò che possa ostacolare la regolare circolazione di rimanere a disposizione del Comune di Strangolagalli ed essere pronti ad intervenire in qualunque momento; l’obbligo per il personale medico di stilare un calendario atto a garantire la presenza di almeno un medico nell’arco delle 12 ore al fine di assicurare il primo soccorso ai cittadini; l’obbligo per tutti i gestori di negozi di generi alimentari di garantire l’apertura continuativa per l’approvvigionamento dei beni di prima necessità; l’obbligo per la Farmacia di restare aperta per garantire la distribuzione dei medicinali. Il Sindaco invita inoltre tutta la popolazione ad uscire solo in caso di effettiva ed improrogabile necessità con l’obbligo di catene a bordo. Il Comune di Strangolagalli, infine, informa i cittadini che la Sala Operativa Regionale di Protezione Civile rende noto che dalle prime ore della giornata di domani, venerdì 10 febbraio 2012, e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni nevose al di sopra dei 100-300 metri, con quota neve in calo fino al livello del mare e quantitativi moderati, localmente elevati; venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali e mareggiate lungo le coste esposte.

9 febbraio 2012 0

Emergenza neve, ecco il piano viario stilato dalla provincia di Frosinone

Di redazione

Ecco il piano di emergenza neve stilato dalla provincia di Frosinone relativamente alla viabilità Facendo seguito alle riunioni tenutesi presso gli uffici della Prefettura di Frosinone successivamente agli eventi del 17 dicembre 2010 e del 2 e gg successivi del mese di febbraio c.a., si trasmette il presente piano neve proposto dalla Provincia di Frosinone: 1 – CASO DI CHIUSURA DELLA AUTOSTRADA A1 E DIVITO DI TRANSITO DEI MEZZI CON CARICO SUPERIORE A 75 Q.LI SULLE STRADE EXTRAURBANE I PUNTI DI ACCUMULO PER DETTI MEZZI SONO INDIVIDUATI: FROSINONE : Parcheggio Centro Commerciale Le Sorgenti ed Corsia Sinistra di ciascuna carreggiata della S.P. 277 “Asse Attrezzato di Frosinone” CASSINO: Parcheggio Stabilimento FIAT di Piedimonte San Germano e corsia lato destro della S.P. 275 “Allacciamento Stabilimento Fiat” direzione S.R. 630 Per la chiusura dell’autostrada del sole le uniche uscite abilitate dovranno essere: o Ferentino o Frosinone o Cassino Inoltre al fine di garantire un adeguato livello di sicurezza sarà necessario provvedere: o alla chiusura della SR 156 al Km 17+200 (confine tra la Provincia di Frosinone e la Provincia di Latina) per il tempo necessario all’evacuazione dei veicoli presenti sulla A1 in uscita a Frosinone o alla chiusura della SR 630 al Km 22+500 per il tempo necessario all’evacuazione dei veicoli presenti sulla A1 Le altre uscite di Anagni, Ceprano, Pontecorvo, San Vittore dovranno restare chiuse 1.1 – MEZZI IN USCITA A FERENTINO E FROSINONE Tutti i mezzi pesanti in uscita a: o Ferentino o Frosinone Saranno accumulati presso la parte del parcheggio del Centro Commerciale “LE SOGENTI” messo a disposizione dal Direttore Sig. SEVERO per l’emergenza del caso. Raggiunta la capacità gli eventuali altri veicoli saranno accumulati sulla corsia di sinistra di ciascuna carreggiata della “S.P. 277 Asse Attrezzato di Frosinone”: AL fine di garantire un adeguata spazio per la rimozione della neve che potrebbe accumularsi tra veicoli adiacenti si ritiene opportuno distanziare gli stessi per almeno metri 10. Questa distanza permetterà ai mezzi spazzaneve di rimuove i cumuli e permette la ripartenza dei veicoli. Analoga sistemazione può essere garantita a tutti gli altri mezzi in uscita dall’autostrada 1.2 – MEZZI IN USCITA A CASSINO Tutti i mezzi pesanti in uscita a: o Cassino saranno dirottati presso il parcheggio dello stabilimento FIAT di Piedimonte San Germano. In caso di raggiunta capacità dello stesso si procederà all’accumulo presso il lato destro della strada di collegamento tra la SR 630 e il predetto parcheggio. Al fine di garantire un adeguata spazio per la rimozione della neve che potrebbe accumularsi tra veicoli adiacenti si ritiene opportuno distanziare gli stessi per almeno metri 10. Questa distanza permetterà ai mezzi spazzaneve di rimuove i cumuli e permette la ripartenza dei veicoli. Analoga sistemazione può essere garantita a tutti gli altri mezzi in uscita dall’autostrada COMPITI PROVINCIA: Compito della Provincia di Frosinone sarà quello di: o garantire la viabilità dal Casello di Ferentino al Parcheggio del Centro Commerciale o garantire la viabilità dal casello di Frosinone al Parcheggio del Centro Commerciale o garantire una larghezza libera di almeno metri 6,50 per ciascuna delle due carreggiate della S.P. 277 Asse Attrezzato di Frosinone o garantire la viabilità dal casello di Cassino al parcheggio dello stabilimento FIAT di Piedimonte San Germano FORZE DELL’ORDINE Compito delle forze dell’ordine sarà quello di imporre ai mezzi pesanti il rispetto del presente piano e coordinare le correnti di traffico ed indirizzare gli utenti nei punti di accumulo PROTEZIONE CIVILE Compito della Protezione Civile sarà quello di assistere i conducenti dei mezzi indirizzati nei vari punti di accumulo 2 – CASO DI CHIUSURA DELLA SSV SORA A-1 In caso di chiusura della SSV Sora A1 del tratto compreso tra la galleria Capodichino in comune di Atina e Sant’Elia Fiume Rapido si dovrà procedere a: o chiudere la SS 690 Avezzano Cassino nel territorio della Provincia dell’Aquila o Chiudere la SSV Sora A1 all’altezza dell’uscita di Sant’Elia Fiume Rapido. o bloccare i mezzi pesanti provenienti dalla 630 all’altezza della rotatoria con la strada di accesso allo stabilimento FIAT ed indirizzarli al parcheggio dello stabilimento FIAT di Piedimonte San Germano o tutti i mezzi presenti sulla SSV Sora A1 nel tratto tra la rotatoria con la strada di accesso allo stabilimento FIAT e l’uscita di Sant’Elia Fiume Rapido della SSV Sora A1 in direzione Avezzano, dovranno invertire il loro senso di marcia in corrispondenza dell’uscita di Sant’Elia Fiume Rapido ed essere obbligatoriamente indirizzati al parcheggio dello stabilimento FIAT di Piedimonte San Germano o Tutti i mezzi pesanti presenti sulla SSV Sora A1 tra Sora Nord e Broccostella in direzione Cassino, dovranno uscire obbligatoriamente a Broccostella ed essere indirizzati al piazzale antistante il cimitero di Sora o Tutti i mezzi pesanti presenti sulla SSV Sora A1 tra Sora Nord e Broccostella in direzione Avezzano dovranno invertire il loro senso di marcia in corrispondenza dell’uscita di Sora Nord uscire obbligatoriamente a Broccostella ed essere, sempre obbligatoriamente, indirizzati al parcheggio antistante il cimitero di Sora o Tutti i mezzi pesanti presenti sulla SSV Sora A1 tra Broccostella e la galleria di Capodichino in direzione Cassino, dovranno invertire il loro senso di marcia in corrispondenza dell’uscita di Atina inferiore, uscire obbligatoriamente a Broccostella ed essere, sempre obbligatoriamente, indirizzati al parcheggio antistante il cimitero di Sora o Tutti i mezzi pesanti presenti sulla SSV Sora A1 tra Broccostella e la galleria di Capodichino in direzione Avezzano, dovranno uscire obbligatoriamente a Broccostella ed essere, sempre obbligatoriamente, indirizzati al piazzale antistante il cimitero di Sora. Si specifica che il punto di accumulo del piazzale antistante il cimitero di Sora è stato concordato telefonicamente in data 8/2/2012 con il sindaco del comune di Sora. Al fine di garantire un adeguata spazio per la rimozione della neve che potrebbe accumularsi tra veicoli adiacenti si ritiene opportuno distanziare gli stessi per almeno metri 10. Questa distanza permetterà ai mezzi spazzaneve di rimuove i cumuli e permette la ripartenza dei veicoli. Analoga sistemazione può essere garantita a tutti gli altri mezzi in uscita dalla SSV Sora A1 COMPITI: PROVINCIA: Compito della Provincia di Frosinone sarà quello di: o garantire la viabilità della SSV Sora A1 e delle rampe di ingresso ed uscita o garantire la viabilità dall’uscita di Broccostella al Km 2+000 della SR 627 (centro abitato di Sora) COMUNE DI SORA Compito del comune di Sora sarà quello di garantire la viabilità dalla Km 2+000 della SR 627 al piazzale antistante il Cimitero FORZE DELL’ORDINE Compito delle forze dell’ordine sarà quello di imporre ai mezzi pesanti il rispetto del presente piano e coordinare le correnti di traffico ed indirizzare gli utenti nei punti di accumulo. Al raggiungimento della capacità del piazzale si dovrà procedere alla chiusura dell’uscita di Broccostella e creare un accumulo lungo tutta la SSV Sora A1. Al fine di garantire un adeguata spazio per la rimozione della neve che potrebbe accumularsi tra veicoli adiacenti si ritiene opportuno distanziare gli stessi per almeno metri 10. Questa distanza permetterà ai mezzi spazzaneve di rimuove i cumuli e permette la ripartenza dei veicoli. PROTEZIONE CIVILE Compito della Protezione Civile sarà quello di assistere i conducenti dei mezzi indirizzati nei vari punti di accumulo

3 – VIABILITA’ OSPEDALE DI SORA VIABILITA’ OSPEDALE DI SORA La viabilità lungo la SR 666 nel tratto compreso tra l’innesto con la SR 82 ed il secondo ingresso all’Ospedale Civile di Sora (circa Km 2+000) verrà garantito dal comune di Sora

4 – VIABILITA’ OSPEDALE DI CASSINO VIABILITA’ OSPEDALE DI CASSINO L’Accesso all’Ospedale di Cassino sarà così Garantito: PROVINCIA: La Provincia di Frosinone garantirà la viabilità su: o SSV Sora A1 o Rampe di uscita o Corona centrale della Rotatoria COMUNE DI CASSINO Il Comune di Cassino garantirà la viabilità su: o Bracci d’ingresso ed uscita dalla rotatoria diversi dalle rampe di ingresso ed uscita dalla SSV Sora A1 o Viabilità locale per accesso all’Ospedale.

9 febbraio 2012 0

Cade dallo slittino e si rompe una gamba. Giovane di Lanciano recuperato dai vigili del fuoco

Di redazione

Una bella giornata di sole trascorsa a giocare con la neve si è trasformata in un incubo per un ragazzo in contrada Nasuti a Lanciano. Il giovane, insieme ai suoi amici, si stava divertendo con uno slittino su una discesa, forse troppo ripida. Improvvisamente, però, qualcosa è andato storto e il giovane si è ritrovato a ruzzolare per decine di metri, finendo per rompersi una gamba. La distanza dalla strada, ha reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Lanciano che sono scesi in fondo alla “pista” hanno recuperato il giovane e affidato agli operatori del 118 che lo hanno trasportato in ospedale ad Atessa.

9 febbraio 2012 0

La Capitaneria di Porto fa “piazza pulita” sulla darsena a Gaeta

Di redazione

Questa mattina il personale della Capitaneria di Porto di Gaeta agli ordini del comandante Francesco Tomas hanno svolto un’attività tesa allo sgombero dello scivolo pubblico di alaggio e varo imbarcazioni della darsena porto salvo, occupato in violazione dell’ordinanza n°62/2011 firmata congiuntamente con l’autorità portuale. L’attività in questione è iniziata già in data 25.01.2012 con l’apposizione di cartelli monitori sui natanti posti abusivamente sullo scalo di alaggio pubblico. Con tale cartello si diffidava il proprietario dell’unità a rimuoverla. Tale procedura è stata adottata in quanto, non essendo i natanti beni mobili registrati, non è stato possibile risalire ai proprietari. Inoltre, da indagini effettuate è stato appurato che le unità, per la maggior parte in evidente stato di degrado, potrebbero essere state dolosamente abbandonate. Si e’ proceduto, pertanto, ad effettuare il sequestro amministrativo, la rimozione di 6 (sei) natanti ed il successivo ricovero presso il piazzale dei “quarantamila metri quadri”, in un’area individuata dall’autorità portuale di Gaeta. Inoltre dopo aver riferito alla competente autorita’ giudiziaria, si e’ proceduto alla rimozione e al trasferimento nell’area di cui sopra di due natanti posti sulla banchina di riva, in prossimità dello stesso scivolo, sottoposti a sequestro penale per abusiva occupazione del pubblico demanio marittimo. E’ in corso attivita’ d’indagine per individuare i proprietari Tale attività, volta alla riqualifica dell’intera darsena porto salvo, e’ stata intrapresa per dare piena esecuzione all’ordinanza n°62/2011 e rientra nell’ambito della più ampia attività di riorganizzazione e bonifica dei relativi specchi acquei.

9 febbraio 2012 0

Costa Concordia, la Smit ultima la flangiatura. Riprendono le ricerche dei dispersi

Di redazione

Questa mattina, viste le condizioni meteo marine favorevoli che hanno permesso al pontone Meloria di lasciare il porto e affiancare la Costa “Concordia”, i tecnici della Smit – Neri hanno completato la flangiatura di sei serbatoi di prua. Sempre nella mattinata, su indicazione del soggetto attuatore Amm. Ilarione Dell’Anna, sono state completate le operazioni di riposizionamento delle nuove panne rigide di contenimento. Dopo i test di funzionamento sulle flangie sarà possibile iniziare le operazioni di svuotamento dei serbatoi. Prosegue l’attività di monitoraggio dei movimenti della Costa “Concordia” e della condizione ambientale del mare del Giglio condotto dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze e dai tecnici dell’Ispra e dell’Arpat. E’ ripresa, inoltre, la ricerca dei dispersi: gli operatori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco hanno verificato altri cinque dei sedici target individuati nei 18 km quadrati di mare intorno alla nave, dando esito negativo; al momento restano, dunque, da verificare sei obiettivi. Il personale dei Vigili del Fuoco ha, inoltre, installato undici prismi sulla Costa “Concordia”, indispensabili per il proseguimento del monitoraggio dei movimenti dello scafo attraverso le stazioni topografiche robotizzate.

9 febbraio 2012 0

Emergenza neve, operaio folgorato ad Acuto è grave ma vivo

Di redazione

E’ rimasto gravemente ferito ieri mentre tentava di ripristinare l’energia elettrica ad Acuto in provincia di Frosinone. Si tratta di un operaio che, per conto di una ditta esterna, stava lavorando alla rete nelettrica quando, ieri, è rimasto folgorato e, quindi, gravemente ferito, Marco Capodiferro di Subiaco, è stato ricoverato in gravissime condizioni. Oggi si sono la sua soste, si è intrecciata con quella di un suo collega che, purtroppo, è deceduto. Questo ha creato confusione tra le agenzie facendo risultare che l’operaio Enel deceduto, fosse quello vittima dell’incidente di Acuto. Per questo si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio che, però e per fortuna, sono stati annullati. Le condizioni di Capodiferro, però, restano gravi.

Restano gravissime, ma non è morto, le condizioni di Marco Capodiferro, l’operaio della Clem di Subiaco rimasto folgorato sui tralicci dell’Enel ieri ad Acuto (Frosinone). È quanto fatto sapere da ambienti ospedalieri smentendo quanto reso noto dalle prime fonti che indicavano la morte dell’operaio.

9 febbraio 2012 0

Emergenza neve, i punti critici delle autostrade nelle prossime ore

Di redazione

Secondo le elaborazioni meteo del servizio interno di Autostrade per l’Italia su dati dell’Aereonautica Militare, il nostro Paese sta per essere investito da un’intesa perturbazione caratterizzata da aria gelida proveniente dalla Siberia, con conseguente ulteriore abbassamento delle temperature che porterà abbondanti precipitazioni nevose anche a bassa quota. Il sistema nuvoloso produrrà i primi effetti già nella notte di oggi con deboli nevicate che interesseranno l’A23 Tarvisio-Udine. In seguito, le precipitazioni nevose si estenderanno alla dorsale adriatica, coinvolgendo l’A14 nel tratto tra Bologna e Ancona con fenomeni più intensi nell’area romagnola. Nelle prime ore di venerdì, le nevicate raggiungeranno il nodo bolognese con deboli fenomeni sull’A1 tra Bologna e Piacenza e tra Bologna e Firenze. Nel corso della mattinata, le precipitazioni riguarderanno anche l’appennino ligure e il basso Piemonte in alcuni tratti dell’A26 Genova Voltri-Gravellona Toce e dell’A7 Serravalle-Genova. Inoltre, deboli nevicate sono previste nei tratti dell’A1 tra Firenze e Orte e tra Valmontone e Cassino, sull’A14 tra Ancona e Vasto e sulle zone più interne dell’A16 Napoli-Canosa.. Condizioni meteorologiche in ulteriore peggioramento nella seconda parte di venerdì con precipitazioni nevose sull’A14, più intense nell’area romagnola. Deboli nevicate su gran parte dell’A1 Milano-Napoli che potranno interessare anche l’area romana. Sul sito www.autostrade.it è disponibile una sezione dedicata agli eventuali provvedimenti di restrizione della circolazione dei mezzi pesanti originati da disposizioni prefettizie o da filtraggi dinamici attuati da Autostrade per l’Italia in applicazione del piano neve 2011-2012 emanato da Viabilità Italia e coerenti con il protocollo operativo del Ministero delle Infrastrutture, sottoscritto dalle associazioni dell’autotrasporto.

9 febbraio 2012 1

Emergenza neve, crollano i tetti a Ferentino. Famiglie evacuate. Danni per 20 milioni di euro

Di redazione

Mentre la città si lecca le ferite, tra stanotte e domani, ma anche sabato e domenica il meteo riserva a Ferentino e dintorni ancora tanta neve purtroppo. Sono incessanti le operazioni di soccorso in una città “sprofondata” nella neve, da parte dei carabinieri e dei vigili del fuoco, mentre è andata in tilt la viabilità e il traffico automobilistico, per via delle strade del centro ridotte a una corsia tra due pareti bianche. Secondo una prima stima supererebbero i 20 milioni di euro i danni del maltempo nella città ernica, di conseguenza il Comune ha chiesto lo stato di calamità naturale. Nelle ultime ore intanto famiglie e bambini sono stati tratti in salvo nelle proprie abitazioni a rischio crollo o in parte demolite dalla spessa coltre bianca davvero impietosa. In via Bartoli i pompieri sono intervenuti per il crollo di un tetto, 9 le persone evacuate e ospitate nel Cpa di Ferentino. Invece i carabinieri della città e la protezione civile hanno tratto in salvo 7 bambini in difficoltà in via Stazione per la casa in pericolo. Problemi anche per gli spostamenti di 118, medici e pediatri in alcuni casi accompagnati dai carabinieri per intervenire con urgenza. Ci sono ancora quartieri privi di energia elettrica e acqua, di conseguenza senza riscaldamento, salute a rischio, per cui in tanti si rivolgono ai carabinieri della locale stazione. La neve copiosa sui tetti ha causato il crollo di molte coperture sia di strutture industriali che di abitazioni anche di rilevante interesse storico-artistico-religioso, vedi l’episcopio nel Duomo dell’XI secolo e la sede vescovile, con il conseguente sgombero di tre nuclei familiari. E finalmente il Comune ha messo a disposizione dei cittadini recapiti per le segnalazioni: tel 0775248237, fax 0775248232: “per le emergenze è possibile contattare l’Unità di Crisi di Frosinone 0775884873 e la protezione civile 800012283”. Aldo Affinati

9 febbraio 2012 0

Assalto al bancomat della Bls di San Vito Chietino. Bottino da 10mila euro

Di redazione

Hanno assaltato lo sportello bancomat di San Vito Chietino portanhdo via un bottino di 10mila euro. Il colpo è stato messo a segno questa mattina all’alba allo sportello della Bls e a trovare i rottami del sistema automatico sono stati i dipendenti che hanno lanciato l’allarme. Con un piede di porco i malviventi hanno superto ogni difficoltà per arrivare alla cassaforte che è stata forzata sul posto e svuotata. Del caso indagano i carabinieri della compagnia di Ortona comandati dal capitano Gianfilippo Manconi.