Giorno: 10 febbraio 2012

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve, Anas: aggiornamento situazione viabilità ore 19.00

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’Anas comunica che attualmente le precipitazioni nevose insistono, in particolare, sulla rete stradale in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Sardegna, Toscana e Umbria. Vento forte e basse temperature si registrano anche in Liguria. Prosegue senza sosta, 24 ore su 24, il Piano Operativo antineve dell’Anas, con oltre 3000 uomini e oltre 2500 mezzi operativi impegnati su 25000 km di strade statali e autostrade in gestione diretta per lo spargimento del sale e per la rimozione della neve, in coordinamento con ‘Viabilità Italia’. Sulla rete stradale del Lazio e, in particolare, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, sulla autostrada Roma-Fiumicino e sulle Consolari gestite dall’Anas la circolazione è regolare. Si ricorda l’obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve. Al momento, in Abruzzo, sono chiuse le strade statali 5 “Tiburtina”, dal km 135,000 (Collarmele) al km 155,700 (Castel di Ieri); la strada statale 696, dal km 0,000 (Tornimparte) al km 18,000 (loc. Crocetta di Campo Felice); la NSA 253 “Variante di Rocca Pia” per una slavina dal km 1,900 al km 3,000. Nel pomeriggio, sulla strada statale 16, alcuni mezzi pesanti senza catene hanno ostacolato la circolazione, ma l’intervento del personale Anas ha ripristinato la viabilità. In Basilicata, continuano le nevicate sulla provincia di Potenza. Rimangono chiusi i tratti della strada statale 95, dal km 6,000 al km 14,000 per neve e della strada statale 7, dal km 395,500 (Pescopagano) al km 404,500 (Castelgrande). In Emilia Romagna si segnalano possibili rallentamenti sulla SS3bis (E45), nel tratto compreso tra il valico appenninico (svincolo di Canili) e Sarsina (FC) dove, a causa delle forti nevicate in corso, si transita con catene montate. Circa 25 mezzi speciali, tra sgombraneve e spargisale, sono ininterrottamente in azione da ieri per garantire la transitabilità. Si ricorda il divieto di transito per i mezzi pesanti superiori a 7,5 tonnellate. Intense nevicate anche sulle strade statali 62 “della Cisa”, 63 “del Valico del Cerreto” e 45 “della Val di Trebbia”, e 9 “Via Emilia”, dove si raccomanda la massima prudenza. Nevica anche sulla rete di competenza in Toscana. Sul raccordo Siena Firenze, in particolare, sono in azione 12 mezzi sgombraneve e spargisale. Possibili rallentamenti sulla SS 223 “di Paganico” e sulla SS1 (Variante Aurelia), in provincia di Livorno, dove è stato istituito un restringimento di carreggiata per filtraggio mezzi pesanti. Sempre sulla SS1 si segnalano possibili rallentamenti per forti raffiche di vento in località Stagno (LI). In Umbria e nelle Marche è provvisoriamente chiusa la strada statale 77 “della Val di Chienti”, da Foligno (PG) a Muccia (MC) a causa di violente bufere in corso, in particolare sul valico di Colfiorito, che riducono drasticamente la visibilità. Sul versante umbro è consentito il transito ai residenti muniti di catene montate. Provvisoriamente chiusa anche la SS73 bis in corrispondenza del valico di Bocca Trabaria (dal km 10 al km 25), dove le bufere in corso e la visibilità quasi assente impediscono l’operatività dei mezzi sgombraneve. Infine, in Lombardia rimane chiusa per pericolo valanghe la SS36, dal km 140,000 al km 147,000 a Madesimo e, in Piemonte, la SS21 “del Colle della Maddalena” dal km 55,000 (Argentera) al km 59,708 (confine di Stato), in provincia di Cuneo, a causa del pericolo di valanghe. Sul resto della rete stradale, l’Anas raccomanda di mettersi in viaggio esclusivamente se necessario e con catene a bordo o pneumatici da neve e invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

10 febbraio 2012 0

Vanno a rubare in Campania, quattro venafrani in manette

Di redazione

Brillante operazione dei carabinieri di Pietramelara (Ce). Nella notte di giovedì (9febbraio 2012), sono stati arrestati: Mario Fusco, Nino D’Angelo, Nardelli Giuseppe e Stabile Giovanni. I quattro tutti provenienti dalla città molisana di Venafro, sono stati arrestati per furto nelle abitazioni. Sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve a Frosinone, il presidente della provincia: “Strade percorribili, ma non mettetevi in viaggio”

Di redazione

“La viabilità Provinciale, è tutta percorribile, nella maggior parte a doppio senso di circolazione e in alcuni casi con una sola corsia aperta”. Lo afferma il Presidente della Provincia, Iannarilli “L’unica strada provinciale non percorribile è la 666 dal chilometro 12 fino, dopo lo svincolo per Campoli Appennino fino a Forca d’Acero. Arrivare a Forca d’Acero è comunque vietato perché persiste un gravissimo pericolo di slavine. Il piano di emergenza ha funzionato completamente, di fatto si è avuta una sola criticità seria sulla Consolare Casilina, come avevamo previsto, a causa di alcuni mezzi pesanti che sono fuoriusciti dall’A1, non solo a Frosinone ma anche a Ceprano e a Colleferro. Questi sono stati collocati nei parcheggi che avevamo preparato in vista proprio di tale evenienza e in poco più di mezz’ora la circolazione anche dalla Casilina è stata riattivata. La Provincia di Frosinone è intervenuta anche in soccorso dell’Astral che si trovava in difficoltà, per la circolazione sulla superstrada Sora-Ferentino dove abbiamo agito con una lama, una turbina e altri mezzi più leggeri per ripristinare la percorribilità. Per nostro interessamento la Provincia di Latina ha collaborato al buon esito dei lavori pattugliando le entrate sul nostro territorio presso Spigno Saturnia dove, nonostante il divieto, mezzi pesanti continuavano a circolare. L’Ufficio Tecnico della Provincia resta attivo 24 ore su 24 per risolvere improvvise criticità, il lavoro sistematico di spazzaneve riprenderà alle ore 4,00 di domani dopo una pausa di qualche ora. Si raccomanda, nelle ore notturne, di non circolare se non per motivi di assoluta gravità e necessità. Comunque solo con catene montate o con pneumatici da neve, secondo le ordinanze vigenti. Voglio ringraziare ancora il personale della Provincia di Frosinone e quello delle ditte che stanno lavorando per noi per il grande impegno che stanno profondendo senza sosta per garantire la percorribilità della nostra vastissima rete stradale lavorando in condizioni molto difficoltose”.

10 febbraio 2012 0

Costa Concordia, le mareggiate blocca le operazioni di pompaggio e fanno muovere lo scafo

Di redazione

Le condizioni meteo avverse hanno impedito l’inizio del pompaggio del carburante contenuto all’interno dei serbatoi di prua della Costa “Concordia” e le operazioni di tutte le forze in campo. Le attività riprenderanno non appena le condizioni meteo lo consentiranno. Le condizioni meteo marine hanno indotto dei movimenti della Costa “Concordia” superiori a quelli medi dei giorni precedenti. In particolare a partire dalla mezzanotte del 9 febbraio, i sistemi a disposizione degli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, hanno iniziato a registrare un incremento della velocità dei movimenti dello scafo. Durante l’arco della giornata le velocità medie si sono attestate sugli 8 millimetri l’ora. Nel tardo pomeriggio, tuttavia, questi valori appaiono in diminuzione.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve, la situazione sulle autostrade

Di redazione

Proseguono le precipitazioni nevose che stanno interessando sotto forma di tempeste di neve molti tratti della rete gestita da Autostrade per l’Italia. In ogni caso, la circolazione per le autovetture risulta regolare ovunque. Le tratte autostradali interessate dalle precipitazioni nevose sono le seguenti: A1 Milano-Napoli, nel tratto appennico e da Chiusi fino a Capua A14 Bologna Taranto, da Bologna fino a Canosa A16 da Napoli a Canosa A13 da Bologna a Padova A12 da Roma a Civitavecchia Durante tutta la giornata sono state sfruttate le finestre caratterizzate da fenomeni nevosi modesti per favorire il deflusso dei mezzi pesanti dalle zone di filtraggio dinamico. Al momento sono in corso le operazioni di graduale rilascio delle ultime concentrazioni di mezzi, in particolare dall’area di Parma. Si segnala che sulla direttrice Nord-Sud, l’A14 è attualmente caratterizzata da importanti fenomeni nevosi e risulta quindi preferibile l’itinerario alternativo dell’A1.

10 febbraio 2012 0

Razziavano case tra San Vittore e Cervaro, arrestata banda di ladri

Di redazione

A Cervaro e San Vittore del Lazio, i carabinieri del NORM della Compagnia di Cassino, coadiuvati da quelli della Stazione di Cervaro, comandati dal tenente Massimo Esposito e coordianti dal capitano Adolfo Grimaldi, hanno tratto in arresto “per furto aggravato in concorso ed inosservanza di provvedimento dell’Autorità” B.A., 22enne, M.D., 26enne, S.A., 30enne, tutti della provincia di Napoli e già censiti alla Banca dati Forze di Polizia. Il gruppo è stato bloccato dai militari operanti a bordo di un’autovettura Citroen subito dopo aver perpetrato un furto presso l’abitazione di un 26enne del luogo. La successiva perquisizione personale e veicolare ha permesso il rinvenimento dell’intera refurtiva, ammontante a circa euro 200,00, nonché vari monili in oro per un valore di circa 900,00 euro, risultati asportati nella mattinata odierna presso l’abitazione di un 50enne di Cassino. L’intera refurtiva (si allegano foto) veniva restituita ai legittimi proprietari. Il 22enne veniva altresì deferito in stato di libertà per “inosservanza dell’obbligo di dimora” nel comune di Napoli. Gli arrestati, ad espletate formalità di rito, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Cassino in attesa di rito direttissimo.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve, gli interventi dei carabinieri nelle zone colpite dal maltempo

Di redazione

Dalle prime ore della giornata di oggi, ad Anagni, Ferentino, Acuto, Paliano, Piglio e Serrone, i carabinieri della Compagnia di Anagni supportati dal personale dell’8° Reggimento Carabinieri “Lazio”, hanno prestato soccorso agli abitanti delle frazioni periferiche maggiormente colpite dalle intense precipitazioni nevose. In particolare hanno consentito ad un medico di raggiungere un paziente residente in zone impervia da sottoporre ad urgenti medicazioni; hanno prestato aiuto ad una anziana signora permettendole di rientrare all’interno della propria abitazione resa inaccessibile dal blocco della serratura del portone blindato; hanno tratto in salvo, unitamente a personale dei vigili del fuoco di Frosinone, due tecnici della società Enel che erano rimasti isolati in alta montagna a causa dell’avaria del mezzo di trasporto; hanno effettuato numerosi interventi di soccorso ad automobilisti rimasti bloccati dal fondo stradale ghiacciato.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve, a Lanciano si rompe conduttura dell’acqua. Chiusa per eviatare ghiaccio

Di redazione

Una nevicata durata un’intera giornata a Lanciano non ha creato enormi disagi, forse perché la cittadinanza, ampiamente informata della nuova perturbazione, ha preferito trincerarsi in casa. Con scuole e uffici pubblici chiusi, la città è rimasta praticamente deserta mentre cadevano circa 20 centimetri di neve. In tutto questo, noie alla circolazione ci sono state a Sant’Onofrio dove un camion si è intraversato creando grossi rallentamenti al traffico. A Olmo di Riccio, invece, la rottura della conduttura idrica, ha consigliato di chiudere l’acqua per evitare la creazione di ghiaccio. Restano vuoti nei supermercati gli scaffali di farina e latte.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve a Frosinone, il viceprefetto: “Abbiamo messo in campo tutte le forze”

Di redazione

Una unità di crisi che si realzione con tutte le forze dell’ordine, con l’Esercito, la protezione civile e la Regione, è lo strumento che sta coordinando le emergenze in provincia di Frosinone dove questa mattina è ricominciato a nevicare. Prima della nuova perturbazione, l’energia elettrica mancava solamente a 800 utenti distribuiti a nord della provincia ciociara, quando nel picco dell’emergenza si contavano 7.500 utenti al buio. Gli interventi effettuati nella giornata di ieri, hanno permesso di rendere migliore la situazione. “La perturbazione arrivata questa mattina – ha dichiarato il vice prefetto Francesco Cappelli –ha trovato la macchina organizzativa già rodata dall’emergenza precedente. L’organizzazione ha il suo vertice in una unità di crisi che comprende – continua il rappresentante del Governo – oltre a ufficiali di collegamento con tutte le forze dell’ordine, anche un ufficiale di collegamento con l’esercito, che ha dislocato in provincia circa 300 soldati e, nel caso in cui servano sono pronti ad intervenire altri militari, anche con due ufficiali di collegamento della protezione civile ed un per la regione Lazio. I militari dell’esercito, per lo più provenienti da Cassino e Sora, attrezzati di autobotti, si stanno preoccupando di rifornire di carburante i 130 gruppi elettrogeni distribuiti, nei giorni scorsi, in tutto il territorio. La situazione, però, è in itinere dato che ci si aspetta un peggioramento per questa sera e per domani”.

10 febbraio 2012 0

Emergenza neve, il fermo dei tir non fa arrivare il sale alle zone devastate dal ghiaccio

Di redazione

Il blocco dei tir sulle autostrade sta creando disagi alle stesse unità di crisi nate per fronteggiare l’emergenza neve. Nel fermo rientrano anche i camion che dalle saline, per lo più pugliesi, dovrebbero far arrivare nelle zone colpite dall’emergenza, quel sale che serve per sciogliere il ghiaccio e rendere percorribili le strade. A Frosinone le scorte stanno per finire e il Prefetto sta lavorando per sbloccare la situazione. Er. Amedei