Giorno: 19 febbraio 2012

19 febbraio 2012 0

A SS Cosma e Damiano furia omicida passionale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ci sarebbero motivi passionali dietro l’efferata uccisione di Fiore Pandolfo, il 31enne di Santi Cosma e Damiano freddato ieri sera con dodici colpi di pistola da Mirko Pascale, 23 anni, originario di Casal di Principe, ma residente a Castelforte. I due si sarebbero incontrati per chiarirsi in merito alla vicenda di una donna. La vittima non voleva che l’assassino la frequentasse o, quantomeno, questo Pascale avrebbe riferito ai carabinieri della compagnia di Formia ai quali il giovane si sarebbe costituito. Una versione su cui i militari stanno indagando. Sempre secondo il racconto dell’indagato per omicidio volontario, Pandolfo, figlio di un sospettato di essere appartenente al clan camorristico dei Mendico, avrebbe voluto impedire quella relazione e, quando lo scontro si è acceso, Pascale, figlio di un carabiniere in pensione, avrebbe estratto la pistola 7,65 e lo avrebbe freddato.

19 febbraio 2012 0

Il carnevale 2012 a Pontecorvo – IL VIDEO

Di admin

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2012/02/19-2-12-carnevale-pontecorvo.flv image=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2012/02/carro-carnevale.jpg /]

19 febbraio 2012 0

In 30mila alla 60esima edizione del carnevale Pontecorvese – LE FOTO

Di redazione

In trentamila per festeggiare la sessantesima edizione del carnevale di Pontecorvo. Nonostante la pioggia e il clima avvelenato dagli esposti anonimi, Pontecorvo si è trasformata in una grande maschera a colori, dove i balli e la buona musica hanno allietato il clima di festa avvertito sin dal primo mattino con la Fanfara dei Bersaglieri che ha sfilato per le vie del centro. Tre i Carri in concorso: “Poseidone ci può giudicare”, di Guido della Posta; “Impara a guidare agli angeli” di Simone della Posta e “L’altalena di Monti” di Roberto Lugli e Nicola della Posta. Tre fuori concorso e tre della musica. Il lungo serpentone di maschere, colori e divertimento si è mosso da via Aldo Moro, poco dopo le 14, ha attraversato via Leuciana, Piazza Annunziata, Largo San Rocco, via La Cupa, Largo Marconi ed è approdato in piazzale Porta Pia in serata. [nggallery id=395] “Prevedevamo circa ventimila persone, ma fonti della polizia municipale mi hanno riferito che siamo oltre trentamila”, ha detto l’assessore Stefano Longo. [nggallery id=393] “Una grande festa dove il divertimento è stato assicurato a tutti, grandi e piccini, penso che la Città e l’intera provincia di Frosinone, rappresentata da decine di comuni, abbiano dato una sonora riposta a chi nei giorni addietro ha tentato di affossare questa manifestazione, un grazie alla gente e ai carristi che hanno mandato in scena le loro bellissime opere”, ha proseguito Longo. [nggallery id=394] Martedì’ si bissa, dal Centro commerciale il Ponte i carri raggiungeranno Piazza Giovanni Paolo II dove si saluterà il carnevale con un maxi veglione. [nggallery id=396]

19 febbraio 2012 0

“Topo di ristorante” a Frosinone, fermato e arrestato dai carabinieri

Di redazione

A Frosinone, i carabinieri del N.O.R.M. hanno arrestato un 27enne del capoluogo poiché responsabile del reato di “furto aggravato”. L’uomo, controllato dai militari in via Monte Lepini e successivamente sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un PC portatile e una bottiglia di liquore, poco prima asportata, dopo l’effrazione, da un ristorante di Frosinone. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario mentre, l’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza, in attesa che venga fissata l’udienza per il rito direttissimo.

19 febbraio 2012 0

Costa Concordia, ultimato il pescaggio di 1.300 metri cubi di carburante ma il tempo peggiora

Di redazione

Nel pomeriggio di oggi è terminata la prima fase delle operazioni di prelievo del carburante dalla Costa “Concordia”. Grazie alle favorevoli condizioni meteo-marine, che hanno interessato l’area dell’Isola del Giglio nell’ultima settimana, i tecnici hanno svuotato i sei serbatoi collocati a prua e prelevato un totale di 1.308,6 metri cubi di carburante. La discrepanza rispetto al dato di circa 1500 mc fornito all’inizio delle operazioni è riconducibile all’approssimazione della stima verbale fornita dal capo ingegnere di bordo. A questo deve aggiungersi il fatto che la differenza tra la temperatura del carburante all’interno dei serbatoi della Costa Concordia e quella del carburante dopo il pompaggio ha comportato una piccola, ma significativa, diminuzione di volume. L’avvio della seconda fase delle operazioni, che prevede la rimozione del carburante dai restanti 9 serbatoi collocati nella zona poppiera della nave che si stima contengano il 17% del totale del carburante, necessita di una serie di attività propedeutiche da parte di Smit e Neri la cui tempistica sarà condizionata dalle condizioni meteo. A partire dalla giornata di domani, si prevede un generale peggioramento della situazione meteorologica, con precipitazioni sparse e moto ondoso in aumento. Non vi sono, infine, particolari anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti relativi al rischio ambientale assicurati da Ispra e Arpat.

19 febbraio 2012 0

Maltempo, da domani nevicate in Emilia Romagna e Toscana. Piogge diffuse sulle Marche

Di admin

Una perturbazione di origine atlantica si sta rapidamente portando dalle Alpi verso il Mediterraneo centrale causando, tra oggi e domani, un peggioramento del tempo sull’Italia. Alle piogge che stanno interessando diverse regioni nella giornata di oggi seguiranno infatti nevicate sui settori appenninici tosco-emiliani e fino a quote di pianura sull’Emilia centro occidentale.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche valido dalle prime ore di domani, lunedì 19 febbraio 2012, che prevede nevicate diffuse al di sopra dei 300-500 metri su Emilia Romagna e Toscana orientale, con nevicate localmente fino a quote di pianura sui settori centro-occidentali dell’Emilia Romagna; sono previste inoltre precipitazioni diffuse sulle Marche, con quantitativi cumulati moderati.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

19 febbraio 2012 0

Uccide 32enne con dodici colpi di pistola. Arrestato l’omicida

Di admin

Questa notte a Formia i carabinieri hanno arrestato P.M. 23 enne, residente a Castelforte, a seguito di  omicidio, da lui commesso, poco prima, in SS. Cosma e Damiano, in pregiudizio di P.F. 32 enne. A seguito di accertamenti il malcapitato è stato attinto all’addome  da nr. 12 colpi d’arma da fuoco, esplosi da una pistola detenuta legalmente dall’arrestato, successivamente spontaneamente consegnata dallo stesso. Dai primi accertamenti, il movente è riconducibile a rancori personali mai sopiti, esacerbati da recenti interferenze da parte dell’ucciso, nell’ambito della sfera sentimentale. L’arrestato, posto nella notte a disposizione dell’A.G..

19 febbraio 2012 0

Danni maltempo, Abbruzzese: “Tempestivo l’intervento del governo regionale”

Di admin

“La celerità con cui l’amministrazione Polverini è intervenuta per sostenere i territori colpiti dalla violenta ondata di maltempo è segno dell’importante attenzione riservata a cittadini e imprese. Allo stesso tempo dimostra la grande capacità amministrativa del centrodestra, oggi alla guida del Lazio, regione che da sola rappresenta ben l’11% del Pil nazionale”. Lo ha dichiarato in una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, all’indomani della riunione di Giunta nella quale sono stati deliberati interventi complessivi a sostegno del territorio e delle Pmi per circa 500 milioni di euro.

“Questo pacchetto di fondi regionali, statali ed europei – ha continuato Abbruzzese – saranno impiegati per rimettere in moto tutte quelle realtà produttive che hanno subìto ingenti danni, come ad esempio il comparto agricolo e ambientale che è stato fra i più martoriati dall’ondata di maltempo e che proprio per questo motivo potranno beneficiare di finanziamenti per oltre 40 milioni di euro. Inoltre, in considerazione del grande sforzo fatto da Comuni, Province, Consorzi, Unioni, Associazioni di volontariato e Enti direttamente coinvolti nell’emergenza, la Regione ha stabilito di predisporre pagamenti diretti, al fine di poter dare risposte immediate ai cittadini toccati dall’eccezionale nevicata della scorsa settimana”.

“Altro elemento da non sottovalutare – ha aggiunto il presidente dell’Assemblea regionale – è l’attenzione che la giunta Polverini ha voluto dimostrare con la proroga dei termini per la partecipazione ai bandi regionali in scadenza nel mese di febbraio. Un’iniziativa che sicuramente verrà apprezzata soprattutto dagli Enti locali.

Il governo regionale non ha poi dimenticato di mettere in campo anche strumenti utili per le Pmi, destinando risorse per l’istituzione di un fondo di garanzia, tramite Banca Impresa Lazio, e con l’estensione dell’accesso alla Cassa integrazione in deroga per le aziende colpite dall’emergenza e che oggi hanno urgente necessità di rimettersi in moto”.

“Questo grande lavoro di squadra che ha visto unite Istituzioni, associazioni di categoria e parti sociali – ha concluso Abbruzzese – è stato e sarà determinante per uscire da questa emergenza, che ha colpito gran parte delle province del Lazio ed in particolare quella di Frosinone”.

RIEPILOGO INTERVENTI

PMI

Istituzione di un Fondo, nell’ambito delle risorse gestite da Banca Impresa Lazio SpA, per il sostegno all’accesso al credito di 3 milioni di Euro, che svilupperanno 30 milioni di finanziamenti, a favore delle PMI danneggiate dalle ondate di maltempo di febbraio. Il finanziamento, con garanzia pubblica, potrà arrivare al doppio dei costi relativi ai danni dimostrabili per sostenere l’immediato rilancio delle attività produttive.

LAVORO – Estensione dell’accesso alla Cassa Integrazione in Deroga a tutte le imprese colpite dall’emergenza, senza distinzione dell’attività svolta; – attivazione presso l’Assessorato al Lavoro e Formazione di una unità di crisi dedicata alla rapida risoluzione di tali vertenze che, previa verifica con le Parti Sociali, potranno anche prevedere la validità retroattiva. Per queste procedure (come per tutte quelle rientranti nell’Accordo per gli Ammortizzatori in Deroga 2012) si attiveranno verifiche e controlli al fine di segnalare eventuali abusi; – Inserimento di quote riservate a favore delle imprese dei comparti produttivi più colpiti dall’emergenza nei bandi e negli avvisi dell’Assessorato.

AGRICOLTURA E AMBIENTE – istituzione di un Fondo di Garanzia, nell’ambito delle risorse attribuite a Unionfidi Spa, di 2 milioni di euro, che svilupperanno 20 milioni di finanziamenti, per le imprese agricole danneggiate dalle eccezionali nevicate di febbraio 2012. Il finanziamento, con garanzia pubblica, potrà arrivare al doppio dei costi relativi ai danni dimostrabili per sostenere l’immediato rilancio delle attività agricole; – attivazione nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della misura 126 con uno stanziamento pari a 10 MLN di Euro per sostenere interventi di ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali, inteso sia come strutture agricole che come dotazione aziendale. -Smaltimento delle carcasse. La proposta di delibera dà indicazioni operative ai Comuni e alle aziende sanitarie per la certificazione delle mortalità in allevamento e per lo smaltimento delle carcasse. La certificazione sarà a carico dei servizi veterinari delle Aziende sanitarie alle quali viene anche dato un format di riferimento al fine di rendere omogenee le procedure di certificazione. Per quanto riguarda lo smaltimento delle carcasse nelle aree oggetto dell’ordinanza della Protezione civile è consentito lo smaltimento in deroga mediante interramento in loco. Il legislatore comunitario giustifica il ricorso al sotterramento e/o incenerimento di sottoprodotti di origine animale, in particolare di animali morti, in zone isolate, o in situazioni di lotta a malattie che richiedono lo smaltimento immediato degli animali uccisi come misura di controllo da potenziali rischi sanitari o del focolaio di malattie trasmissibili. – Dissesto idrogeologico, rimodulazione degli interventi. Il commissario delegato per l’emergenza idrogeologica del Lazio, preso atto delle conseguenze che potrebbero derivare sul territorio a seguito delle abbondanti nevicate degli ultimi giorni, è disponibile a valutare congiuntamente con la Regione Lazio e il Ministero dell’Ambiente la rimodulazione degli interventi previsti. In ogni caso, dove già previsto, darà priorità agli interventi localizzati nei comuni interessati dall’emergenza. Ritiene inoltre, sempre previo accordo con i sottoscrittori, di poter destinare a tali interventi le economie che potrebbero derivare a seguito dell’esecuzione degli interventi programmati stimabili in circa il 20 % degli importi richiamati nell’accordo di programma a suo tempo sottoscritto, pari a circa 12 mln di Euro.

CASA

Per dare un sostegno concreto all’economia del territorio laziale attraverso il volano dell’edilizia, con l’Accordo sottoscritto con le parti sociali del 15 febbraio scorso, si rendono immediatamente disponibili fondi pari a 10 milioni di euro all’anno per gli interventi di Edilizia Agevolata relativi al Bando DGR 355 del 2004 per i progetti localizzati nelle Province del Lazio e per quelli delle Cooperative delle Forze Armate nel Comune di Roma, finalizzati alla costruzione di 7.200 alloggi su un totale di 11.800 programmati

PAGAMENTI

Si stanno predisponendo pagamenti ai soggetti direttamente coinvolti nella gestione dello stato di emergenza (21,2 milioni di euro), che saranno così erogati:

• vigili del fuoco ed corpo forestale 5,6 milioni di euro

• associazioni di volontariato 2,9 milioni di euro

• consorzi di bonifica 8,4 milioni di euro

• enti parco 4,3 milioni di euro.

In considerazione dello sforzo ancora necessario da parte dei Comuni e delle Province per far fronte alle attuali situazioni di difficoltà, la Regione anticipa i pagamenti agli enti locali, alle Comunità montane, alle Unioni e Consorzi di comuni per 340 milioni di euro di euro, dando priorità ai Comuni e alla Province del Lazio, che risultano maggiormente colpiti dal fenomeno meteorologico degli ultimi giorni. Ad ogni singolo ente verrà erogato il 50% delle spese in conto capitale (88 milioni) ed il 100% delle spese correnti (252 milioni) relative agli esercizi 2010 e 2011.

PROROGHE BANDI

In considerazione delle difficoltà manifestate dagli enti locali e dai cittadini a causa delle eccezionali nevicate, per la partecipazione ai bandi in scadenza, è stata concessa la proroga del termine di presentazione delle domande relative a bandi di interesse regionale con scadenza prevista nel mese di febbraio 2012.

19 febbraio 2012 0

Crisi: aumentano i furti della spesa. Ignari cittadini pedinati dopo essere stati nei market si ritrovano a mani nude quando rientrano a casa

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Non serviva l’ennesimo autorevole annuncio, questa volta del Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, per stabilire che l’Italia fosse già in una durissima e difficile recessione.

Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” da mesi ha proceduto a segnalare la gravità della crisi e a denunciarne gli effetti che si manifestano attraverso atti quotidiani che la gran parte dei cittadini vive sulla propria pelle.

Molti fatti, continuano ad essere segnalati allo “Sportello dei Diritti” attraverso denunce che ci giungono da ogni dove del Belpaese. Questa volta, ci viene comunicata una nuova prassi che è una conseguenza implacabile della crisi per chi vive tra gli stenti. Non più solo i classici furti dagli scaffali dei supermercati, troppo controllati perchè sottoposti agli attenti occhi della videosorveglianza e degli agenti antitaccheggio, ma pare che si stia diffondendo un fenomeno che potremmo definire più comodo: il furto dai carrelli o dal bagagliaio dell’auto dopo che si è usciti dal negozio o dal supermarket ad ignari cittadini che hanno già effettuato la spesa approfittando del primo momento di distrazione di quest’ultimi. Dopo aver fatto la spesa, la “vittima” apre la vettura e inizia a scaricare nel baule gli acquisti. Poi si allontana quei pochi metri per depositare il carrello. È in questo frangente che il ladro, sicuramente appostato, entra in azione: all’interno della vettura quasi sempre è stata lasciata la borsa della spesa, per abitudine o perché ritenuta ingombrante per le operazioni scarico.

E per quello che è dato da sapere, i casi non sarebbero isolati, anche perché cifre ufficiali sono impossibili da conoscere in quanto i malcapitati che arrivano a casa e non si trovano la spesa nel bagagliaio, nella stragrande maggioranza dei casi non sporgono denuncia.

Quale rimedio per i consumatori, allora?

Un innalzamento del livello di attenzione e di guardia di chi va a fare la spesa è l’unica via d’uscita in maniera pratica.