Giorno: 21 febbraio 2012

21 febbraio 2012 0

Un delfino si spiaggia a Gaeta e muore, interviene la Capitaneria

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Stamane a seguito di segnalazione pervenuta presso la sala operativa, personale della capitaneria di porto di Gaeta ha effettuato sopralluogo sulla spiaggia di Serapo, dove veniva ritrovato un esemplare di delfino specie stenella. Dopo l’intervento del centro studi cetacei (dott. Palma) e dell’istituto di zooprofilattico di Latina e Roma si procedeva ai rilievi biometrici. L’esemplare giovane, di circa due metri e apparentemente in buono stato, non presentava alcuna ferita o dettaglio che potesse consentire di ricostriuire la dinamica del decesso. Il delfino e’ stato affidato all’istituto zooprofilattico di Roma, che effettuerà gli esami necroscopici per determinare le cause della morte.

21 febbraio 2012 0

Allarme sassi dal cavalcavia a Pontecorvo, ma la denuncia è da verificare

Di redazione

Ha raccontato agli agenti della poliza stradale del distaccamento di Cassino che qualcosa, forse un sasso, gli sarebbe stato scagliatontro il camion danneggiando il mezzo o le vetture che trasportava. Si tratta di un autotrasportatore che ieri pomeriggio era in transito sull’autostrada Roma Napoli nel territorio di Pontecorvo. Una denuncia che ha rispolverato gli antichi spettri che, proprio in quella zona, circa 10 anni fa, causarono la morte, con un sasso lanciato dal cavalcavia, di Natale Gioffré e del ferimento grave di altri cinque persone. La polizia stradale, però, diretta dal vicequestore Bruno Agnifili, resta cauta, e prima di parlare di lancio di sassi dal cavalcavia, intende svolgere accurate indagini. Er. Amedei

21 febbraio 2012 0

Il generale dei carabinieri Ilio Ciceri visita i centri ciociari maggiormente colpiti dal maltempo

Di redazione

Il generale di divisione dei carabinieri Ilio Ciceri, ha visitato la caserma dell’Arma a Ferentino. L’alto ufficiale, comandante della Legione Carabinieri Lazio, accompagnato dal comandante provinciale, il colonnello Antonio Menga, ha fatto visita lunedì mattina ai Comandi carabinieri nei centri dell’alto frusinate maggiormente colpiti dalle eccezionali nevicate dei giorni scorsi, tra cui la stazione carabinieri di Ferentino. Nella caserma ferentinate il generale Ciceri accolto dal comandante della Compagnia di Anagni, il capitano Costantino Airoldi, e dal comandante di stazione, il maresciallo aiutante Raffaele Alborino, ha incontrato il sindaco della città ernica Piergianni Fiorletta. Il primo cittadino ha apprezzato tanto e ha ringraziato per l’opera svolta durante l’emergenza neve a Ferentino, i militari della Stazione cittadina e di tutta la provincia di Frosinone. Anche in tale circostanza l’Arma ha dato dimostrazione di assoluta vicinanza alla popolazione, in particolare alle fasce più deboli. Il Comandante della Legione ha tributato parole di apprezzamento a tutto il personale. Aldo Affinati

21 febbraio 2012 0

Tutto pronto per “Abitare Oggi”, la fiera dell’edilizia di Lanciano

Di redazione

Tutto pronto per la 23esima edizione della Fiera dell’edilizia e della progettazione edile “Abitare Oggi”, che aprirà i battenti dal 24 al 26 febbraio. Questa mattina nel centro fiera si è svolta la conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato le massime cariche politiche cittadine. Oltre al sindaco Pupillo, infatti, c’era in suo vice Valete e il presidente del Consiglio comunale Di Fonzo. Tutti al fianco del presidente dell’Ente Fiera Franco Ferrante. Una edizione ben intenzionata a rispettare le tradizioni, guardando però alle innovazioni. Così, Ferrante, ha definito l’iniziativa che inizierà venerdì prossimo; una vetrina sull’edilizia e sulla progettazione che avrà come protagonista il legno. Che la fiera lancianese sia un punto di riferimento nel settore, lo dimostra anche l’attenzione di aziende internazionali. Esporranno, infatti, le loro idee, anche aziende coreane, tunisine e della repubblica maltese.

21 febbraio 2012 0

Bambini usati per rubare nei negozi di Cassino mentre gli adulti proteggono la fuga. Due arresti

Di redazione

Questa mattina gli agenti della Squadra Volanti del Commissariato di Cassino sono intervenuti presso l’enoteca di Via Virgilio a seguito di segnalazione sul “113” di furto in atto all’interno. Sul posto il personale operante ha ascoltato il denunciante e la descrizione dei quattro malviventi. La ricerca ha permnesso di bloccare in Viale Dante i fuggitivi ed accompagnarli in commissariato dove sono stati tratti in arresto i due cittadini di origine rom F.I. e D.L., perchè resisi responsabili in concorso tra loro della rapina impropria in danno dell’esercizio commerciale segnalato. In pratica l’uomo e la donna arrestati sono entrati all’interno dell’enoteca con l’intento di distrarre il proprietario e favorire due minori che provvedevano a rubare la merce. Vistisi scoperti dal proprietario per agevolare la fuga dei due giovani F.I., di anni 51 e D.L., di anni 36, hanno bloccato il titolare del negozio evitando che lo stesso potesse raggiungere i due ladri che intanto scappavano con la merce. Da accertamenti esperiti veniva accertato che gli stessi avevano nella stessa mattinata perpetrato un furto di generi alimentari all’interno del Supermercato Sigma in Via XX Settembre. Il personale della Squadra Volanti coordinata dal vice questore Putortì ha provveduto a recuperare tutti i prodotti asportati e a riconsegnarli ai legittimi proprietari.

21 febbraio 2012 0

Cinque le persone denunciate per associazione a delinquere tutte di origine campana

Di admin

Gravi le accuse che pendono su quattro uomini ed una donna di origine partenopea responsabili di aver costituito un’associazione dedita alla commissione di truffe. I cinque risultavano membri di una società di trasporto e spedizione con sede a Castellammare di Stabia ed avevano avviato un’apparente e regolare attività. I primi contatti con i committenti erano organizzati allo scopo di assicurarsi la loro fiducia e poi mettere in atto una vera e propria truffa. A cadere nella trappola degli abili truffatori un committente di Frascati responsabile del trasporto di generi alimentari che, dopo essere stato ingannato dalla visione della documentazione relativa alla società fantasma, affida alla stessa il trasporto di un carico di un noto spumante italiano da prelevare a Brescia e consegnare a Frascati. Il predetto carico del valore commerciale di 150.000 euro non è mai arrivato a destinazione. Inutili i tentativi dell’imprenditore romano di contattare il sub vettore campano che nel frattempo era misteriosamente sparito. Scattano le indagini della Polizia di Stato della Questura di Frosinone. Una serie di accertamenti degli investigatori hanno consentito di rintracciare la banda dei truffatori e denunciarli per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, falso in atto pubblico ed uso di atto falso per aver, tra l’altro, falsificato tutti i documenti sia della società che dei mezzi di trasporto.

21 febbraio 2012 0

Banda specializzata negli assalti ai bancomat, tre casi in pochi giorni nel frentano

Di redazione

Hanno prima oscurato le telkecamere della videosorveglianza con uno spray e poi hanno forzato il bancomat della filiale della Bls nel quartiere Santa Rita di Lanciano. Un raid ladresco che ha fruttato ai malviventi circa 5 mila euro. Ma quello messo a segno nella notte tra ieri e oggi, poco dopo le due, è solamente l’ennesimo furto con scasso messo a segno nel territorio frentano. Appena dieci giorni fa, cone le stese modalità, è stato forzato e alleggerito di circa 10mila euro il bancomat della stessa banca a San Vito Chietino. Nella notte tra domenica e lunedì, invece, con le stese modalità, i soliti ignoti hanno colpito alla cassetta di sicurezza dell’area di servizio Giuliano Petroli a Lanciano. Insomma, pare che nel frentano vi sia una banda che si sta specializzando nel furto con scasso di sportelli automatici.

21 febbraio 2012 0

Sindaco di Perano sotto indagine per violenza sessuale su una 20enne

Di redazione

Violenza sessuale, questa la pesante accusa rivolta da una ragazza di 20 anni al sindaco di Perano attualmente in carica. Le indagini svolte dai carabinieri hanno avuto inizio il pomeriggio del 27 maggio 2010 quando la ragazza ha presentato loro una denuncia dettagliata rispetto a cosa il sindaco Gianni Bellisario, le avrebbe costretto a fare nell’abitacolo della sua auto. La giovane, allora poco più che maggiorenne e già con indefiniti problemi psichiatrici, la mattina dello stesso giorno, su consiglio della zia, si è recata in comune a Perano per incontrare il primo cittadino per sottoporgli un problema e avere da lui un consiglio da legale, considerando anche la sua professione di avvocato. Svolgeva uno stage da parrucchiera e aveva un problema con il suo datore di lavoro. Sperava che il sindaco le avrebbe dato il consiglio giusto. All’appuntamento, però, fissato per le 10.30, secondo quanto raccontato successivamente ai carabinieri dalla presunta vittima, il sindaco le avrebbe chiesto di accompagnarlo a fare un sopralluogo in un cantiere e durante il tragitto, nella macchina, avrebbero affrontato la questione che era a cuore alla ragazza. Da questo punto in poi le versioni dei due si scollano completamente. La ragazza, nella denuncia, avrebbe sostenuto che Bellisario, alla guida della sua auto, l’avrebbe condotta in un luogo isolato e l’avrebbe costretta ad un rapporto sessuale orale. Ciò che ha seguito l’atto sessuale sarebbe divenuto, poi, un tassello fondamentale per l’accusa sostenuta dal sostituto procuratore Ruggiero Di Cuonzo. Dopo l’amplesso, infatti, l’uomo si sarebbe pulito con un fazzoletto di carta gettandolo dal finestrino. La ragazza, tornata in centro a Perano, è andata direttamente dai carabinieri a denunciare quanto accaduto. Lei, accompagnata dai militari, è tornata sul posto della presunta violenza sessuale per permettere agli investigatori di recuperare quel fazzoletto sporco, gettato dal finestrino, repertarlo per consegnarlo al Ris di Roma effettuasse un esame del dna per confrontarlo con quello dell’indagato. Lui, nel frattempo avrebbe negato ogni addebito, anche di aver fatto sesso con la giovane salvo poi dover ammettere il contrario quando il confronto tra il suo dna e quello repertato sul fazzoletto risultava compatibile al 99%. Ammesso l’amplesso, però, il sindaco avrebbe negato con forza che questo sarebbe avvenuto nella sua auto era contro la volontà della giovane, anzi, che sarebbe stata lei stessa a sollecitarlo. Insomma, ieri mattina, la turpe vicenda che vede l’uomo accusato di violenza sessuale, dopo un incidente probatorio a fine 2010, è arrivata in tribunale a Lanciano. I suoi legali dell’indagato, certi di poter far emergere la verità e per nulla intenzionati a far arrivare la vicenda ad un processo, hanno chiesto il giudizio immediato; per questo la ragazza, assistita dall’avvocato Danielle Mastrangelo del foro di Pescara, si è costituita come parte civile e l’udienza è stata aggiornata all’11 giugno.

21 febbraio 2012 0

Equitalia: sarà possibile rateizzare i propri debiti in maniera flessibile

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Un primo timido segnale di avvicinamento alle esigenze dei cittadini ed imprese nel campo del pagamento di sanzioni e tributi potrebbe giungere dalla bozza del decreto legge sulle “semplificazioni” ora all’esame del Governo. A sostenerlo è Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” che si augura che tale norma diventi effettiva per concedere un po’ di sollievo alle famiglie ed aziende italiane già alle prese con i problemi quotidiani aggravati dalla perdurante crisi economica.

Secondo quanto è dato apprendere, i titolari di debiti tributari avranno la possibilità di rateizzare i propri debiti in maniera flessibile, oltre a chiedere la dilazione dei pagamenti in caso di decadenza dalla rateazione.

Nella bozza è, infatti, contenuta una norma secondo cui “Il debitore può chiedere che il piano di rateazione preveda, in luogo di rate costanti, rate variabili di importo crescente per ciascun anno”. Una volta ricevuta l’istanza di rateazione, l’agente della riscossione può iscrivere l’ipoteca “solo nel caso di mancato accoglimento dell’istanza, ovvero di decadenza”.

I piani di rateazione a rata costante, già emessi alla data di entrata in vigore del presente decreto, “non sono soggetti a modificazioni, salvo il caso di proroga” ai sensi dell’articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 602 del 1973.

21 febbraio 2012 0

Pmi, Tanzilli (Idv): “Risarcire imprese in ginocchio per maltempo”

Di admin

Dall’Ufficio stampa Gruppo Idv riceviamo e pubblichiamo: “Le aziende e, più in generale, tutte le realtà della Piccola e Media impresa, nonché dell’Artigianato della provincia di Frosinone, già messe a dura prova dalla crisi economica e finanziaria che attanaglia anche il nostro territorio, rischiano il colpo di grazia a causa dei danni derivanti dalle forti nevicate che si sono registrate in tutta la Ciociaria nei giorni scorsi. Tale eventualità deve essere assolutamente scongiurata attraverso l’intervento delle istituzioni preposte, sia a livello di Regione Lazio che di Governo centrale. In verità, anche grazie all’intervento delle organizzazioni e delle associazioni di categoria, che si sono immediatamente mobilitate, sono stati sensibilizzati sia la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini che il Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, dai quali si attendono, al di là dei soliti “tavoli di monitoraggio”, provvedimenti immediati ed efficaci, al fine di trarre d’impaccio tutti gli imprenditori operativi nel settore industriale, dell’artigianato e del commercio della Regione Lazio. Le imprese che hanno subito danni debbono essere risarcite, o comunque messe in grado di poter riprendere l’attività nel più breve tempo possibile. Nella qualità di Responsabile Regionale del Lazio del Dipartimento Sviluppo Economico, PMI, Artigianato per l’IDV, unitamente al Consigliere Regionale Anna Maria Tedeschi, Vice Presidente della Commissione per le PMI e lo Sviluppo Economico, che già si era attivata per interpellare il nostro Deputato Europeo Niccolò Rinaldi circa l’accesso al Fondo Europeo di aiuti per le imprese messe in difficoltà da calamità naturali, continueremo ciascuno nel proprio ambito ad essere vicini agli imprenditori in difficoltà stimolando le istituzioni competenti ad essere più celeri possibile nell’emanazione di provvedimenti mirati a favorire il ripristino immediato delle aziende danneggiate. Il 23 febbraio è stata fissata presso la Regione Lazio una seduta nella X Commissione, competente per materia, alla quale prenderò parte personalmente, per le audizioni dei rappresentanti delle PMI e, più in generale, degli imprenditori della Regione Lazio che potranno prospettare i problemi che stanno incontrando nel riprendere la loro attività, al fine di consentire un’azione politica il più possibile mirata ed efficace. La prima priorità, dopo le audizioni, sarà quella di chiedere all’assessore Di Palo di creare un “percorso preferenziale” per snellire l’iter burocratico necessario agli imprenditori per accedere al Fondo Europeo tramite la Regione Lazio, affinché i tempi tecnici siano ridotti al massimo. Quindi, anche in questa circostanza, L’IDV è presente ed è accanto alle imprese per dare loro il proprio sostegno e contributo in questa situazione di ulteriore difficoltà.” Lo dichiara in una nota Fabio Tanzilli, responsabile del dipartimento regionale Piccola e Media Impresa dell’Italia dei Valori.