Giorno: 25 febbraio 2012

25 febbraio 2012 0

Bidello in manettte, abusava di 13enni nella scuola in cui lavorava

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Avrebbe abusato sessualmente di due 13enni all’interno della scuola media in cui lavorava come bidello a Pesacara. Questa la pesante accusa mossa dagli inquirenti della procura di Pescara che, questa mattina, hanno tratto in arresto un 58enne al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari. Palpeggiamenti nella parti intime e al seno oltre a tentativi di baciare le ragazzine che hanno raccontato ai genitori quanto accadeva da settembre. L’uomo aspettava che le sue vittime uscissero dalla classe per avvicinarle, accarezzarle, palpeggiarle e stringerle forte. In alcuni casi avrebbe anche proposto loro di seguirlo in luoghi appartati ma nessuno di loro ha mai accettato. Denuncia, ovviamente, verificata dalle indagini dei carabinieri della compagnia di Montesilvano.

25 febbraio 2012 0

Schianto sulla Provinciale a Bucchianico. Muore un 29enne di Chieti

Di redazione

Lo schianto della sua auto con un guardrail è costatala vita ad un giovane di Chieti. L’incidente è avvenuto questa mattina lungo la strada provinciale 221 a Bucchianico. Il 29enne ha perso ilo controllo della sua vettura in una curva impattando contro la struttura metallica. Per lui, nessuna speranza di salvezza. È morto sul colpo.

25 febbraio 2012 0

Si taglia il pene con una coltellata, 72enne di Isernia operato a Chieti

Di redazione

Solo la follia giustifica il gesto di un 72enne della provincia di Isernia che, ieri, con un colpo di coltello da cucina si è tagliato il pene. L’uomo, con problemi psichiatrici, è stato prima trasportato in ospedale a Isernia, poi è stato trasferito A Chieti dove i medici lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico per riattaccargli il membro. L’intervento sembra essere riuscito almeno dal punto di vista vascolare. Ci vorrà del tempo per stabilire se riacquisterà la sua piena funzionalità.

25 febbraio 2012 0

Cambio in Prefettura a Frosinone arriva Soldà, Maddaloni a disposizione del Ministero

Di redazione

La provincia di Frosinone cambia prefetto. Eugenio Soldà, già prefetto di Teramo, succede a Paolino Maddaloni che rimane a disposizione del Ministero. «Desidero, in qualità di Presidente della Provincia di Frosinone – dice Antonello Iannarilli – ringraziare il Prefetto Paolino Maddaloni per questo periodo di permanenza a Frosinone durante il quale non è mancato un franco vicendevole confronto. La designazione al Palazzo del Governo di Frosinone – conclude Iannarilli – sembra cadere sulla figura di Eugenio Soldà, al quale offro la nostra piena disponibilità e ogni auspicio per una proficua collaborazione». Maddaloni è a giudizio davanti al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per il reato di turbativa d’asta relativo all’appalto per le centraline per la misurazione della qualità dell’aria a Caserta. Maddaloni è stato inoltre intercettato mentre conversa con l’ex sindaco di Casapesenna, Fortunato Zagaria, omonimo del boss Michele dei Casalesi, al quale forniva istruzioni per far sciogliere il consiglio comunale.

25 febbraio 2012 0

Ragazze terribili, due minorenni picchiano e rapinano una commerciante cinese a Gaeta

Di redazione

Il Nucleo Operativo dei carabinieri della compagnia di Gaeta coordinato dal capitano Piero Antonino, hanno arrestato due ragazze del luogo, una 17enne ed una 16enne, per il reato di rapina in concorso. Le due, all’interno di un negozio di abbigliamento gestito da cittadini di nazionalità cinese, si si sono impossessate, furtivamente, di alcuni capi abbigliamento, cercando di darsi alla fuga. Scoperte dalla proprietaria, una donna 30enne cinese, al fine di guadagnare la fuga, una delle due ragazze l’ha colpita con un pugno alla testa. L’immediato intervento dei Carabinieri operanti, consentiva di bloccare le due ragazze e di arrestarle per il reato di rapina. Entrambe sono state accompagnate presso il Centro di Prima Accoglienza di Roma, mentre la vittima è stata soccorsa e ricoverata presso l’ospedale di Formia perché affetta da “trauma cranico”, in osservazione. Foto repertorio

25 febbraio 2012 0

Costa Concordia, completata l’esplorazione del settore di poppa del Ponte 4

Di admin

Il personale subacqueo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha completato l’esplorazione del settore di poppa del Ponte 4, dal quale ha avuto modo di accedere anche ai ponti superiore e inferiore. Contestualmente, prosegue l’attività di allestimento di ulteriori due cantieri, rispettivamente a centro nave e nel settore di prua, in corrispondenza dell’anfiteatro: le ricerche in assetto da palombaro leggero continueranno a concentrarsi, infatti, sui corridoi – trasformati in pozzi dall’inclinazione della nave.

Allo stesso tempo, operatori dei Vigili del Fuoco hanno portato a termine un’ulteriore fase di ricerca a mare, scandagliando un’area di circa di 2 chilometri quadrati sottocosta e individuando 12 target sul fondale marino – che si aggiungono ai 16 individuati nelle settimane passate dalla Marina Militare in mare aperto, su un’area di circa 18 chilometri quadrati: tutti gli obiettivi sono stati verificati, con esito negativo.

Procede, intanto, la seconda fase del recupero del carburante: è iniziato nella tarda mattinata di oggi il prelievo delle morchie dalla cassa ‘sludge’, mentre è stato svuotato già nella serata di ieri uno dei due tank di diesel – da cui sono stati prelevati e trasferiti a bordo della cisterna “Magic Duba” 140 metri cubi di gasolio – ed è flangiato e pronto al pompaggio il secondo.

Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

25 febbraio 2012 0

Domenicano con la droga nelle mutande. I carabinieri di Fiuggi recuperano 340 grammi di “coca”

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Fiuggi, durante un predisposto servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, bloccavano un giovane del luogo che sostava innanzi un albergo di Fiuggi. Il giovane, alla vista dei militari, assumeva un atteggiamento particolarmente preoccupato che, inizialmente, si attribuiva alla difficoltà nel parlare fluentemente l’italiano, atteso che lo stesso, anche se residente a Fiuggi, è originario della Repubblica Dominicana. Durante il controllo, gli operanti notavano che il giovane iniziava a tremare vistosamente quando gli veniva riferito che sarebbe stato sottoposto a perquisizione. L’immediata perquisizione personale permetteva di rinvenire, occultata nei boxer, 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”. L’esito dell’operazione di P.G. spingeva gli operanti ad estendere la perquisizione anche presso il suo domicilio, ritenendo che li potesse essere occultata ulteriore sostanza stupefacente, dove rinvenivano, all’interno di un armadio, n.31 ovuli contenenti complessivi grammi 330 circa di analoga sostanza stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Il giovane veniva tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti ed associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

25 febbraio 2012 1

Droga: arriva il vaccino per l’eroina. Cancella il “piacere” del buco.

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

In questi giorni è stato brevettato negli Stati Uniti un vaccino per sconfiggere la dipendenza da eroina. Testato in Messico sui topi elimina la sensazione di piacere provocata dalla droga, così da azzerare il desiderio di assumerla. Secondo i ricercatori del National Institute of Psychiatry messicano, che l’hanno ideato, il ‘vaccino per l’eroina’ potrebbe cancellare la dipendenza anche nell’uomo dando dei risultati davvero soddisfacenti. Presto potrebbero cominciare i primi esperimenti su alcuni pazienti visto che la cosiddetta fase pre-clinica durata 15 anni sta per concludersi. Il vaccino, riporta Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, agisce inibendo la molecola dello stupefacente e impedendole di sorpassare la barriera encefalica. L’eroina è una droga pesante, derivata dalla morfina, che appena iniettata provoca un caratteristico flash euforico della durata di circa 30-60 secondi,seguito da uno stato di confusione generale e depressione. Entro un’ora dalla somministrazione, però, si deprime il centro respiratorio nel sistema nervoso centrale e compare una potentissima sensazione di euforia ed eccitazione, in cui tutti i problemi vengono dimenticati e che è – probabilmente – l’emozione che viene ricercata quando si comincia ad assumere la droga. La molecola presente nel vaccino funziona proprio rendendo l’organismo resistente a quest’ultimo effetto dell’eroina, cosicché chi la usa non prova più la sensazione di piacere diffuso che invade il corpo quando la droga viene iniettata o fumata. In poche parole, il farmaco provoca una risposta immunitaria che impedisce all’eroina di entrare nel sistema nervoso e attaccare i recettori oppioidi del cervello, bloccando dunque la sensazione simile ad un’improvvisa scarica di endorfine. In questo modo si blocca l’effetto di piacere che la droga produce. Chiaramente è un vaccino rivolto a chi ha un grave problema di dipendenza, che ha tentato senza successo altre vie per disintossicarsi e che vuole fare un ultimo tentativo. Il progetto finanziato anche con fondi che provengono dal governo statunitense potrebbe in futuro estendersi ad altri tipi di droga che creano dipendenza come la cocaina e il cui traffico costituisce la principale fonte di guadagno per i narcos e la criminalità organizzata.

25 febbraio 2012 0

Cocaina ed eroina sulla superstrada, due molisano in manette

Di redazione

Questa mattina i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo, comandata dal Capitano Pier Francesco Di Carlohanno arrestato un 48enne ed un 31enne, rispettivamente di Pozzilli (IS) e Venafro (IS), resisi responsabili di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I prevenuti venivano intercettati e fermati dai militari operanti sulla SS 630 all’altezza di Ausonia e sottoposti ad accurata perquisizione, venivano trovati in possesso di gr. 10,7 di stupefacente del tipo “eroina” e gr.3,4 di “cocaina” sottoposti a sequestro. A San Giorgio a Liri, invece, i militari della locale Stazione, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, segnalavano alla Prefettura di Frosinone, ai sensi dell’art.75 DPR b309/90 un giovane del luogo poiché, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di gr. 0,4 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” sottoposta a sequestro. Foto repertorio