Giorno: 27 febbraio 2012

27 febbraio 2012 0

Ospedale di Cassino, il direttore generale Mirabella assicura: “Non chiudono i reparti”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ospedale di Cassino, il direttore generale della Asl assicura: “Non chiudono i reparti” Il direttore della Asl di Frosinone ha convocato una conferenza stampa per smentire le voci di chiusura di alcuni reparti del Santa Scolastica di Cassino. “Non chiude ostetricia e non chiude ginecologia. – ha detto il direttore generale – Per i due reparti sono stati presi provvedimenti limitati nel tempo per una infezioni da interite. Non chiude ortopedia perché stiamo assumendo personale medico per continuare le attività. Non chiude pediatria, e neanche la medicina nucleare. E’ in corso una ristrutturazione per permettere al reparto di ospitare l’Spdc di Pontecorvo”. Mirabella ha poi concluso: “Non è che tutto va bene, ma non tutto va male”.

27 febbraio 2012 0

Alla ricerca dell’antica ferrovia che collegava il Regno di Napoli a Gaeta

Di redazione

L’Archeoclub di Calvi Risorta sta realizzando una mappatura per un percorso di “trekking archeologico” lungo l’antico tracciato della linea ferroviaria che da Sparanise raggiunge il Golfo di Gaeta. La linea ferroviaria fu progettata dai Borbone e doveva collegare la Portici – Napoli con Gaeta. Nel 1861 quando avvenne l’annessione del Regno di Napoli a quello dei Savoia, la linea si interrompeva a Capua, perché il tracciato attraversava zone paludose da bonificare. Riprendeva da Sparanise, importante snodo ferroviario dove era in fase di completamento la linea verso Cassino che all’epoca arrivava solo fino a Tora. Era invece ancora in fase di progettazione quella verso Gaeta. L’opera ferroviaria si completò solo nel 1892. Fu necessario realizzare imponenti opere edili, come il Viadotto di Cascano, tra Teano e Sessa Aurunca, composto da imponenti arcate di 12 metri. Ed il percorso di trekking realizzato dai soci dell’Archeoclub si sta occupando di mappare questi importanti manufatti. Grazie ad Andrea Covellone del Convitto di Cassino, conoscitore della zona e che si è gentilmente disposto da fare da guida, domenica scorsa i soci Paolo Mesolella, Erminio Zona ed altri hanno mappato la linea (nella cartina) da Sparanise fino a Cascano, passando per il casello e la stazione di Maiorisi, demolita da qualche anno per fare spazio al mega parcheggio del Centro Commerciale “Il Sidicino”. Tornando alla storia della Ferrovia funzionò fino alla Seconda Guerra Mondiale. Ma già con l’inaugurazione della Napoli-Formia-Roma in pieno periodo Fascista il percorso venne sminuito nella sua importanza e poi suddiviso in due tronconi. Il tronco Formia-Gaeta ebbe una buona frequentazione, ma nonostante ciò nel 1966 venne autosostituito anche se mai ufficialmente soppresso. L’altro tronco, nel tratto superstite fra Cellole e Sparanise, ebbe ben po! ca fortuna e venne soppresso nel 1957. Eppure entrambi i percorsi oggi avrebbero grossi motivi per esistere. Raggiungere Gaeta in treno sarebbe comodo e veloce per i tanti pendolari soprattutto nella stagione estiva, contribuendo anche a decongestionare il grosso traffico sulla litoranea. Ma anche di un collegamento fra la linea Via Formia e quella Via Cassino si avverte spesso l’esigenza e non sarebbe male un ripristino della vecchia ferrovia.

27 febbraio 2012 0

Crociere maledette, anche la Costa Allegra “incidentata”. Mille persone bloccate in pieno oceano

Di redazione

La nave da crociera Costa Allegra è bloccata nel cuore dell’oceano al largo delle isole Seychelle con ben più di mille persone a bordo (627 passeggeri e 413 di equipaggio) tra cui 212 italiani (186 passeggeri e 86 membri dell’equipaggio). A bloccare la spinta della nave è stato un incendio che ha interessato i generatori elettrici a poppa e che ha provocato anche il black out. L’incendio, domato dal personale di bordo, si è verificato alle 10.30 circa di questa mattina e al momento, l’imbarcazione è alla deriva e ha alimentazione elettrica sufficiente solo per gli strumenti di bordo. I soccorsi sono partiti sia dalle Seychelles che dall’Italia ma la prima imbarcazione che potrà raggiungere la Allegra è un peschereccio oceanico di 90 metri che arriverà in prossimità della nave non prima della mezzanotte. L’equipaggio di un aereo che ha sorvolato la Allegra si sarebbe accertato che la nave galleggia perfettamente. Un periodo decisamente sfortunato quello che sta attraversando la Costa Crociere che in meno di un mese e mezzo è stata colpita dal tragico affondamento della Costa concordia e da questo altro incidente.

27 febbraio 2012 0

L’Allegra in black out nell’oceano,partiti i rimorchiatori dall’Italia

Di redazione

Gia alle 16 di oggi tutti i dettagli sulla vicenda della Costa Allegra erano resi pubblici sul sito internet della Costa crociere e si leggeva “Costa Crociere è stata informata che oggi alle ore 10.39, ora italiana, un incendio si è sviluppato a bordo della motonave Costa Allegra in sala macchine, nel locale generatori elettrici situato a poppa. Le procedure e il sistema antincendio di bordo sono stati prontamente attivati e le speciali squadre antincendio di bordo sono intervenute; l’incendio è stato estinto e non si è esteso a nessuna altra zona della nave. Non ci sono stati feriti o vittime. A titolo di precauzione a bordo è stato prontamente dato l’allarme di emergenza generale; tutti i passeggeri e i membri dell’equipaggio, non impegnati nella gestione dell’emergenza, si sono recati alle muster station con le dotazioni di sicurezza necessarie. Attualmente la nave si trova a oltre 200 miglia a sud-ovest delle Seychelles e a circa 20 miglia da Alphonse Island; sono in corso le verifiche sullo stato della sala macchine per poter far ripartire le strumentazioni necessarie a riattivare la funzionalità della nave. Come da procedure sono state avvertite le Autorità competenti, tra cui il Maritime Rescue Control Centre di Roma che stanno seguendo gli sviluppi della situazione per dare il supporto necessario. La nave ha lanciato il segnale di richiesta di soccorso. La Compagnia e le Autorità competenti sono attive per fornire alla nave il supporto necessario in funzione dell’evolversi della situazione. Sul luogo si stanno recando rimorchiatori ed altri mezzi di supporto. A bordo della nave sono presenti 636 passeggeri di varie nazionalità e 413 membri di equipaggio. La nave, partita sabato 25 febbraio da Diego Suarez, era diretta al porto di Victoria (Mahè, Seychelles) dove era prevista arrivare domani 28 febbraio. Inoltre la Vosta ha messo a disposizione dei parenti dei passeggeri un numero verde 848.50.50.50

Questa le nazionalità dei passeggeri presenti a bordo. ITALIA 135 FRANCIA 127 AUSTRIA 97 SVIZZERA 90 GERMANIA 38 REGNO UNITO 31 ISOLE MAURITIUS 15 RUSSIA 15 SPAGNA 15 CANADA 13 BELGIO 13 SLOVENIA 12 AMERICA 8 CROAZIA 6 REPUBBLICA CECA 4 LETTONIA 3 PORTOGALLO 2 POLONIA 2 ROMANIA 2 BRASILE 2 UNGHERIA 2 LUSSEMBURGO 1 ALGERIA 1 URUGUAY 1 IRLANDA 1

27 febbraio 2012 0

Ad Aquino tutto pronto per celebrare la ricorrenza di San Tommaso

Di redazione

Come a tanti è noto, il 7 di marzo ricorre la festività di san Tommaso d’Aquino, data che ricorda il giorno della sua morte, avvenuta il 7 marzo 1274. Anche quest’anno naturalmente, Aquino celebra questo evento con una serie di manifestazioni che inizieranno sabato 3 marzo e si concluderanno mercoledì 7. Per sabato 3 alle ore 17,00 infatti, è prevista la manifestazione del circolo san Tommaso, giunta alla terza edizione. La manifestazione che si terrà nella chiesa della Madonna della Libera, vedrà la premiazione dei vincitori del concorso “veritas et amor” e la consegna del premio “fiaccola d’oro” ad Antonio Fazio, già governatore della banca d’Italia. Ci saranno prolusioni dello stesso Fazio, del presidente della “pontificia accademia di teologia” Manlio Sodi, e del vescovo Sanchez Sorondo, cancelliere della “pontificia accademia delle scienze”. Domenica 4 alle 18,00 nella sala consiliare del Municipio, si terrà un concerto dell’Eko Orchestra, un gruppo di quaranta ragazzi che eseguiranno un “Concerto di Chitarra e Voci” diretti dal chitarrista Angelo Mirante. Il giorno 6, vigilia della ricorrenza, alle ore 11,30, ci sarà il tradizionale omaggio floreale degli alunni delle scuole aquinati, al monumento a san Tommaso posto davanti alla cattedrale. Sul far della sera poi, dopo il canto dei vespri, davanti allo stesso monumento partirà il corteo per l’accensione del secolare “falò della vigilia” effettuata dal Sindaco di Aquino nella corte della casa di san Tommaso che si affaccia sull’ampio spazio del parco del vallone, al di sotto della torre e del borgo medievale. Il giorno 7, alle ore 17,00, si terrà in cattedrale la solenne Messa officiata dall’arcivescovo Filippo Iannone, oggiAggiungi un appuntamento per oggi vicegerente della diocesi di Roma, ed attualmente amministratore apostolico della nostra diocesi. Al termine del rito, seguirà la processione con la grande statua in legno di san Tommaso per le vie della Città- Nel corso di queste giornate, il gruppo rievocazioni storiche di Aquino, effettuerà quotidiani cortei e rievocazioni storiche sia nella piazza san Tommaso,sia nella piazza dei conti d’Aquino sotto la grande torre, sia nel parco del vallone. Lo stesso corteo storico accompagnerà le manifestazioni alla chiesa della Libera, quella per l’accensione del falò, e, la sera del 7 marzo, la processione per le vie della Città.

27 febbraio 2012 2

Contro la vivisezione, Aidaa promuove un registro per chi rifiuta farmaci testati su animali

Di redazione

Dall’associazione Aidaa riceviamo e pubblichiamo La vivisezione finirà solo quando non ci saranno più persone obbligate ad assumere farmaci testati su animali. Non c’è altro modo per fermare questo orrore che il superamento in prospettiva della necessità di testare i farmaci sugli animali. Purtroppo in Italia i test sui primati, cosi come sui gatti, cani, topi ed altri animali sono ammessi dalla legge e di fatto per quanto riguarda gli esperimenti sui primati nulla cambierà con la nuova legge in discussione in Parlamento che prevede la possibilità di continuare gli esperimenti sui primati, cani e gatti per i protocolli farmaceutici. Pertanto pur ritenendo assolutamente positiva questa ondata di indignazione popolare alla quale ci uniamo con la quale si chiede di risparmiare le scimmie arrivate nello stabilimento Harlan di Correzzana (Monza) e destinati agli esperimenti di vivisezione nei laboratori farmaceutici, riteniamo importante sottolineare che purtroppo fino a quanto queste leggi non cambieranno e non si arriverà alla TOTALE ABOLIZIONE DEGLI ESPERIMENTI DI VIVISEZIONE non ci saranno possibilità di salvare i milioni di animali che ogni giorno muoiono nei laboratori e negli stabulari. Pur apprezzando tutti gli sforzi che vengono fatti sull’onda emotiva per salvare questi animali, sforzi ai quali ci uniamo con tutta la nostra forza riteniamo che essi siano destinati di fatto al fallimento fino a quando non sarà totalmente superato il binomio vivisezione-farmaci. Per questo motivo pur appoggiando in pieno la lotta contro la vivisezione cosi come concepita in questi anni AIDAA ritiene di indicare una nuova strada di impegno personale nella lotta alla vivisezione attraverso una forma di obiezione di coscienza diretta di ciascuno di noi chiamato a dire basta ai farmaci testati. Solo con un impegno personale e collettivo che superi l’attuale situazione legislativa e di mercato è possibile in maniera seria e non ipocrita arrivare a dei risultati che vadano al di la delle apparenze e delle semplici campagne di indignazione. Per questo motivo l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE ha dato vita al REGISTRO DI COLORO CHE RIFIUTANO I FARMACI TESTATI. L’obiettivo è quello di garantire la migliore cura possibile senza che questa passi per la sperimentazione animale. Sono già diverse centinaia le richieste di iscrizioni al registro degli obiettori di coscienza all’assunzione dei farmaci testati. L’obiettivo è quello di rendere questo registro pubblico e di chiedere seriamente il cambio di legislazione e che in Italia ed in Europa sia vietata la vivisezione e la sperimentazione farmaceutica con animali. Chiunque volesse iscriversi o avere ulteriori informazioni può farlo scrivendo a nofarmacitestati@libero.it Per info 392 6552051 – 347 8883546

27 febbraio 2012 0

Annalisa D’Aguanno: “Con l’abolizione delle Comunità Montane risparmieremo rendendo più efficienti gli enti locali”

Di redazionecassino1

Riduzione dei costi, massimo rigore nelle spese correnti,  valorizzazione degli enti locali e ammodernamento della macchina burocratica della Regione Lazio. Ovviamente salvaguardando dipendenti e posizioni contrattuali: sono questi gli obiettivi della proposta di legge regionale per il riordino delle forme associative degli enti locali, che prevede la soppressione delle 22 Comunità Montane del Lazio, alla quale la Giunta Polverini ha dato il via libera nell’ultima seduta della scorsa settimana. Lo ha dichiarato, soddisfatta per l’iniziativa intrapresa che sta ottenendo consensi unanimi in un periodo in cui la parola d’ordine è risparmiare, Annalisa D’Aguanno, vicepresidente regionale della commissione Lavoro, politiche sociali e giovanili: <Questo provvedimento, come ha avuto modo di ricordare anche la presidente Polverini, costituisce è il primo vero intervento di riordino delle forme associative degli enti locali e si inserisce nell’ambito della politica di contenimento dei costi che la Regione Lazio ha messo in campo fin dal suo insediamento. La proposta di legge va inoltre nella direzione indicata nella normativa nazionale, che impone uno stretto rigore sulle spese correnti. Naturalmente – ha proseguito la D’Aguanno – non ci sarà alcuna penalizzazione per i lavoratori che, in accordo con le organizzazioni sindacali, saranno ricollocati, mentre le funzioni degli enti saranno trasferite ai comuni competenti>. Ma c’è di più: <Lo scopo di questa proposta di legge – ha aggiunto Annalisa D’Aguanno – è anche quello di valorizzare di più e meglio gli enti locali, promuovendo al contempo il fondamentale processo di ammodernamento della macchina burocratica della Regione Lazio per cui la Giunta è impegnata>. I dati: attualmente nel Lazio ci sono 22 comunità montane che contano 108 dipendenti a tempo indeterminato, 42 contratti a tempo determinato e 287 contratti a tempo determinato a cui si fa ricorso in specifici periodi dell’anno.

27 febbraio 2012 0

Cade dalla scala mentre raccoglie arance e muore

Di admin

E’ caduto da una scala mentre raccoglieva le arance ed è morto. Si tratta di Pasqualino D. V., 78 di Castrocielo che, questa mattina è deceduto mentre, nel suo orto di casa, raccoglieva le arance. A trovarlo agonizzante al suolo sono stati i suoi familiari che hanno chiamato un’ambulanza, ma la corsa in ospedale è stata inutile dato che l’anziano è deceduto poco dopo essere arrivato al pronto soccorso.

27 febbraio 2012 0

Volley: A Sulmona il Barbecue Lanciano la spunta sui padroni di casa 1 a 3

Di redazionecassino1

Tutto in  una sera: cambio di impianto una volta giunti a Sulmona (quello ufficiale chiuso per pioggia) inizio gara ritardato di un’ora e mezza, assenze dell’ultimo minuto con conseguente formazione rivoluzionata, ma il BARBECUE Lanciano ce la fa lo stesso: porta  casa una vittoria da tre punti superando i problemi ed adattandosi alle difficoltà. Grossi trona a vestire la maglia di laterale-ricevitore, ma viene a mancare un libero, di conseguenza la formazione dietro soffre un pò, sia per le posizioni di difesa che per le coperture; la cosa i ragazzi la avvertono soprattutto nel primo set quando sono in vantaggio ma si fanno rimontare dal Sulmona nel finale; coach Dalerci aggiusta qualcosa e chiama ogni tanto Colacioppo in seconda linea ed anche se con qualche incertezza, la formazione gira e riesce a gestire i ritorni dei padroni di casa senza patemi d’animo. Il gioco e la continuità hanno alti e bassi, forse solo il servizio consente in maniera costante la possibilità di avvantaggiarsi, ma bisogna riconoscere al team BARBECUE la capacità e la serenità di aver reagito bene a situazioni che potevano creare problemi invece i ragazzi non si sono disuniti ed anzi hanno avuto un approccio disincantato con buona voglia di fare la loro partita. La prossima settimana, dopo una lunga sosta per neve (le gare saltate verranno recuperate a fine campionato) si torna al Palavolley di via Masciangelo contro il Bellante. ASD SULMONA VOLLEY-BARBECUE LANCIANO 1-3 25/22(23’) 21/25 (27’) 19/25 (26’) 22/25 (25’) ASD SULMONA VOLLEY Accilli Antonellis D’Amato D’Andrea Ranalli Brosa Scannella Scarpone Sculli Catullo 1All De Angelis BARBECUE LANCIANO Milano Staniscia Valerio  Martelli Grossi Giallonardo Micucci Sciorilli Colacioppo Volpe Colacioppo  1All Dalerci Arbitro Sacco e Leone di Pescara