Giorno: 28 febbraio 2012

28 febbraio 2012 0

Minacciata e aggredita mentre tenta di salvare una gattina

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Aggredita verbalmente con parole e minacce fino a quando è stata male ed è stata costretta a chiamare polizia ed un ambulanza che l’ha accompagnata in ospedale, solo perché cercava di salvare una gattina finita in un giardinetto del vicino”. Lo si legge in una nota dell’associazione animalista Aidaa. “Il fatto è accaduto verso mezzogiorno a Brindisi in via Carso. Protagonista la vice presidente nazionale dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente Antonella Brunetti la quale si era recata sul posto per recuperare una gattina che si trovava ospite a casa di un amico e che doveva essere data in adozione. Il micio uscito è andato nel giardinetto del vicino di casa che dopo aver fatto entrare Antonella ha dapprima tentato di uccidere a bastonate la gatta e successivamente ha inveito contro la vice presidente di AIDAA con minacce e parole offensive fino a provocare alla Brunetti un malore. Sul posto sono intervenuti i poliziotti ed un ambulanza che ha accompagnato la vice presidente di AIDAA al pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi. La micia in questo parapiglia è riuscita a fuggire alle grinfie del bruto ed è rientrata sana e salva nell’abitazione della persona che la ospita e quindi è in buone condizioni. “E’ un atto intollerabile al quale reagiremo con forza – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- non è possibile che una persona debba essere insultata fino a provocarle un malore solo perché ha tentato di recuperare un gatto finito nel giardino del vicino di casa dopo che lo stesso gli ha dato il permesso di entrare per recuperare l’animale. Ora la prima cosa è che Antonella si riprenda e stia bene- conclude Croce- ma il responsabile di questo gesto sarà chiamato a rispondere del suo gesto e delle conseguenze che ne sono derivate e non avremo pace fino a quando giustizia non sarà fatta”.

28 febbraio 2012 0

Camionista sbranato da un branco di cani randagi

Di redazione

Stava agganciando il rimorchio al trattore stradale in un piazzale a Biscottino, nel comune di Collesalvetti (Livorno) quando è stato assalito da un branco di cani randagi. Una morte terribile quella del camionista 50enne Vito Guastella di Trapani letteralmente sbranato dai nani e i cui brandelli di corpo sono stati disseminatio un un’area di alcuni metri quadrati. Ad accorgersi che qualcosa fosse andato storto è stato un suo collega che ha notato il camion fermo e con il motore acceso e, avvicinandosi, ha scoperto il delirio. Gli animali si sarebbero prima accaniti sulle sue gambe, poi su tutto il resto. Si tratterebbe di una decina di meticci catturati dai veterinari della Asl che venivano cibati da una donna rumena che vive nei paragi all’interno di un roulotte. L’autopsia stabilirà se l’uomo è morto per le ferite riportate o a causa di un malore causato dallo spavento.

28 febbraio 2012 0

In manette coppia di 46enni cassinati per spaccio di droga

Di redazionecassino1

A Castel Volturno, i carabinieri del NORM della Compagnia di Pontecorvo, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto I.A. 45 enne e S.F. 46 enne, entrambi residenti a Cassino, perché  responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I prevenuti, a seguito di un controllo dei Militari operanti, con perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di grammi 13,00 di eroina e grammi 1,00 di cocaina, stupefacente sottoposto a sequestro. Gli arrestati, ad espletate formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

28 febbraio 2012 0

Rissa fra donne per motivi di gelosia finisce con l’arresto e danni per 5mila euro

Di redazionecassino1

A Casalvieri,  i carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con i colleghi del NORM della Compagnia di Sora, hanno tratto in arresto C.A. 48 enne di Casalattico per danneggiamento aggravato e minaccia aggravata. La prevenuta brandendo dei legni acuminati, ha minacciato di morte una coetanea,  cittadina di nazionalità Americana domiciliata in Atina, danneggiando la sua autovettura., procurandogli un danno stimabile in euro 5.000. L’episodio è riconducibile a motivi di gelosia. La C.A. per la consumazione del reato, si è avvalsa della collaborazione di figlia e nipote. L’arrestata è stata trattenuta presso la camera di sicurezza.

28 febbraio 2012 0

Ruba in un’abitazione, ma viene scoperto dal proprietario e finisce in manette

Di redazionecassino1

Ad Alvito,  i carabinieri della locale Stazione, hanno denunciato in stato di libertà F.E. 24 enne residente in Monte San Giovanni Campano, perché responsabile di furto in abitazione. Il giovane è stato sorpreso dal proprietario mentre trafugava nella sua abitazione e vistosi scoperto, si dava a precipitosa fuga a bordo della propria autovettura, una Lancia Y.  Le immediate indagini hanno permesso la sua identificazione, nonché il recupero della refurtiva consistente in monili in oro del valore complessivo di 1.500 euro.

28 febbraio 2012 0

Rissa tra fratelli per la gestione del ristorante di famiglia ad Anagni

Di redazionecassino1

Si sono picchiati e feriti per stabilire chi avesse ragione in merito alle polemiche scoppiate tra loro sulla gestione del ristorante di famiglia di Anagni. I carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con i colleghi del NORM della stessa Compagnia, sono dovuti intervenire per fermare la furia di P.M. 48 enne, P.A. 44 enne e P.S. 35 enne, e poi arrestarli per il reato di rissa aggravata. Gli arrestati sono stati bloccati dai Militari operanti nel corso di una violenta colluttazione tra loro, originata da motivi economici connessi alla gestione dell’attività di ristorazione. A seguito della baruffa, i contendenti hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari per contusioni varie. Nella stessa circostanza, è stato denunciato in stato di libertà  un minore.  Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti alla misura della detenzione domiciliare.

28 febbraio 2012 0

AIDAA: Aggredita e ricoverata al P.S. mentre tenta di salvare un gatto

Di redazionecassino1

Aggredita verbalmente con parole e minacce fino a quando è stata male ed è stata costretta ricorrere a chiamare polizia ed un ambulanza che l’ha accompagnata in ospedale, solo perché cercava di salvare una gattina finita in un giardinetto del vicino. Il fatto è accaduto verso mezzogiorno a Brindisi in via Carso protagonista la vice presidente nazionale dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente Antonella Brunetti la quale si era recata sul posto per recuperare una gattina che si trovava ospite a casa di un amico e che doveva essere data in adozione. Il micio uscito è andato nel giardinetto del vicino di casa che dopo aver fatto entrare Antonella ha dapprima tentato di uccidere a bastonate la gatta e successivamente ha inveito contro la vice presidente di AIDAA con minacce e parole offensive fino a provocare alla Brunetti un malore. Sul posto sono intervenuti in poliziotti ed un ambulanza che ha accompagnato la vice presidente di AIDAA al pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi. La micia in questo parapiglia è riuscita a fuggire alle grinfie del bruto ed è rientrata sana e salva nell’abitazione della persona che la ospita e quindi è in buone condizioni. “E’ un atto intollerabile al quale reagiremo con forza – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- non è possibile che una persona debba essere insultata fino a provocarle un malore solo perché ha tentato di recuperare un gatto finito nel giardino del vicino di casa dopo che lo stesso gli ha dato il permesso di entrare per recuperare l’animale. Ora la prima cosa è che Antonella si riprenda e stia bene- conclude Croce- ma il responsabile di questo gesto sarà chiamato a rispondere del suo gesto e delle conseguenze che ne sono derivate e non avremo pace fino a quando giustizia non sarà fatta”.

28 febbraio 2012 0

Esce dai ‘domiciliari’, ma finisce in manette durante un controllo dei Carabinieri

Di redazionecassino1

Nel pomeriggio di ieri a Sora, il NORM della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi di controllo del territorio, traevano in  arresto T.L., 23enne del luogo. Lo stesso,  in regime degli  arresti domiciliari presso la propria residenza per il  reato di “furto aggravato in concorso”, veniva sorpreso dai militari operanti  lontano dal proprio domicilio mentre assisteva alla sfilata dei carri di carnevale. Dopo le formalità rito, l’arrestato veniva trattenuto presso le camere di sicurezza di quel Comando Compagnia in  attesa della fissazione dell’udienza direttissima.

28 febbraio 2012 0

Arrestato un 35enne in possesso di cocaina. Prima applicazione del decreto ‘salva carceri’.

Di redazionecassino1

Era da poco passata la mezzanotte in via Leonardo Da Vinci, quando i Carabinieri di Silvi fermano D’Apote Vincenzo, 35enne residente a Silvi, già conosciuto per fatti di giustizia. Lo perquisiscono e gli trovano in tasca dieci grammi di cocaina solida, probabilmente di ottima qualità, per un controvalore di 800 euro. “Non c’è dubbio” fa conoscere il Comandante della Compagnia, “l’asse di rifornimento della Cocaina è con Giulianova”, e tale affermazione sottende che l’arresto di ieri cela conoscenze ben più profonde soprattutto in relazione al luogo in cui il giovane è stato fermato. Con l’arresto di ieri, i carabinieri di Silvi applicano per la prima volta sul loro territorio, la nuova riforma all’art.558 4° comma bis del C.P.P., ossia in caso di arresto in flagranza il P.M., in questo caso il Dott. D. Rosati Sost. Procuratore di Teramo, dispone gli arresti domiciliari presso il domicilio dell’arrestato in attesa del rito direttissimo, fatta eccezione per i reati di furto in abitazione, rapina ed estorsione, ove in questi casi l’arrestato dovrà essere collocato presso la camera di sicurezza dell’organo di p.g. procedente o il carcere. Il D’Apote quindi, durante la nottata è stato tradotto dai carabinieri e detenuto presso la sua abitazione in attesa di essere giudicato per direttissima dinanzi al Tribunale Ordinario di Teramo.

28 febbraio 2012 0

Basket: AD Pallacanestro Cassino, si rafforza con il neo acquisto Riccardo Strivieri

Di redazionecassino1

La società sportiva A.D. Pallacanestro Cassino comunica di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive dell’atleta RICCARDO STRIVIERI classe 1989 proveniente dal CUS SIENA divisione nazionale C. L’atleta nato a Città di Castello (PG) e residente a Sansepolcro(AR) è alto 200 centimetri e ricopre i ruoli 4/5, ha cominciato la carriera nel settore giovanile del Sansepolcro (2001/2005) per poi passare ai Crabs di Rimini (2005-2009) dove ha collezionato presenze ed allenamenti con la formazione di Legadue. Nel 2008/2009 ha giocato nel Riccione in serie C. Dal 2009 al 2011 passa all’Assi Ostuni (A Dilettanti) con il doppio tesseramento gioca anche nel San Vito dei Normanni in serie C. Nella corrente stagione sportiva firma per il Cus Siena in DNC girone E dove gioca 294 minuti in 22 presenze segnando 59 punti con una media realizzativa del 34 % da 2, 33 % da 3, 60 % dalla lunetta conquistando 46 rimbalzi. Il giocatore dispone di un’elevazione notevole con ottime doti fisiche, in difesa, ha tempo per stoppare e velocità per impegnare sia i “3” che i “4” avversari, dispone di braccia lunghissime che ne facilitano il recupero di palloni importanti, in attacco Riccardo ha ottime capacità di schiacciare con buone percentuali anche con i tiri dalla lunga distanza.