Costa Concordia, le ricerche continuano nelle cabine del Ponte 1 e 2

2 febbraio 2012 0 Di redazione

Le ricerche dei dispersi nel naufragio della Costa Concordia non sono sospese ma procedono all’esterno del relitto. Lo ha detto il Direttore Tecnico dei Soccorsi che ha evidenziato oggettivi limiti operativi rispetto alle condizioni di sicurezza per gli operatori S.A.R. nella parte sommersa della nave. I sommozzatori e personale S.A.F. del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, hanno proceduto oggi all’ispezione di alcune cabine nei ponti 1 e 2. Le ricerche nella parte sommersa interna alla nave, dove al momento i soccorritori non possono operare per oggettivi limiti di sicurezza, potranno riprendere nelle fasi successive, laddove le operazioni di debunkeraggio e di pulizia all’interno della nave creeranno le condizioni per garantire la sicurezza degli operatori.
Nel corso della mattinata, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco e i mezzi Smit-Neri sono intervenuti nell’area circostante la nave per la risistemazione delle panne assorbenti spostate o danneggiate a causa delle condizioni di mare molto mosso di ieri, mentre le strumentazioni per il monitoraggio della nave gestite dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze non hanno registrato valori anomali nei movimenti del Costa “Concordia”.