Danni maltempo: chiesto, dal Tavolo di crisi della Camera di Commercio, un fondo di garanzia anche per l’agricoltura

16 febbraio 2012 0 Di redazionecassino1

L’ istituzione di un fondo apposito che comprenda anche l’agricoltura per finanziare i danni materiali ed immateriali e un fondo a garanzia per i finanziamenti erogati dalle banche a tutti i settori danneggiati, in analogia con quanto previsto dal “fondo antiusura”. Queste le richieste avanzate dal Tavolo di crisi, nato presso la Camera di Commercio di Frosinone dalle associazioni imprenditoriali  a seguito dell’eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi, al Presidente della Giunta regionale del Lazio, Renata Polverini. La riunione, presieduta dal presidente Florindo Buffardi, si è svolta questa mattina nella sede della Camera di Commercio di Frosinone alla presenza dei rappresentanti sia delle associazioni di categoria che dei principali Istituti di Credito. Presente anche l’assessore provinciale alle Attività Produttive Francesco Trina. Alla luce degli ingenti danni che hanno messo in ginocchio l’intero tessuto economico provinciale, è stato deciso di chiedere alla Regione Lazio interventi urgenti per la gestione della prima fase dell’emergenza attraverso: a) l’istituzione di un apposito fondo comprendente anche l’agricoltura per il ripristino del potenziale produttivo; b) un fondo a garanzia per i finanziamenti erogati dalle banche a tutti i settori danneggiati in linea con quanto previsto dal “fondo antiusura”. Un documento, sottoscritto da Buffardi, in qualità di presidente del Tavolo, è stato immediatamente inviato alla presidente Polverini. Nel contempo i rappresentanti del Tavolo hanno richiesto al Prefetto Paolino Maddaloni, tramite un telegramma, un incontro urgente, al fine di rappresentare la situazione all’Autorità di Governo del Territorio.
In attesa di riscontri da parte della Regione Lazio, la Camera di Commercio e la Provincia di Frosinone hanno già provveduto a convocare i propri organi per dare  risposte immediate alle aziende interessate. Il Tavolo, inoltre, ha preso atto della  disponibilità manifestata dagli Istituti di Credito partecipanti all’incontro ad accettare la richiesta di soprassedere alle prossime scadenze che interesseranno le aziende.