Emergenza neve, la provincia di Chieti al lavoro per riaprire le scuole

13 febbraio 2012 0 Di redazione

I piazzali e le strade di accesso alle scuole della Provincia di Chieti sono stati liberati dalla neve in vista della ripresa dell’attività didattica, la cui sospensione era stata decisa dai Sindaci a causa delle forti nevicate. La neve è stata quasi completamente rimossa da accessi e varchi. Laddove la neve è ancora presente, sarà rimossa nelle prossime ore e comunque prima della riapertura delle scuole. Lo rende noto il Settore edilizia scolastica della Provincia.
Intanto il Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio, che questa mattina ha visitato alcune fra le zone più colpite dalle nevicate, ha voluto ringraziare ed elogiare gli uomini che da oltre 10 giorni sono impegnati per dare attuazione al Piano Neve sugli oltre 1.800 chilometri di strade di competenza della Provincia.
“Desidero ringraziare sia il Personale della Provincia che quello delle Ditte Esterne per il lavoro veramente efficace svolto in condizioni difficili, spesso proibitive – dice il Presidente Di Giuseppantonio. Un lavoro tanto più proficuo ed utile perchè ci ha consentito di affrontare in maniera energica una situazione che, come ribadito da esperti e meteorologi, ha presentato i caratteri della eccezionalità. Un ringraziamento particolare rivolgo al vice Presidente nonché assessore alla viabilità Antonio Tavani che ha seguito e coordinato gli interventi 24 ore su 24: a volte siamo stati costretti a prendere decisioni difficili, come chiudere una strada, ma lo abbiamo fatto sempre dopo aver esperito ogni tipo di intervento con uomini e mezzi e soprattutto quando si è trattato di salvaguardare l’incolumità delle persone. Ritengo – conclude il Presidente Di Giuseppantonio – che il Piano Neve predisposto da questa Amministrazione nel suo complesso abbia funzionato, pur con le inevitabili sbavature: per il futuro siamo pronti a potenziarlo e ad integrarlo affinchè sia ancora più efficace in relazione alle esigenze di viabilità e di sicurezza”.