Emergenza neve, la turbina spazzaneve libera le famiglie di Serrone, scuole ancora chiuse

8 febbraio 2012 0 Di redazione

Con ordinanza firmata oggi, il sindaco proroga la chiusura di tutte le scuole di Serrone di ogni ordine e grado da domani, mercoledì 8 febbraio, fino a venerdì 10 febbraio 2012 (compreso). Una decisione resa necessaria sia dal lungo black out elettrico, che rende particolarmente freddi i plessi scolastici, sia dall’annuncio di un peggioramento delle condizioni meteo nella notte tra giovedì e venerdì.
Domani, mercoledì 8 febbraio, riprende anche la raccolta dei rifiuti su tutto il territorio del Comune di Serrone con le seguenti modalità:
1) lungo via Prenestina la raccolta è limitata alla strada regionale. Si invitano quindi tutti i residenti delle traverse a conferire il rifiuto all’imbocco della strada principale (ovvero sulla via Prenestina).
2) Via Forese-San Quirico-via Palianese: anche in questi casi la raccolta è limitata alla strada provinciale. Si invitano quindi tutti i residenti delle traverse a conferire il rifiuto all’imbocco della strada principale.
3) Collepetto; Merago; Oripo; Colli; via Stazione, IV Novembre: anche in questi casi la raccolta è limitata alle direttrici principali.
4) Serrone (provinciale + via A.De Gasperi, fino ingresso via delle Ginestre): raccolta limitata alle direttrici principali
5) Serrone centro storico: raccolta a piedi via Vittorio Emanuele e via Roma (centro di raccolta in piazza Romolo Fulli)
Nella giornata di mercoledì 8 febbraio è possibile conferire ESCLUSIVAMENTE rifiuto organico ed indifferenziato. Per tutto il resto (carta, vetro, plastica e metallo) si prega di attendere ancora, verranno successivamente comunicate le modalità di raccolta.
Stamattina è inoltre arrivata a Serrone la turbina che, richiesta fin da venerdì, ha iniziato a pulire la strada della montagna per consentire di liberare le famiglie ancora bloccate a casa. Alcuni hanno scelto di trasferirsi da parenti, mentre per altri è direttamente il Comune a trovare soluzioni alternative. Nei locali del municipio, forniti di energie elettrica attraverso un gruppo elettrogeno (fornito dal Corpo militare della Croce Rossa Italiana, attraverso il maggiore Vittorio Badalone), è in fermento la sala operativa che consente di dare risposte tempestivamente alle esigenze di molti cittadini. Dopo diversi tentativi andati a vuoto è finalmente stata ripristinata la fornitura di energia elettrica nel 95% delle abitazioni.
“Grande impegno e grande presenza da parte di molti cittadini e delle associazione di volontariato – afferma il sindaco Maurizio Proietto – hanno consentito di essere presenti in gran parte del territorio. Siamo in contatto costante con Enel, Anas, Acea e Protezione Civile per far fronte ad un’emergenza che è davvero straordinaria. L’obiettivo è far fronte a tutte le richieste, ma sono consapevole che sono tantissime e laddove non riusciamo abbiamo sempre trovato grande comprensione e collaborazione da tutti i cittadini. C’è ancora da stringere i denti per qualche giorno, in attesa che tutto torni alla normalità”.