Emergenza neve, scene di guerra. Ad Acquafondata arriva il pane. Ieri alle 23 il primo spazzaneve

5 febbraio 2012 0 Di redazione

Sembra un racconto di guerra quello fatto da Stefano, un residente di Acquafondata. Da giovedì sera ala gente nel piccolo paese montano è tappata in casa e solo ieri sera alle 23, il primo spazzaneve è arrivato in centro. Una grossa pala meccanica che ha aperto un varco permettendo ad altri mezzi di poter far arrivare, solamente questa mattina, il pane per distribuirlo ai cittadini. Intanto ieri pomeriggio l’allarme era altissimo per le condizioni di due dializzati di cui una costretta alla sedia a rotelle. Per questo un elicottero dell’Aeronautica militare è arrivato sui cieli del paesino e non potendo atterrare nella piazza, è atterrato sul campo sportivo a 3 chilometri dal cento. Una squadra di soccorritori è scesa arrivando in paese con enormi difficoltà. I due che necessitavano di cure sono stati assicurati a delle barelle e circa 30 residenti si sono dati da fare per percorrere i tre chilometri fino all’elicottero e farlo arrivare a Cassino.
Ermanno Amedei