Finiscono con l’auto nel fiume Rapido a Cassino, coppia salvata dagli agenti di polizia

9 febbraio 2012 0 Di redazione

La loro auto sbanda e finisce nel fiume. In questa maniera, martedì sera, due giovani di Cassino hanno rischiato la morte per annegamento o ipotermia. L’incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte in via Madonna di Loreto, la strada che, a Cassino, costeggia il fiume Rapido. Probabilmente l’asfalto reso viscido dalla pioggia e l’alta velocità, ha giocato un brutto scherzo al conducente della Bmw che, dopo aver sfondato il guardrail, ha fatto un volo di circa 24 metri finendo nelle gelide acque del fiume. I primi ad accorrere sul posto sono stati gli agenti di una volante della polizia che a loro volta si sono gettati nell’acqua per salvare i giovani rimasti intrappolati nel veicolo.
L’acqua freddissima aveva già riempito l’abitacolo. Tutto doveva essere risolto nel minor tempo possibile per evitare che il gelo potesse procurare una ipotermia agli occupanti del veicolo che agli agenti.
Gli operatori di polizia hanno recuperato gli attrezzi e sono riusciti, nonostante le impervie condizioni, ad aprire le portiere che nel frattempo si erano bloccate.
Con manovre difficoltose, la coppia è stata tirata fuori dall’autovettura e portata sull’argine del fiume, dove ha ricevuto i primi soccorsi.
Gli agenti hanno tranquillizzato i giovani, impauriti ed intirizziti, e con grande difficoltà sono riusciti a farli risalire in strada, riuscendo a concludere con un lieto fine una situazione che avrebbe potuto avere un tragico risvolto.