Guarisce con un pendolino a Rocca d’Evandro, scoperto da Striscia la Notizia, denunciato dai carabinieri

28 febbraio 2012 0 Di redazione

Esercizio abusivo della professione, truffa, abuso della credulità popolare e millantato credito. Tutte accuse che passavano attraverso un pendolino con cui un sedicente guaritore di Rocca d’Evandro di 70anni, riusciva a convincere creduloni o disperati che cercavano risposte laddove neanche la medicina poteva. Malati di ogni genere a cui l’uomo propinava improbabili diete che dovevano essere intervallate a preghiere; ciò avrebbe dato salute e guarigione anche dove i medici avevano dovuto alzare le braccia in segno di resa. I medici? Tutti ignoranti come inutile è la loro scienza secondo il santone che, però, è stao segnalato alla redazione di Striscia la Notizia da suoi clienti ravveduti e grazie ad attori inviati dal tg satirico e a telecamere nascoste, è stato svelato il suo modo di guarire. Un pendolo dondola su una tabella che comprende i nomi di malattie e finisce per indicare quel male che era stato già dichiarato dal paziente durante la chiacchierata preliminare. Poi una dieta, magra di insaccati, la promessa di decine di preghiere e le assicurazioni che il male presto svanirà. Ma con un avvertimento “ Se vieni da me devi ascoltare quello che ti dico io e lascia strare quello che ti dicono i medici ignoranti”, l’invito, quindi ad abbandonare altre cure. Tutto questo per un’offerta in soldi secondo alcuni, 50 euro a incontro secondo Striscia la Notizia. Ovviamente all’arrivo dell’inviato di Striscia tutto negato. “Siamo gente per bene e siamo povera gente” dice la moglie mentre il marito indiavolato scappa all’interno. Ed effettivamente è così. Una casa rurale, povera e loro contadini e anziani ma con un problema per la collettività, quello di essere truffatori. Poi sono arrivati i carabinieri e l’informativa direttamente sul tavolo di un sostituto della procura della Repubblica di Cassino.