La vertenza AirOne Technic al tavolo Ministeriale, lo chiede la Provincia di Chieti

27 febbraio 2012 0 Di redazione

Tornerà sul tavolo del Ministero dello sviluppo economico la vertenza AirOne Technic: a chiederne la riapertura, che verrà formalizzata con una missiva indirizzata al Ministro e ai massimi Dirigenti, è stato ieri pomeriggio il presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio al termine dell’incontro convocato unitamente al suo omologo della Provincia di Pescara Guerino Testa, presenti Paolo Primavera, l’imprenditore che guida la cordata interessata da tempo ad aprire un polo manutentivo nell’aeroporto d’Abruzzo, l’imprenditore Pietro Rosica, la Saga con il direttore generale Piero Righi e la Regione Abruzzo con la dirigente del Settore trasporti Carla Mannetti, l’assessore comunale di Pescara Enzo Serraiocco, una delegazione dei lavoratori guidata dal segretario della Fiom Cgil Marco Ranieri. Gli imprenditori hanno ribadito la volontà di andare avanti con il loro progetto evidenziando al tempo stesso di non aver mai ottenuto una risposta da Alitalia rispetto al piano industriale che hanno presentato già nei mesi scorsi.
“Noi ci rivolgeremo al Ministero di riaprire il tavolo di confronto con Alitalia ma nel frattempo chiediamo a tutti i rappresentanti politici della nostra regione di non essere penalizzati da Alitalia – hanno detto i Presidenti Di Giuseppantonio e Testa. Nell’aeroporto d’Abruzzo ci sono gli spazi, la cordata di imprenditori ha confermato l la propria disponibilità ad andare avanti, la Saga ha tutto l’interesse a poter contare su un polo manutentivo, soprattutto abbiamo un patrimonio di professionalità che non merita di essere disperso in un lungo periodo di cassa integrazione. Da oggi – hanno concluso i due Presidenti – inizia la nostra mobilitazione a tutti i livelli: Alitalia deve capire che sul capitolo della manutenzione andremo fino in fondo”.
Al termine dell’incontro il Presidente di Giuseppantonio ha incontrato la folta delegazione di lavoratori presenti, unitamente al rappresentante sindacali: “Ai lavoratori ho detto che dobbiamo fare squadra – ha sottolineato il Presidente Di Giuseppantonio. Sarò al loro fianco per difendere un’attività lavorativa che può essere portata avanti”.