Omicidio Tiberio, l’autopsia conferma la morte violenta

9 febbraio 2012 0 Di redazione

L’autopsia che si è svolta ieri sul corpo di Elda Tiberio di Lanciano ha confermato la che la morte sarebbe sopraggiunta a causa delle percosse. Gli esiti dell’esame di ieri arriveranno in procura tra 60 giorni ma pare non vi sarebbero dubbi su quanto accaduto nella notte tra venerdì e sabato della passata settimana quando gli operato del 118, chiamati dalla figlia della vittima, si sono trovati davanti una donna ormai morta. A colpirla sarebbe stato l’altro figlio, il 70enne, Carmine Antonio Salvatore, arrestato con l’accusa di omicidio volontario. L’uomo avrebbe chiamato la sorella alle 22 circa, dopo aver colpito la madre 92enne con un pugno perché non voleva mangiare. All’arrivo della sorella, la donna era insanguinata e lui guardava la tv.