Picchia e rapina un automobilista di Casalbordino, 31enne in manette

15 febbraio 2012 0 Di redazione

I carabinieri di Casalbordino hanno arrestato ieri Giuseppe Di Marco, 31enne del luogo, in esecuzione di una ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Vasto, D.ssa Anna Rosa Capuozzo, che condivideva appieno le risultanze dell’attività d’indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dr. Giancarlo Ciani e svolta dal Comandante della Stazione Carabinieri, Luogotenente Nicola Zanni.
L’uomo, nella serata del 27 gennaio 2012, dopo essersi introdotto all’interno dell’autovettura di un 37enne di Casalbordino, che stava per ripartire dopo essersi fermato in una via di quel centro, gli ha chiesto prepotentemente di accompagnarlo alla villa comunale dove, dopo avergli sfilato le chiavi dal cruscotto della macchina nel chiaro intento di impedirgli di andare via, dapprima lo ha minacciato verbalmente chiedendo di consegnargli denaro e subito dopo lo ha colpito con alcuni pugni al volto sfilandogli con forza due banconote da 20 euro che teneva tra le mani. Il soggetto, poi individuato nel Di Marco, impossessatosi delle due banconote, si allontanava velocemente a piedi per le campagne circostanti non prima di rivolgere ulteriori minacce nei confronti della vittima qualora avesse denunciato il fatto.
Il malcapitato ha riportato, oltre alla rottura degli occhiali che indossava, tumefazioni all’altezza dell’occhio sinistro e del naso motivo per il quale si recava presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Vasto per le cure del caso.
L’approfondimento investigativo svolto dalla Stazione Carabinieri comandati dal capitano Gianfilippo Manconi, consentiva di appurare che il Giuseppe Di Marco, proseguiva nell’attività criminosa rubando anche il ciclomotore di un 19enne del luogo, a bordo del quale tentava di perpetrare dapprima un furto presso un Bar del centro e poi nell’abitazione di un 39enne di Casalbordino, che non andavano a buon fine in quanto veniva messo in fuga dai rispettivi proprietari che si erano accorti in tempo dei due tentativi di furto.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Vasto (CH) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
La piena collaborazione fornita dalle vittime si è dimostrata fondamentale. La loro testimonianza e la disponibilità fornita alla Stazione Carabinieri di Casalbordino, hanno permesso di ricostruire nel dettaglio tutta la dinamica degli eventi consentendo agli investigatori di approfondire tutti gli aspetti della complessa indagine e raccogliere un quadro probatorio che ha reso possibile disarticolare l’attività criminosa posta in essere dal Di Marco.