SEL: “Pieno appoggio alla proposta del gruppo IdV sull’istituzione del Registro delle Unioni civili”

21 febbraio 2012 0 Di redazionecassino1

“Esprimiamo tutto il nostro sostegno all’iniziativa, lanciata dal gruppo consiliare di maggioranza dell’Italia dei Valori, circa l’istituzione di un registro sulle unioni civili per il Comune di Cassino. La proposta ha un valore, ovviamente, più politico e simbolico che normativo, tuttavia rappresenta una presa di posizione importante da parte della maggioranza circa il fenomeno, sempre più diffuso, delle unioni di fatto, il quale non può essere sottaciuto e liquidato semplicemente con l’affermazione che ci sono altri problemi di natura pratica di cui il Comune si deve far carico o peggio che solo la famiglia tradizionale ha diritto di cittadinanza nelle nostra società. Si tratta, invece, di prendere atto in maniera matura e responsabile di una realtà, quella della famiglia di fatto, che interessa un sempre maggior numero di cittadini, unitamente ad una sempre più ampia frammentazione ed eterogeneità dei rapporti interpersonali, seppur caratterizzati da un vero e proprio vincolo di stabilità con presenza di prole. L’impegno di Sinistra Ecologia Libertà, come forza di governo di questa città, passa per un convinto supporto alla proposta, prima in sede di commissione competente poi nell’assise consiliare, rimarcando che un’azione di riforma avviene attraverso quelli che sono gli strumenti istituzionali, come dimostrano questi primi mesi di esperienza amministrativa. Azione di riforma che, inevitabilmente, deve estendersi agli orientamenti di fondo dell’impianto normativo del Comune di Cassino. Ci riferiamo in particolar modo all’art 4 dello Statuto Comunale, il quale in un’accezione autenticamente laica della società dovrà, da parte delle forze di maggioranza coerentemente con la loro visione dei rapporti sociali, essere oggetto di riforma, riconoscendo il valore dell’uomo e della sua esistenza nel rispetto di quelle che sono le normative legislative e costituzionali in tal senso. Si deve, quindi, procedere ad una riforma che liberi l’articolo 4 dello Statuto Comunale da ogni influenza dogmatica ed ideologica, come la natura aconfessionale della Repubblica Italiana afferma. Siamo certi che il miglioramento delle condizioni dei cittadini di Cassino passi per vari strade, anche quelle che ad uno sguardo miope non sembrano afferire a problematiche di carattere quotidiano, ma che in realtà sono lo slancio imprescindibile per una crescita morale, sociale e culturale, con inevitabili ricadute pratiche sulla vita delle persone, nel pieno rispetto del concetto di Bene Comune. Tutto questo è la logica conseguenza di quanto è stabilito dalla nostra Costituzione, la quale, data la sua natura programmatica, è in grado di affrontare e comprendere gli sviluppo della società, anche in tema di famiglia, al fine di garantire alle future generazioni il rispetto e l’applicazione di un’uguaglianza formale e sostanziale dei diritti e delle libertà. L’istituzione dei registri, in varie realtà amministrative, di cui le più recenti ed importanti sono Napoli e Milano, testimonia come gli Enti Locali possono avviare un processo dal basso di modernizzazione dell’Italia, in attesa che il Parlamento tramuti in legge quanto già statuito in sede di Unione Europea ed oggi vigente in diversi Paesi del Vecchio Continente. Infine l’istituzione del registro potrà costituire anche uno strumento con valenza pratica, mediante il quale il Comune potrà mettere in campo servizi e progetti a favore delle famiglie intese nella loro accezione più ampia e vera.” È quanto si legge in una nota a firma dei Consiglieri, dell’Assessore e di tutti i componenti del Circolo Sinistra Ecologia Libertà di Cassino.