Trovati in possesso di un chilo di eroina, due romani condannati 6 e 8 anni dal tribunale di Vasto

15 febbraio 2012 0 Di redazione

Il Tribunale di Vasto, con giudizio abbreviato, ieri mattina ha condannato Di Guglielmi Abramo, 37enne, e Adel Abdellaoui, 34enne, originario della Tunisia, entrambi residenti a Roma, per detenzione al fine di spaccio di stupefacenti.
I due erano stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Vasto la sera del 24 settembre scorso, unitamente ad un altro loro complice.
Nel corso di un’ attività di controllo del territorio, mirata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti destinate al mercato locale, i carabinieri del Nucleo Operativo, mimetizzati tra gli avventori di un ristorante, avevano notato la presenza di tre personaggi sconosciuti che, con fare sospetto, si aggiravano a bordo di due autovetture proprio in prossimità di uno degli obiettivi osservati.
Successivamente venivano seguiti fino all’uscita del centro abitato. Dopo un breve inseguimento i carabinieri procedevano al fermo dei veicoli.
La successiva perquisizione veicolare e personale consentiva di rinvenire all’interno di una delle due autovetture, una BMV, depositate nel cassettino del cruscotto, numerose banconote in Euro legate con un elastico, mentre all’interno dell’altra autovettura, una Fiat Punto, occultato in mezzo ad altro materiale e alcuni capi di abbigliamento, un involucro in cellophane contenente sostanza stupefacente del tipo eroina per un peso complessivo di oltre 1Kg.
Tutto il materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro mentre i tre soggetti venivano arrestati ed associati presso la Casa Circondariale di Vasto.
Ieri mattina, il Giudice del Tribunale di Vasto, accogliendo la richiesta del P. M., ha condannato i due imputati rispettivamente a sei e otto anni di reclusione.
Foto Repertorio