Giorno: 1 marzo 2012

1 marzo 2012 0

Equitalia, arriva la rata sprint: richieste semplificate per debiti fino a 20 mila euro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Rateizzare i debiti con il fisco non è mai stato così semplice e veloce. Equitalia ha previsto una nuova direttiva che porta da 5 a 20 mila euro la soglia per ottenere la rateizzazione soltanto con una semplice richiesta motivata che attesta la propria situazione di temporanea difficoltà economica. Pertanto, non occorrono più documenti per dimostrare la situazione economico-finanziaria del contribuente, che restano necessari solo se il debito supera la nuova soglia.

Nei limiti dei 20 mila euro viene elevato a 48 il numero massimo di rate mensili che possono essere concesse. La rata minima resta di 100 euro. Inoltre, sono state anche stabilite procedure più snelle per le associazioni, le società di persone e le ditte individuali.

Importanti novità in favore delle aziende. L’indice alfa, parametro prima utilizzato per ottenere il rateizzo, servirà ora solo per determinare il numero massimo di rate che possono essere concesse. Si amplia così la platea delle aziende che possono beneficiare del pagamento dilazionato dei tributi non pagati.

«La semplificazione della richiesta di rateizzo – dice Angelo Coco, direttore centrale Servizi enti e contribuenti di Equitalia, – è un’ulteriore iniziativa che Equitalia ha messo in campo per proseguire la sua politica di agevolazione di cittadini e imprese che, se messi nella condizione, hanno la volontà di regolarizzare la propria posizione con il fisco».

1 marzo 2012 0

Grossi: “Angelo Ogbonna in Nazionale è un orgoglio per la città”

Di redazionecassino1

“La partita della nazionale italiana di calcio di ieri, nonostante il risultato negativo, è stata sicuramente un momento di grande orgoglio per l’intera comunità di Cassino che ha visto scendere in campo, nell’incontro tra Italia ed Usa, il nostro concittadino Angelo Ogbonna risultato essere, tra le altre cose, il migliore. Siamo orgogliosi che un calciatore, proveniente dal settore giovanile della nostra città sia arrivato a vestire la maglia della nazionale e dobbiamo lavorare a per far si che anche in futuro cose del genere si ripetano. A tal proposito ho avuto modo di parlare con il nuovo presidente del Cassino Calcio, Riccardo Patini, con cui ci siamo confrontati stabilendo una serie di azioni per alzare il livello del calcio nella nostra città, a partire dal settore giovanile, per provare a riportarlo agli splendori degli anni in cui i nostri settori giovanili hanno espresso talenti della portata di Fabio Pecchia, Giuliano Giannichedda e Mimmo Di Carlo. Per far si che questo avvenga è necessario l’impegno di tutti coloro hanno cuore lo sport ed il calcio nella nostra città, ecco perché rivolgo, ancora una volta, un appello a tutti gli imprenditori locali a partecipare in maniera fattiva ad un progetto che restituisca, alla piazza di Cassino, il palcoscenico calcistico che merita.” A riferirlo in una nota l’assessore allo sport del Comune di Cassino Danilo Grossi.

1 marzo 2012 0

Il cassinate Angelo Ogbonna protagonista della Nazionale di calcio. L’assessore Grossi: “Orgoglio per la città”

Di redazione

La partita della nazionale italiana di calcio di ieri, nonostante il risultato negativo, è stata sicuramente un momento di grande orgoglio per l’intera comunità di Cassino che ha visto scendere in campo, nell’incontro tra Italia ed Usa, il nostro concittadino Angelo Ogbonna risultato essere, tra le altre cose, il migliore”. A riferirlo in una nota l’assessore allo sport del Comune di Cassino Danilo Grossi. “Siamo orgogliosi che un calciatore, proveniente dal settore giovanile della nostra città sia arrivato a vestire la maglia della nazionale e dobbiamo lavorare a per far si che anche in futuro cose del genere si ripetano. A tal proposito ho avuto modo di parlare con il nuovo presidente del Cassino Calcio, Riccardo Patini, con cui ci siamo confrontati stabilendo una serie di azioni per alzare il livello del calcio nella nostra città, a partire dal settore giovanile, per provare a riportarlo agli splendori degli anni in cui i nostri settori giovanili hanno espresso talenti della portata di Fabio Pecchia, Giuliano Giannichedda e Mimmo Di Carlo. Per far si che questo avvenga è necessario l’impegno di tutti coloro hanno cuore lo sport ed il calcio nella nostra città, ecco perché rivolgo, ancora una volta, un appello a tutti gli imprenditori locali a partecipare in maniera fattiva ad un progetto che restituisca, alla piazza di Cassino, il palcoscenico calcistico che merita”.

1 marzo 2012 0

Taralli usati per nascondere la droga, sequestrati e donati alla Caritas

Di redazionecassino1

I carabinieri della compagnia di Chieti nella giornata di ieri hanno consegnato nella mani di don Gino Marino, parroco della chiesa del S.S. Crocifisso di Chieti scalo, numerose confezioni di taralli pugliesi che erano state sottoposte a sequestro lo scorso 14 gennaio, a seguito dell’arresto di quattro persone per la detenzione ai fini di spaccio di 20 kg di hashish. durante l’operazione di polizia si era infatti appurato che i cartoni contenenti i taralli servivano a dissimulare il trasporto dello stupefacente nascosto in confezioni identiche a quelle del prodotto da forno tipico della Puglia. I taralli saranno distribuiti sia durante i pasti consumati nella locale mensa  Caritas, di cui il sacerdote è responsabile, sia alle famiglie bisognose che si recano quotidianamente presso il centro d’ascolto del medesimo organismo pastorale. La consegna è avvenuta su disposizione del p. m. competente dr. Giuseppe Falasca, durante la consumazione del pranzo di ieri tra lo stupore generale dei commensali presenti.

1 marzo 2012 0

Tentano di acquistare cellulari con carte di credito clonate, arrestati dai CC due rumeni

Di redazionecassino1

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vasto, diretti dal Sottotenente Loredana Lenoci, a conclusione  delle indagini avviate per rintracciare due individui, un uomo e una donna, nella mattinata odierna, a Vasto, fermavano e denunciavano per possesso illecito e uso indebito di carte di pagamento: –    F. C. M., 32enne cittadino romeno, pregiudicato per reati analoghi, domiciliato a San Salvo; –    I. M. C., 26enne cittadina romena, ospite del suddetto. I due denunciati il giorno precedente avevano tentano di acquistare costosi telefonini ed altro materiale elettronico in due esercizi commerciali della città, pagando con carte di credito verosimilmente clonate. In questo caso, i due individui non sono riusciti nel loro intento grazie all’efficacia del sistema informatico che gestisce il blocco delle carte di credito, che ha segnalato il tentativo di pagamento, e per la prontezza di riflessi dei commercianti, che non si sono fidati dei due. I carabinieri, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, hanno recuperato e sequestrato tre carte di credito e due PC portatili. Il materiale sarà affidato agli organi competenti per le conseguenti verifiche.

1 marzo 2012 0

Benedetto Leone: “La conferenza stampa del sindaco è l’ennesimo autogol”

Di redazionecassino1

La conferenza stampa del Sindaco è stato l’ennesimo autogoal  di chi colto con le mani nel vasetto di marmellata, prima nega, ma poi davanti l’evidenza è costretto ad ammettere le proprie responsabilità. La città si domandi perché mai un Sindaco convochi d’urgenza una conferenza stampa, parlando per mezz’ora del curriculum della moglie, per poi dichiarare che rinuncia all’incarico di consulenza affidatole da una società compartecipa pubblico/privata, di cui il Comune di Cassino è socio. Se non c’è nulla da nascondere, e tutto è trasparente e meritocratico, come mai tutta questa preoccupazione? L’iniziativa del “curriculum day” partita da ieri non voleva assolutamente essere un attacco alla persona del Sindaco, ma un sostegno, un aiuto affinché nelle prossime scelte il primo cittadino abbia alternative a parenti e amici. Quello che resta di questa conferenza stampa è l’ennesima brutta figura che questa amministrazione fa agli occhi della città. I cittadini si tolgano le fette di prosciutto dagli occhi: ma se veramente si trattava di un incarico di poco conto perché mai aspettare che si alzasse il polverone? E’ quanto mai paradossale che il Sindaco critichi sempre i modi e gli strumenti con i quali un ragazzo “senza arte e ne parte”, solleva dubbi sulle sue discutibili e imbarazzanti scelte. Mai smentite,anzi anche in questa occasione confermate. Forse caro Sindaco, a pensar male si può anche far peccato,ma come dice il suo leader Di Pietro, anche in questa occasione ci abbiamo ”azzeccato”.  Ora l’invito è quello di interessarsi di più alla città e meno agli incarichi, Cassino prima di tutto. Sono 9 mesi e tutto continua ad essere abbandonato ad un triste destino, e il famoso vento, che Lei continua nostalgicamente a riproporre, ha fatto spazio al sole della primavera. Benedetto Leone

1 marzo 2012 0

La Fiamma Tricolore risponde alle critiche ricevute sul registro delle unioni civili

Di redazionecassino1

Dopo l’uscita di alcuni giorni fa del nostro comunicato stampa contro la proposta d’istituire il Registro delle Unioni  Civili a Cassino, abbiamo non solo ricevuto critiche da parte di esponenti di centro sinistra che ci considerano ignoranti e fascisti ma abbiamo notato che una buona parte di esponenti e militanti del centro destra è favorevole e vede di buon occhio la proposta del consigliere comunale Igor Fonte dell’IDV.  Alle accuse preferiamo rispondere che è meglio essere considerati “ignoranti e fascisti “ che essere venduti e affaristi del sistema politico attuale, il nostro maestro politico Giorgio Almirante ci ha insegnati a “Non rinnegare e non restaurare “  ebbene la Fiamma Tricolore porta alti quegli ideali che ormai una certa classe politica ha rinnegato e distrutto. Ci rattrista molto vedere umiliate le famiglie di marito e moglie che vengono equiparate in diritti di coppia a quelle omosessuali. Ciò significa che viene sminuito il valore del matrimonio  e noi siamo nettamente contrari in quanto per il Movimento Sociale – Fiamma Tricolore il giuramento matrimoniale rimane  fondamentale per la costruzione di una famiglia. Vorrei ricordare al consigliere Fonte e a tutta l’amministrazione di centro sinistra che nel comune di Cassino c’è bisogno di dare più attenzione alle famiglie con politiche sociali, assistenziali e soprattutto sviluppando settori ed iniziative che potrebbero creare maggiori posti di lavoro per il popolo . Pensiamo che i cittadini di Cassino hanno bisogno di vedere fatti concreti e non chiacchiere o proposte inutili che possono aiutare soltanto la maggioranza comunale di sinistra per  garantirsi qualche voto futuro dalle coppie omosessuali . Inoltre, vorrei ricordare che la Fiamma Tricolore non è assolutamente un movimento di omofobi, abbiamo il rispetto del prossimo e delle loro scelte ma nello stesso tempo abbiamo anche il rispetto e il dovere di preservare certi valori tra i quali il matrimonio sia religioso che civile. Noi siamo un movimento politico laico, non siamo i difensori delle classi ecclesiali bensì dei tanti cittadini che nel 2012 ancora hanno il senso di certi valori e tradizioni. Chiediamo all’amministrazione comunale di impegnarsi su altri temi più importanti e necessari per il bene della cittadinanza di cassino, delle famiglie meno ambienti  e di chi  in questo pessimo momento di crisi sta attraversando un brutto periodo lavorativo ed economico .

Il dirigente cittadino del Movimento Sociale – Fiamma Tricolore di Cassino Francesco Velardo

1 marzo 2012 0

Smantellata dai finanzieri organizzazione criminale dedita allo spacio di droga, 9 persone arrestate

Di admin

Maxi operazione del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone (denominata convenzionalmente “LIFE ROCKING”) nei confronti di una pericolosa e ben strutturata organizzazione criminale dedita al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, 9 arresti, decine di perquisizioni e numerosi beni sequestrati. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il quartier generale del clan era situato in una via centrale di Frosinone. Le indagini, iniziate più di un anno fa, hanno consentito ai Finanzieri di sequestrare numerose dosi di crack nei confronti di giovani acquirenti che di volta in volta venivano segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti. Proprio quest’ultima circostanza, unita al grande andirivieni di “clienti” notato nel corso dei servizi di osservazione delle case dove avveniva lo spaccio, ha indotto gli investigatori a considerare che il fenomeno dello spaccio di crack in città stesse raggiungendo dimensioni assai pericolose. Lo spaccio dello stupefacente aumentava in prossimità dei fine settimana, periodo in cui i ragazzi, molti di essi operai, intendevano ricercare lo “sballo”. Oltre alle dosi di crack, nel corso delle operazioni sono stati sequestrati oltre 600 grammi di cocaina purissima destinata ad essere trasformata nel pericoloso crack, pervenendo all’arrestato in flagranza di due trafficanti ed uno spacciatore Particolarmente ingegnose ed efficaci le modalità di spaccio rilevate dalle Fiamme gialle: era stato creato un sistema “a chiamata” per effetto del quale la distribuzione delle dosi avveniva previo contatto telefonico con il responsabile dello spaccio, il quale indirizzava l’acquirente in una delle abitazioni dove, attraverso una finestra, avveniva il pagamento ed il ritiro delle dosi di crack. Pertanto gli acquirenti spesso transitavano davanti alle abitazioni per verificare se le finestre interessate erano aperte, attivavano il contatto telefonico e si rifornivano azionando un campanello simile a quello utilizzato nelle “reception” degli alberghi. Il sodalizio criminale era organizzato su base prevalentemente familiare, si avvaleva anche di ragazzi con il compito di fungere da vedette ed usavano accorgimenti per eludere eventuali interventi delle Forze dell’Ordine quale, ad esempio, tenere sempre acceso il caminetto o una stufa nelle abitazioni dello spaccio in modo da poter distruggere la sostanza stupefacente in caso di irruzione. Inoltre gli uomini del clan non si facevano scrupolo di usare pesanti intimidazioni: in alcuni casi adoperavano anche la forza, per costringere i “clienti” a pagare il dovuto. Gli acquirenti sono risultati tutti giovanissimi, tra i 18 e i 25 anni, provenienti da tutta la provincia di Frosinone. Gli illeciti guadagni, frutto del traffico di droga, venivano in parte reinvestiti in ulteriori rifornimenti di cocaina ma, soprattutto, nell’acquisto di immobili e autovetture di grossa cilindrata. Alla conclusione delle indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Frosinone: dr.ssa Rita Caracuzzo, in stretta collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, i Pubblici Ministeri procedenti hanno richiesto al competente Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma misure cautelari personali e reali. Il G.I.P. del Tribunale di Roma: dott. F. Steidl, condividendo la prospettazione accusatoria, ha emanato 9 ordinanze di custodia cautelare e disposto il sequestro di terreni ed autoveicoli, alcuni dei quali di grossa cilindrata, nei confronti dei componenti dell’organizzazione criminale.

1 marzo 2012 0

Beccati con 160 grammi di cocaina, coppia di napoletani in manette

Di admin

Verso le 23 di ieri a Fondi i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina, nel corso di uno specifico servizio antidroga, hanno arrestato in flagranza di reato una coppia di Napoletani per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I due, A.M. 35enne e T.A. 30enne, nel corso di una perquisizione veicolare sull’autovettura in loro possesso, sono stati trovati in possesso di gr.160,00 (centosessanta) di sostanza stupefacente del tipo “Cocaina”, occultati all’interno del portellone posteriore. Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza di Latina, in attesa del rito direttissimo.