Giorno: 5 marzo 2012

5 marzo 2012 0

Costa Concordia, temporaneamente sospese le operazioni di recupero del carburante causa peggioramento condizioni meteo marine

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A causa del peggioramento delle condizioni meteo marine sull’Isola del Giglio, con l’aumento della ventilazione e del moto ondoso, le operazioni di recupero del carburante dalla nave Costa Concordia sono state temporaneamente sospese. I tecnici di Smit Salvage e Neri hanno riportato il pontone Meloria in porto, dopo aver terminato, nel corso della mattina, l’aspirazione del carburante in galleggiamento all’interno della sala macchine: le operazioni di defueling, iniziate domenica 12 febbraio, hanno finora portato al recupero, tra lo svuotamento dei serbatoi e lo skimmering, di 1.675 metri cubi di idrocarburi. Solo con il miglioramento delle condizioni del mare si potrà procedere alla rimozione del restante carburante dai tank della sala macchine, collegandoli direttamente alla pompa d’aspirazione senza dover procedere alla flangiatura.

Si sono svolte l’ordinaria attività di sopralluogo e assistenza in mare della Capitaneria di Porto, che ha provveduto anche al riposizionamento delle panne di contenimento, nonché le quotidiane immersioni dei sommozzatori della Polizia e dei Vigili del Fuoco per il monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo. Non risultano anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

Il personale dei Vigili del Fuoco ha iniziato le operazioni di trasferimento del materiale tecnico dalla zona di prua a quella di poppa, dove nei prossimi giorni riprenderanno le operazioni di ricerca subacquea dei palombari della Marina Militare.

Nella mattinata, il motopontone Marzocco ha lasciato il Giglio con il primo carico dei materiali galleggianti ed ingombranti provenienti dalla nave (arredi, suppellettili, ecc), ed ha raggiunto il porto di Talamone per il successivo trasferimento al sito di stoccaggio temporaneo individuato.

5 marzo 2012 0

Calcio a 5 femminile: il Cus Cassino mette a segno un’altra vittoria, 16 – 2 al Personaggi Scomodi

Di redazionecassino1

La squadra femminile di calcio a 5 del Cus Cassino mette a segno un’altra vittoria battendo 16 a 2, fuori casa, l’ASD Personaggi Scomodi. La partita, valida per la 18^ giornata del Campionato AICS Calcio a 5 Femminile “Joga Girls”, vedeva impegnate le ragazze del Cassino sul campo dell’ultima in classifica, a Frosinone. Il mister Attilio Valente ha schierato Claudia Monti in portiere e Candido Antonella difensore centrale. Fasce occupate da Daniela Russo e Jessica Zomparelli e in attacco, come pivot, è partita la giovanissima Noemi Amato. Con un gol di Noemi, il suo secondo in questo campionato, la suqdra femminile del Cus passa subito in vantaggio, ma poi è raggiunta da un gol fortuito delle avversarie, causato da un rimpallo fortunato in area di rigore. Ma è subito 2 a 1 con gol di Jessica Zomparelli abile a sfruttare un rinvio sbagliato. Dopo dieci minuti c’è la girandola di cambi: entrano Anna Di Raimo, il capitano, Francesca Di Carlo e Di Mambro Valentina. Di Raimo e Di Carlo mettono a segno due goal in seguito ad azioni corali in cui partecipano tutta la squadra. Daniela Russo segna anche lei, mentre è il portiere Claudia Monti a fissare il punteggio nel primo tempo sul 9 a 1 su calcio di punizione (oltre ad avere la porta meno battuta del campionato è già al suo secondo gol su punizione). La partita nel secondo tempo è comunque a senso unico, cambi veloci, tutte partecipano al gioco e alla fine il risultato è di 16 a 2 per il CUS Cassino.  Le autrici dei gol sono: Francesca Di Carlo (4 gol), Anna Di Raimo (4), Russo Daniela (3), Jessica Zomparelli (3), Noemi Amato (1) e Claudia Monti (1). Russo, Di Carlo e Di Raimo lottano per la classifica marcatori tutte e tre, hanno 24 gol ciascuno, sono a pochi gol dalle prime, e unite anche ai gol e ai numerosi assist di Zomparelli fanno del CUS uno dei migliori attacchi del campionato, già a quota sopra i 100 gol. Bisogna ricordare che ci sono 3 partite da recuperare, rinviate a causa della neve dei giorni scorsi. Saranno giocate tra marzo e aprile, ma comunque la squadra mantiene il secondo posto in classifica, a 6 punti dalle prime, “Birreria Spanky”, ma con una partita in meno. Quest’anno il regolamento prevede l’accesso diretto alle semifinali delle prime quattro in classifica, che si disputeranno ad Alba Adriatica, in provincia di Teramo, per il secondo anno consecutivo, dove si svolgeranno anche le fasi finali dei campionati maschili.

 

5 marzo 2012 0

Pallamano serie B: Ancora un successo per Cus Cassino Gaeta contro Handball Roma, 28 – 24

Di redazionecassino1

Nuovo successo del Cus Cassino. Nel campionato di serie B di pallamano maschile girone Lazio-Umbria, vittoria meritata del CUS Cassino Gaeta 84 che si impone con grande personalità e determinazione sulla prima della classe, l’ ASD Roma Handball, con il punteggio di 28 – 24. Per gli atleti del Centro Universitario Sportivo primo tempo in salita che si chiude comunque con un vantaggio di misura, 11-12. La svolta della partita si è avuta nei primi 10 minuti del secondo tempo quando Della Valle (8 reti) e Mitrano (5 reti) hanno realizzato un secco 6-1 portando la propria squadra in vantaggio per 17–13. La compagine del presidente Carmine Calce ha schierato: Cappello Luca, Ciano Cosmo, Della Valle Fabio, Di Schino Luigi, La Monica Luigi, Macone Alessandro, Succodato Damiano, Mitrano Manuel, Brongo Giulio, Camelio Luca, Catalano Antonio e Valente Raimondo.  In panchina i dirigenti Di Liegro Luigi e D’Ovidio Giancarlo e il mister Viola Antonio; medico: Magliozzi Francesco. L’ASD Roma Handball si è invece presentata con: Milivojevic Branko, Rodata Carlo, Torchio Riccardo, Bernardini Angelo, Nardo Mauro, Pirri Maurizio, D’ Ilario Domenico, Pronunzio Maurizio Bascetto V, Valentini S., Jurghens C., Tarantino P. Capezzali P, Galloni L. Dirigente: Fabbrazzo Fulvio Allenatore: Alfei Giorgio. Al termine dell’incontro il presidente ha così commentato l’esito della gara: «Ero sicuro della vittoria, perché i miei ragazzi sono cresciuti e sono sempre più consapevoli della loro forza e non cascano più nelle provocazioni ma lottano con caparbietà fino alla fine e le ultime due partite – Vasto e Pescara – ne sono l’ esempio. Adesso siamo in testa, e torniamo a sognare la promozione in A2, anche se solo per differenza reti, come lo scorso anno, ci giochiamo la promozione  nell’ ultima di campionato in trasferta contro ASD Roma Handball». Prossimo turno sabato 17 marzo: alle ore 16.00 c’è il derby contro il Cassa Rurale Pontina, prima di ritorno.

 

5 marzo 2012 0

Le “Bisarche a passo di lumaca” contro l’aumento dei costi

Di redazionecassino1

Sembra non esserci pace per gli stabilimenti Fiat italiani. Dopo le recenti dichiarazioni dell’A.D. Marchionne, sulla possibilità di trasferire la dirigenza in America, oggi la possibile chiusura di Mirafiori e Pomigliano, nel 2016. Ora anche i conducenti delle ‘bisarche’, gli automezzi che trasportano le auto non solo del gruppo Fiat, sono scesi sul piede di guerra. Da tre domeniche, infatti, non trasportano più le auto con i loro automezzi. In occasione della terza domenica di protesta, i conducenti delle ‘bisarche’ si son fermati proprio davanti ai cancelli dello stabilimento Fiat di Piedimonte san Germano. Folto e nutrito il numero dei manifestanti che non si sono limitati a  bloccare le partenze, ma questa mattina hanno inscenato una manifestazione con i loro pesanti automezzi partendo proprio dallo stabilimento Fiat. Circa una ventina di loro, ma si stima che fossero molti di più, hanno percorso nel pieno rispetto dei limiti di velocità, quindi muovendosi ‘a lumaca’, la strada Asi che raggiunge la rotatoria di via Ausonia davanti al ristorante Varlese e poi via Ausonia fino alla rotatoria di via Casilina sud e risalire da viale Europa, via Garigliano e viale Bonomi la  via Casilina nord  percorrendola a ritroso fino allo stabilimento Fiat di Piedimonte S. G. Inevitabili le ripercussioni sul traffico in quel tratto di vie della città Martire e lungo la SS 6  Casilina per la lunga colonna di automezzi pesanti che si è realizzata. I motivi della protesta sono da ricondurre all’aumento del prezzo gasolio, dell’iva e delle spese che quotidianamente sono costretti a sopportare gli autotrasportatori e che da tempo denunciano. Una situazione, a loro dire, insostenibile ribadita anche da Aldo Iannacone di Trasporto Unito : “Stiamo scioperando perché le tariffe sono molto basse, non ci stiamo più con i costi, troppe spese non riusciamo a pagare più le tasse con Equitalia che ci salta addosso tutti i giorni, è arrivato il momento di fermarci proprio e non dare più servizio”. Dopo la rivolta dei ‘forconi’ che le scorse settimane ha bloccato l’Italia ora la protesta passa per le ‘bisarche’.

Felice Pensabene Foto Alberto Ceccon [nggallery id=398]

5 marzo 2012 0

Il quarto blocco 2011 conclude la fase di addestramento

Di admin

Capua, 06 marzo 2012. Oggi, milletrecentosedici Volontari in Ferma Prefissata di un anno del 4° blocco 2011, appartenenti al 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”, 47° Reggimento Addestramento Volontari “Ferrara”, 85° Reggimento Addestramento Volontari “Verona”, 235° Reggimento Addestramento Volontari “Piceno” e 123° Rgt. “Chieti”, dopo aver svolto un intenso addestramento di base di dieci settimane, lasciano i rispettivi Enti di formazione, per raggiungere le diverse località di assegnazione nelle Unità dell’Esercito Italiano dislocate su tutto il territorio nazionale. Ieri, 5 marzo, nel piazzale “ Antonucci” della Caserma “O. SALOMONE”, durante la cerimonia di chiusura del corso, il Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative, Generale di Divisione Antonio ZAMBUCO, alla presenza dei Comandanti del 17° RAV ”Acqui”, del 47° RAV “Ferrara”, del Reparto Supporti, del Sottufficiale di Corpo e del personale del “Comando” Raggruppamento, ha elogiato i primi tre Volontari classificati di ciascun reggimento, nelle materie tecnico-militari e nelle discipline sportive. Il Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito, unica realtà della Forza Armata deputata alla formazione iniziale dei Volontari, sia uomini che donne, ha addestrato dalla sua costituzione ad oggi, oltre 158.700 giovani provenienti dalla vita civile che hanno scelto di servire il Paese nelle Forze Armate e nei Corpi di Polizia.

5 marzo 2012 0

Al via a Pontecorvo la 31esima edizione della passione vivente

Di admin

Al via la trentunesima edizione della Passione Vivente. Dopo una lunga riunione fra il sindaco, Michele Notaro, l’assessore delegato alla Cultura, al Turismo e Spettacolo, Stefano Longo, e gli organizzatori sono state aperte le iscrizioni.

L’edizione numero 31 della caratteristica Passione Vivente di Pontecorvo è organizzata dalla Parrocchia Maria Santissima Annunziata, dall’Associazione Il Ponte, dall’associazione San Grimoaldo Arciprete e dalle Confraternite di San Giovanni Battista e del Venerdì Santo. Le scene della vita di Gesù ci saranno il Primo aprile in via Lungoliri.

“Daremo il massimo sostegno a questa manifestazione, per l’importanza religiosa e per non far venir meno la tradizione, trenta anni di lavoro non possono essere cancellati, invito i giovani a iscriversi alla trentunesima edizione della Passione Vivente”, ha detto Stefano Longo, assessore delegato alla Cultura.

5 marzo 2012 1

Premiato il ricercatore e scrittore Giancarlo Pavat alla prima Edizione del “Premio nazionale Ricerca nel Mistero”

Di admin

Ieri presso la sala convegni del prestigioso “Mercure Hotel Roma Eur West”, si è svolta la manifestazione conclusiva del “Premio Nazionale Ricerca nel Mistero”, istituito e lanciato lo scorso dicembre dalla casa editrice “Eremon” (www.eremonedizioni.it) e da “Terra Incognita Magazine” (www.terraincognitaweb.com), con il sostegno delle riviste “Fenix” e “X-Times” della “X publishing”. L’iniziativa ha voluto premiare le migliori ricerche e ricercatori italiani nel campo degli enigmi e misteri. Dai Templari ad Atlantide, dal paranormale agli Ufo, passando per misteri storici e dell’arte. Circa 90 i candidati in lizza, tra cui molti nomi notissimi al pubblico televisivo, come Roberto Giacobbo e Siusy Blady, che sono stati votati sia da una giuria di esperti del settore, formata da Massimiliano Bonasorte, Silvia Agabiti Rosei, Enrico Baccarini, Germano Assumma, Marco Buticchi, David Lombardi e Marco Marafante; che dal pubblico italiano. Una giornata di grande successo, quindi, quella vissuta ieri a Roma, che ha visto la partecipazione di moltissimi volti noti nel campo della ricerca. Anche per questo motivo gli organizzatori dell’evento, Michele Rossi, Andrea Somma, Alessandro Moriccioni, Simone Leoni, Emanuele Zampetti e tutto lo staff Eremon, hanno voluto ringraziare tutto il pubblico presente ed i relatori intervenuti: Felice Vinci, Marco Bulloni, Claudio Foti, William Facchinetti Kerdudo, Leonardo Melis, Chiara Dainelli, Daniele Gullà, Enzo Valentini ed Adriano Forgione, che ha pure ricevuto un premio per i suoi 16 anni di professionismo nel campo del mistero. A salire sul palco della gremita sala, quindi, anche il nostro Giancarlo Pavat, triestino di nascita ma ormai ciociaro di adozione, noto ormai in tutta Italia per le sue ricerche tanto che è stato spesso ospite in trasmissioni televisive nazionali come “Voyager” di Rai2. Il ricercatore e scrittore Pavat si è classificato al quarto posto assoluto, con migliaia e migliaia di preferenze, nella classifica generale del voto del pubblico (Ai primi tre posti sono arrivati rispettivamente, Armando Bellelli, Hunter Brothers e Daniele Gullà). Ma ha pure ricevuto il “Riconoscimento Speciale Terra Incognita. Per la scienza ed oltre la scienza” per le sue ricerche sull’enigmatico affresco del “Cristo nel labirinto” di Alatri (giova ricordare oltre che per le scoperte fatte, a Pavat va il merito di aver fatto conoscere a livello nazionale ed ormai europeo il misterioso affresco) ma soprattutto per il suo ultimo libro, vero e proprio best sellers, “Nel segno di Valcento”, Edizioni Belvedere. Al momento di ricevere l’importante riconoscimento, anche alla luce della caratura e spessore degli altri partecipanti, Pavat, sostenuto dal tufo di molti amici ciociari che l’hanno seguito sino a Roma, ha voluto ringraziare gli organizzatori e tutti coloro che l’hanno appoggiato (come il nostro sito) e votato. Ma ha pure espresso il desiderio che il premio ricevuto sia pure un riconoscimento per la Ciociaria “Una terra troppo spesso vilipesa, trasformata in burletta, barzelletta per film della commedia all’italiana, ed invece meritevole di ben altre attenzioni e valorizzazioni, una terra ricchissima di bellezze storiche, artistiche, monumentali e naturalistiche e di misteri”. Concetto ribadito anche nelle interviste rilasciate ad alcune emittenti televisive, tra cui la ciociara “Fiuggiwebtv”, presenti a Roma. Infine ha invitato tutti i presenti, ricercatori, studiosi anche accademici, operatori del settore a visitare la Ciociaria. Pavat ha poi avuto modo di scambiare commenti, impressioni e ricevere apprezzamenti da altri ricercatori presenti, come la medievista e studiosa della biblioteca Vaticana Barbara Frale, dall’architetto romano Giuseppe Pezzotti, da Marco Bulloni, autore del libro “Ho scoperto la vera Atlantide”, da Ruggero Marino, studioso di Cristoforo Colombo ed autore di best sellers internazionali. Tornando alle varie categorie di premi, al primo posto in quello della giuria si è classificata proprio la ricercatrice Barbara Frale per i suoi libri sui Templari, seguita da Felice Vinci e da Pierluigi Tombetti. Il “Premio speciale Cavaliere del Graal” è andato alla scrittrice abruzzese Maria Grazia Lopardi. Mentre altri premi “Terra Incognita” sono stati assegnati a Giovanni Tomassini, Ruggero Marino, all’Associazione Culturale Pangea e all’editore e ricercatore alatrense Ornello Tofani per il suo impegno nella ricerca sulle mura ciclopiche di Alatri e per il suo libro “Alatri. L’Acropoli ed i suoi misteri”. I riconoscimenti tributati a Pavat e a Tofani, aldilà dei meriti indiscutibili dei ricercatori premiati, gratificano la Ciociaria e portano ancora una volta all’attenzione nazionale il nostro territorio. Inoltre una soddisfazione per il nostro sito che ha appoggiato la candidatura di Pavat.

5 marzo 2012 0

Scossa di terremoto di magnitudo 4.1 in provincia di Genova

Di admin

Un evento sismico è stato avvertito nel pomeriggio dalla popolazione in provincia di Genova. Le località prossime all’epicentro sono Rezzoaglio, Fontanigorda e Santo Stefano d’Aveto.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 16.15 con magnitudo 4.1.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

5 marzo 2012 0

Maltempo, domani temporali e venti forti anche al centro

Di admin

Come era stato annunciato il maltempo ha raggiunto le nostre regioni settentrionali dove è attivo un fronte di origine atlantica. Nelle prossime ore la perturbazione transiterà anche sulle regioni centrali apportando condizioni di instabilità, un abbassamento delle temperature e della quota neve.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della protezione civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diramato nella giornata di ieri e che prevede dalla seconda parte della giornata di oggi, lunedì 05 marzo, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale su Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo. I fenomeni si estenderanno dalla mattinata di domani anche alla Sardegna e saranno accompagnati da forti raffiche di vento ed attività elettrica. Si prevedono inoltre nevicate sull’Emilia-Romagna e sui settori centro-settentrionali di Marche ed Umbria con quota neve in progressivo abbassamento fino a 400-600 metri.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.