Giorno: 11 marzo 2012

11 marzo 2012 0

Costa Concordia, ancora sospese per i forti venti le operazioni di defueling

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella giornata di oggi, come già successo ieri, le condizioni meteo marine sull’Isola del Giglio, con il persistere di forti venti da nord- nord est, non hanno permesso la movimentazione del pontone “Meloria”. Le operazioni di defueling dei serbatoi ancora non svuotati rimangono, quindi, temporaneamente sospese. I Palombari della Marina Militare si sono immersi nei pressi della Nave Concordia  per le operazioni preparatorie all’utilizzo di un piccolo robot telecomandato (R.O.V. Remote operator vehicle) dotato di telecamere in grado di esplorare zone e ambienti inaccessibili agli operatori. Si sono svolte, poi, l’ordinaria attività di sopralluogo e assistenza in mare della Capitaneria di Porto, il cui personale subacqueo ha provveduto al quotidiano monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo. Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.  Ha preso il via oggi, nei locali della Scuola Media “Giuseppe Mazzini” di Isola del Giglio, la quarta edizione del Corso “L’impiego del volontariato di protezione civile negli interventi connessi ad eventi di inquinamento in mare con spiaggiamento di idrocarburi” . L’attività, a cura del Dipartimento della Protezione civile, Ispra , Legambiente, organizzato in collaborazione con la Regione Toscana, la Provincia di Grosseto la Capitaneria del Porto di Porto S. Stefano e la Direzione Marittima di Livorno, rientra nelle misure di prevenzione di un eventuale inquinamento da idrocarburi e replica il modello formativo già sperimentato a fine gennaio nei comuni costieri della Toscana. Il corso, che vede la partecipazione oltre ai volontari di Legambiente, anche di quelli di Greenpeace e di alcuni cittadini del Giglio terminerà nel pomeriggio di domani. Oggi, nello specifico, sono stati spiegati il funzionamento del Servizio nazionale di protezione civile, il ruolo del Coemm – Centro operativo emergenza marittime nelle emergenze ambientali in mare, le competenze, i soggetti coinvolti e l’organizzazione degli interventi in mare, l’effetto degli idrocarburi sull’ambiente marino e le specie marine sensibili all’inquinamento da petrolio. Domani, invece, verranno approfondite le tecniche per la rimozione dei prodotti spiaggiati in base alle tipologie di costa; inoltre, ci si concentrerà sull’organizzazione della squadra nella pulizia, sulle modalità di stoccaggio provvisorio e smaltimento del prodotto raccolto.

11 marzo 2012 0

Potenzialmente cancerogeno il caramello usato come colorante chimico in alcune bevande? La Coca Cola e la Pepsi non ci stanno

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

L’impegno per la tutela della salute da parte dello “Sportello dei Diritti” si è mosso sempre cercando di evitare qualsiasi tipo di censura nei confronti delle notizie che riguardano la salvaguardia dei cittadini.

Questa volta Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, riporta una notizia che proviene dagli Usa, dove un’associazione dei consumatori avrebbe commissionato test di laboratorio che avrebbero dimostrato la potenziale cancerogenicità, si badi bene, per gli animali di un caramello usato come colorante chimico utilizzato per bevande popolari tra le quali Coca Cola e Pepsi.

La sostanza chimica, il 4-metilimidazolo o 4-MI, sarebbe contenuto nel caramello utilizzato come colorante per alcuni tipi di bibite.

Mentre gli studi di tossicologia dimostrerebbero che il 4-MI in quantità elevate può causare il cancro negli animali da laboratorio, non è chiaro se si tratta di un cancerogeno per l’uomo né se le quantità contenute nelle bibite potrebbero determinare una minaccia per la salute.

Il Center for Science in the Public Interest (CSPI) nel febbraio 2011 ha formulato una petizione nei confronti della FDA, l’agenzia governativa statunitense che vigila sulla sicurezza dei farmaci e degli alimenti affinché vietasse esplicitamente questo tipo di colorante – caramello.

Il direttore esecutivo Michael F. Jacobson del CSPI ha esplicitamente criticato Coca-Cola e Pepsi, perché, sempre secondo lo stesso direttore, starebbero inutilmente esponendo milioni di americani a una sostanza chimica pericolosa.

Le analisi commissionate dal CSPI avrebbero rilevato che tali prodotti conterrebbero alcuni milionesimi di grammo di 4-MI per ogni lattina rilevando che tali quantità sarebbero diverse volte superiori ai limiti stabiliti da parte dell’Ufficio di Valutazione Ambientale dello Stato della California.

La FDA ha replicato che “sta lavorando con i produttori per determinare l’effettivo utilizzo di questi coloranti al caramello e la quantità di 4-MI trovati nelle cole e altri prodotti alimentari” ed ha specificato che “un consumatore dovrebbe consumare più di mille lattine di soda al giorno per raggiungere le dosi somministrate negli studi che avrebbero dimostrato un collegamento con il cancro nei roditori”. Chiaramente anche Coca Cola e Pepsi hanno aspramente criticato la CSPI affermando l’intenzione di quest’ultima voler gettare nel panico milioni di consumatori con una notizia totalmente infondata.

Per fugare ogni benché minimo dubbio, Giovanni D’AGATA si augura che anche in Europa come in Italia l’EFSA e l’Istituto Superiore della Sanità effettuino immediatamente indagini in merito per evitare di generare il panico tra i consumatori.

In ogni caso, anche per una questione di educazione alimentare, i consigli dei più grandi tornano sempre di utilità, perché bisognerebbe comunque evitare di eccedere nel consumo di bevande gassate specie tra i più piccoli.

11 marzo 2012 0

Placido Rizzotto, Nencini (Psi): “Sia onorato e ricordato con i funerali di stato”

Di admin

“I morti ammazzati per mafia sono morti “eccellenti”. Placido Rizzotto lo è perché offri un’intera vita per difendere la dignità di una città, Corleone, che nel dopoguerra divento’ una realtà fatta di qualche padrone terriero, dei loro servi mafiosi e di lavoratori oppressi e contadini caduti in miseria.” È quanto si legge sul profilo twitter di Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi. “Fu ucciso per tenere alti i valori della democrazia e di libertà, attirando l’odio dei mafiosi ed entrando nel mirino dei delinquenti, che lo portarono alla sua morte. Sostenne e guidò i contadini nella lotta alle minacce e al terrore,con coraggio e determinazione- si legge ancora-. Fu un autentico socialista e un grande uomo. Queste, ed altre, mi sembrano buone ragioni per concedergli i funerali di Stato, per onorarlo e ricordarlo con il rispetto e i riconoscimenti che sono dovuti ad uomini come lui- conclude”.

11 marzo 2012 0

Fiamme nella discarica di San Pietro Infine, due ore di fuoco domate dai pompieri

Di admin

Non è la prima volta che i rifiuti a San Pietro Infine prendono fuoco. L’ultimo episodio è accaduto oggi pomeriggio nella discarica provvisoria in cui l’amministrazione comunale stocca i rifiuti solidi urbani provenienti dalla raccolta differenziata. Le fiamme si sono state notate intorno alle 17 di oggi dalle Guardie Zoofile dell’Enpa di Mignano Montelungo che hanno allertato i Vigili del Fuoco. Sul posto è arrivata una squadra direttamente da Teano coadiuvata da un’altra squadra di supporto insieme a personale della Forestale riuscendole a domare dopo circa due ore. Sull’argomento il sindaco Giuseppe Vecchiarino ha detto: “Ci troviamo di fronte all’ennesimo atto di vandalismo e di persecuzione di fronte a questa nuova amministrazione che si sta adoperando in tutti i modi per rendere il paese piu vivibile e consono a quelle che sono le esigenze moderne anche per quanto riguarda il problema degli smaltimenti. Indubbiamente in una giornata come questa è impossibile che non ci sia la mano di qualcuno per cui si sia sviluppato questo incendio. Intensificheremo i controlli e verranno sicuramente individuati i responsabili di questo ennesimo atto di vandalismo”.

11 marzo 2012 0

Violenza sessuale sulla nipote minorenne e disabile, denunciato 50enne

Di admin

Oggi ad Alatri i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di articolata attività info-investigativa, hanno denunciato in stato di libertà un 50 enne del posto, perché resosi responsabile di violenza sessuale. Il prevenuto, in tempi diversi, con più azioni del medesimo disegno criminoso, assumeva nei confronti della nipote, minorenne e disabile, atteggiamenti morbosi, consistenti in reiterate molestie sessuali.

11 marzo 2012 0

Fiamme all’Ipsia di Cassino, colonna di fumo visibile fin dal centro città

Di admin

Una densa colonna di fumo nero si è alzata questa mattina poco dopo le 11 dall’area di pertinenza dell’istituto Ipsia di Cassino. Ignoti hanno dato alle fiamme un grosso cumulo di rotoli di asfalto che sarebbero serviti per i lavori di ristrutturazione di una parte della scuola. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e una pattuglia di polizia municipale. E’ stato necessario tagliare la catena che chiudeva il cancello per permettere ai pompieri di arrivare alle fiamme e domarle in circa 20 minuti. Intanto il fumo aveva annerito una parte della parete della scuola ma il danno consiste nella perdita del materiale che sarebbe dovuto essere usato per isolare il tetto. Er. Amedei [nggallery id=400]

11 marzo 2012 0

Ancora venti forti al centrosud

Di admin

Il maltempo non dà tregua al Centro Sud. Un nuovo sistema perturbato proveniente dai Balcani interesserà dalla sera di oggi le regioni meridionali e le zone centrali adriatiche, attivando un’intensa ventilazione settentrionale.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla tarda serata di oggi, domenica 11 marzo 2012 , venti forti settentrionali con raffiche di burrasca forte su tutte le regioni meridionali; inoltre, lungo le coste esposte di Abruzzo e Molise saranno anche possibili mareggiate

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

11 marzo 2012 0

Successo del terzo appuntamento “Il tuo quartiere non è una discarica” in piazza Green

Di redazionecassino1

Successo dell’iniziativa “Il tuo quartiere non è una discarica”, terzo appuntamento, che si è svolta questa mattina in piazza Green. Dopo i quartieri di San Bartolomeo e Colosseo, dalle ore 8 alle ore 13, piazza Green è diventata un’ampia isola ecologica mobile. Tanti i cittadini che hanno risposto alla mattinata ecologica indetta dall’assessorato comunale all’Ambiente. I cittadini hanno portato rifiuti ingombranti mobili , reti, materassi, divani, scaffali, biciclette, RAEE, Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, computer, televisori, stampanti, fax, telefoni, elettrodomestici, rifiuti speciali farmaci scaduti, batterie esaurite. Nella stessa giornata, inoltre, è stato possibile conferire rifiuti inerti e olii vegetali esausti da cucina. L’appello a tutti i cittadini, dell’assessore Consales di partecipare a questa semplice iniziativa gratuita che ha permesso alla nostra città di limitare il proliferare del fenomeno delle discariche abusive è stato pienamente accolto dai tanti che hanno portato in piazza Green i rifiuti. “Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Consales per la grande  partecipazione odierna e nelle altre due iniziative realizzate nei mesi scorsi. Colgo, anche, l’occasione – ha precisato Consales – per   anticipare che a partire da questo mese, fino alla fine dell’anno, l’iniziativa verrà ripetuta con frequenza mensile in tutti gli altri quartieri della città. Per chi ne avesse bisogno, poi, rimane sempre a disposizione il numero verde 800 086 508 per il ritiro gratuito degli ingombranti con relativo servizio a domicilio. Per quel che riguarda l’iniziativa, prossima tappa de ‘Il tuo quartiere non è una discarica’ avrà luogo domenica 15 aprile nella frazione di Caira”.

F. Pensabene