Giorno: 13 marzo 2012

13 marzo 2012 0

Vende una mucca rubata in Romania, ricercata in tutta Europa e arrestata a Frosinone

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono le 2 di notte quando su linea 113 dela Questura di Frosinone arriva una telefonata di un anziano che chiede aiuto. L’uomo racconta all’operatore di temere che una giovane diciassettenne rumena, sua ospite, sia stata colta da malore poiché, da diverso tempo, è chiusa in bagno e non risponde alle sue richieste di rassicurazione. I poliziotti delle Volanti arrivano in pochi minuti all’indirizzo del richiedente dove trovano la giovane in buone condizioni, in compagnia della madre nel frattempo sopraggiunta. Come di rito gli agenti identificano i presenti controllando i nominativi attraverso la banca dati della Polizia. Passano pochi istanti ed arriva l’ inaspettato esito. A carico della madre della ragazza risulta un mandato di cattura europeo spiccato in Romania, suo paese di origine. Ricettazione, il reato contestatole, poiché la stessa nel 2006 avrebbe aiutato un’amica a vendere una mucca pur sapendo che era stata rubata. Dopo gli ulteriori accertamenti di rito presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura, questa mattina la donna è stata accompagnata dai poliziotti presso il carcere romano di Rebibbia, in attesa di estradizione in Romania dove dovrà scontare una condanna ad un anno ed otto mesi di carcere.

13 marzo 2012 0

Malocchio / Vanna Marchi, la figlia e il mago prosciolti dal Gup di Cassino

Di redazione

Prosciolta a Cassino la regina delle televendite Vanna Marchi, della figlia Stefania Nobile e del mago Do Nascimiento. Nel 2010 i tre finirono nuovamente al centro di una indagine quando una donna di Cassino li denunciò per averle sottratto ben 150 mila euro per curarle il malocchio. “Magie” che si sarebbero estese anche ai suoi familiari. Il Gup del tribunale di Cassino avrebbe ravvisato una grave inconsistenza del castello accusatorio dettato in particolare dagli aspetti temporali. I fatti sarebbero riconducibili al 2005 quando, però, il trio era già finito nell’occhio del ciclone perché smascherato dai vari programmi televisivi e già sottoprocesso tanto che la prima condanna è arrivata nel 2006. Er. Amedei

13 marzo 2012 0

Costa Concordia, terminato lo svuotamento delle acque nere da tutte le casse accesibili della nave. Proseguono le operazioni di defueling

Di admin

Le favorevoli condizioni meteo marine hanno permesso ai tecnici delle società Smit Salvage e Neri di procedere speditamente e terminare lo svuotamento delle acque nere da tutte le casse accessibili della nave; il materiale prelevato è stato trasferito sull’imbarcazione “Caronte”, che domani mattina partirà per Livorno, dove si procederà allo smaltimento. A seguito di un sopralluogo fatto a bordo della nave gemella “Costa Serena”, al fine di verificare la posizione di tutti i serbatoi nella sala macchine, gli operatori hanno dichiarato inaccessibili le restanti casse contenenti di acque nere. Parallelamente, è proseguita l’operazione di defueling, con il recupero di 1,2 metri cubi di idrocarburi dalle zone prossime alla sala macchine.

Si sono svolte l’ordinaria attività di sopralluogo e assistenza in mare della Capitaneria di Porto, nonché le quotidiane immersioni dei sommozzatori della Polizia e dei Vigili del Fuoco per il monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo. È stata inoltre effettuata una immersione per verificare la presenza di eventuali lesioni nella parte dello scafo a contatto con la roccia. Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

13 marzo 2012 0

Omicidio Scazzi / Dalla cognata nuove accuse per Michele, avrebbe molestato un’altra 15enne

Di redazione

Michele Misseri avrebbe molestato quando questa aveva 15 anni, la cognata Dora, sorella della moglie Cosima. A dirlo davanti alla corte d’assise di Taranto, questa mattina, è stata Emma la sorella maggiore delle Serrano, quindi di Cosima e Concetta l’altra zia di Sara Scazzi. Da tempo, nella spaccatura seguita all’implicazione dei Misserri nell’omicidio di Sara Scazzi, la 15enne di Avetrana, che vede alla sbarra la cugina Sabrina, Emma ha scelto di stare dalla parte di Cosima. Oggi avrebbe raccontato di aver saputo qualche anno fa che Michele, avrebbe mostrato interesse anche per la più giovane delle sorelle Serrano quando questa aveva 15 anni. Un fatto che le sarebbe stato raccontato ma di cui non ha saputo fornire ulteriori dettagli. Una versione che andrebbe a favore di Sabrina appesantendo la posizione di Michele, ma questa versione è ancora tutta da verificare.

13 marzo 2012 0

Placido Rizzotto, Nencini scrive a Napolitano, ai leaders di partito, ai direttori dei quotidiani. Mobilitata anche la rete

Di admin

“La storia di Placido Rizzotto, sindacalista socialista ucciso dalla mafia corleonese per aver difeso le ragioni dei contadini di fronte al grande latifondo, è riemersa in tutta la sua drammaticità qualche giorno fa”. Si legge così nella lettera che Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi, ha inviato al Presidente del Consiglio, Mario Monti, per chiedere che si celebrino i funerali di Stato di Placido Rizzotto. “Si tratta di una storia esemplare. La scelta di vita di chi sposò la libertà e la giustizia e in nome di entrambe si oppose ai soprusi, alle prevaricazioni, al dominio di un pugno di uomini sull’intera comunità. L’esempio di Placido Rizzotto – si legge ancora nella lettera del Segretario Nencini- ha contribuito ad avviare l’Italia verso una coscienza civica più matura. Ha avuto il merito di spezzare un clima di omertà e di collusione tra potere politico e potere mafioso in quegli anni così radicato da istituzionalizzarsi. Le chiedo, Signor Presidente, di onorarne il ricordo, che appartiene a ciascuno di noi, cittadini e istituzioni, con i funerali di Stato. E’ stato scritto che la memoria è il salvadanaio dello spirito, il luogo dove si forgia il ‘comune sentire’, il senso di appartenenza a radici condivise. Placido Rizzotto ha dato la vita perché le nostre radici fossero più salde”. Riccardo Nencini, ha anche inviato una lettera a tutti i leaders di partito, chiedendo di condividere con il Psi la richiesta inviata al Presidente del Consiglio, e indetto una campagna di mobilitazione sui sociali network – Fabebook e Twitter – sull’Avantionline! e sul sito del Partito Socialista Italiano, chiedendo ai cittadini di offrire le proprie adesioni. Il leader del Psi ha anche scritto al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano e ai direttori dei maggiori quotidiani italiani di informazione.

13 marzo 2012 0

Nascondevano oltre 100 grammi di cocaina e denaro nell’auto. Arrestati dai Carabinieri

Di redazionecassino1

La scorsa notte, a Casalvieri  sulla SSV A/1 –  uscita San Leonardo, i militari della locale stazione nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, un 35enne, residente a Martinsicuro (TE) e un 36enne residente in San Benedetto del Tronto (AP) poiché responsabili di “ detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio”  Gli stessi,  controllati alla guida  di un’autovettura , venivano trovati in possesso di un involucro sottovuoto contenente 125 grammi di “cocaina” pura , 4 grammi di “hashish”,  1 grammo di “cannabis indica”, un  involucro contente   1 grammo di “cocaina” nonché la somma in  contante di euro 855 occultata e ritenuta provento dell’attività illecita. Lo stupefacente rinvenuto e la somma denaro venivano posti sotto sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito sono stati associati  presso la casa circondariale di Cassino.

13 marzo 2012 0

Annalisa D’Aguanno: “Regione in campo per promuovere in Italia e all’estero l’artigianato e le Pmi ciociare”

Di redazionecassino1

Promuovere in Italia e all’estero l’artigianato e le produzioni delle Piccole e medie imprese regionali, puntando su strumenti e iniziative mirate capaci di valorizzare un settore che per il territorio costituisce storicamente un’enorme ricchezza. Un discorso che se vale per la regione Lazio, ancora di più è rilevante per la provincia di Frosinone dove Pmi e artigianato sono da sempre la vera spina dorsale dell’economia.

E’ questo l’obiettivo con cui la Giunta regionale, nell’ultima seduta di venerdì scorso, ha approvato le “Linee di indirizzo delle attività promozionali in Italia e all’estero per l’anno 2012 in favore delle piccole e medie imprese e dell’artigianato del Lazio”.

A darne notizia è Annalisa D’Aguanno, vicepresidente della Commissione regionale Lavoro, Politiche Sociali e Politiche giovanili.

<L’artigianato – ha evidenziato con soddisfazione l’esponente del Pdl – costituisce un’enorme ricchezza per il nostro paese. È patrimonio della nostra economia e modus operandi che connota gran parte del mondo delle piccole e medie imprese. La Regione Lazio con le sue province, e fra quelle di testa inserirei senza dubbio la Ciociaria, si distingue per elementi caratteristici legati alla tipicità e alle tradizioni culturali che si ritrovano sintetizzate nelle produzioni artigianali. Gli oggetti e i manufatti artigianali contribuiscono ad esprimere l’identità del luogo e, attraverso la loro esportazione, a diffonderne l’immagine nel mondo. A tal fine la Regione, e segnatamente l’assessorato alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato, ha messo in campo una serie di iniziative volte alla promozione, valorizzazione, diffusione e incremento della produzione artigianale regionale, favorendo e assumendo opportune iniziative finalizzate al ripristino, alla conservazione, alla tutela, allo sviluppo ed alla qualificazione delle categorie merceologiche, culturali, tecnologiche ed organizzative proprie delle lavorazioni artigianali>.

Tutto ciò si tradurrà, in concreto, in queste azioni: coordinamento delle manifestazioni fieristiche; promozione, diffusione e incremento della produzione artigianale tramite opportune iniziative dirette a valorizzare specifici comparti produttivi, settori merceologici ed attività artigiane; individuazione dei settori artigianali in maggiore difficoltà, mettendo in atto azioni mirate per il loro sostegno economico e la loro promozione; valorizzazione ed incentivo dei prodotti dell’artigianato laziale; allestimento e gestione dei propri spazi nell’ambito delle aree di manifestazioni fieristiche in Italia ed all’estero; concessione di contributi sia per l’organizzazione che per la partecipazione in Italia o all’estero di manifestazioni fieristiche, di convegni e di iniziative promozionali o dimostrative in materia di artigianato.

Tra gli obiettivi generali da raggiungere, Annalisa D’Aguanno ha indicato <l’attuazione di una politica regionale organica che punti all’incremento dell’export regionale e del livello di proiezione internazionale del sistema dell’Artigianato e delle PMI laziali; e poi la progettazione di un percorso per la creazione di “reti imprenditoriali” al fine di rafforzare l’immagine dell’artigianato e delle piccole e medie imprese del Lazio sui mercati esteri. Particolare attenzione – ha concluso la D’Aguanno – dovrà infine essere rivolta ad iniziative promozionali che prevedano aggregazioni di filiera o di distretto per superare il vincolo dimensionale che spesso costituisce un limite alla capacità delle nostre imprese di competere all’estero>.

13 marzo 2012 0

AIDAA: Dopo quello con i gatti, scoperto e denunciato altro sito porno con ragazzi e animali

Di redazionecassino1

Ancora un sito internet con video porno con animali scovato grazie a una segnalazione giunta al numero unico delle segnalazioni dei reati contro animali via sms di AIDAA (3403848654). Il sito in questione è di fatto un portale che contiene migliaia di filmati hard con protagonisti animali di varia natura. Inoltre dalla home del sito è possibile accedere a una pagina dedicata intitolata “teen dog sex” dove sono presenti filmati e film con protagonisti ragazze (a nostro avviso minorenni) e cani. Da qui l’ennesima segnalazione con richiesta di chiusura immediata del sito inviata alla polizia postale di Teramo. Un’altra anomalia legata a questo particolare sito è la comparsa per la prima volta di azioni di sesso orale dove sono protagonisti i gatti.

“Sono migliaia i siti porno con animali che contengono filmati con ragazzi e giovani che fanno sesso con animali- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- in quest’ultimo abbiamo trovato una vera e propria sezione che si richiama a giovani ragazze che fanno sesso con animali alla quale è possibile accedere liberamente. Ora come al solito noi abbiamo provveduto a segnalare il sito alla polizia postale ed alla procura della repubblica perché possano fare le indagini e provvedere a chiudere il sito, ma occorre una regolamentazione della rete non certo per proibire la libertà di espressione ma per evitare questi eccessi che portano spesso al rischio di emulazione e che nascondono spesso la prostituzione minorile e l’uso di minori per scene di sesso esplicito con animali provocando al contempo ovviamente il reato di maltrattamento degli animali”.

 

Per info 3478883546-3926552051

13 marzo 2012 0

I Giorni di S. Benedetto: oggi il Gran Maestro dell’Ordine di Malta, Matthew Festing, a Montecassino

Di redazionecassino1

Dopo la celebrazione ecumenica svolta a Montecassino ieri sera con il Primate Anglicano Rowan Williams, questa mattina è stata la volta di un altro personaggio di spicco a far visita all’abbazia di Montecassino. Si è trattato di una visita privata che S.A. Em.ma Matthew Festing, Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di Malta, ha compiuto quest’oggi. Accompagnato da un piccolo seguito, S. A. ha partecipato all’Eucaristia celebrata sulla tomba di San Benedetto e poi, accompagnato dai monaci, ha visitato il monastero per la prima volta dalla sua elezione a suprema autorità istituzionale nel 2008; al termine il Gran Maestro si è trattenuto a colazione con il Padre Abate Dom Pietro Vittorelli ed i monaci.

13 marzo 2012 0

Abbruzzese: “Massimo sostegno per scongiurare delocalizzazione Ilva di Patrica”

Di admin

Il Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, questa mattina è intervenuto a sostegno del sito produttivo Ilva di Patrica e dei suoi lavoratori, facendo seguito all’incontro tenutosi lo scorso 27 febbraio presso Unindustria, tra la proprietà e le rappresentanze sindacali dove , in un’ottica di efficientamento e razionalizzazione delle produzioni, sarebbe emersa la volontà, da parte della Direzione aziendale, di avviare un ulteriore processo di delocalizzazione che penalizzerebbe il territorio di Patrica.

Lo ha fatto inviando una lettera al presidente del gruppo industriale, ingegner Emilio Riva: “Ho chiesto di riconsiderare la determinazioni della proprietà in ordine al ridimensionamento del sito produttivo di Patrica, o comunque di prevedere delle produzioni alternative finalizzate alla conservazione degli attuali posti di lavoro”, ha scritto il presidente Abbruzzese.

“Giova ricordare – ha aggiunto – che nel sito produttivo ciociaro lavorano, ad oggi, circa 70 dipendenti e altri 30 operano nell’indotto che genera lo stabilimento stesso. L’età media dei lavoratori è di 30 anni e quindi è facile immaginare che se uscissero dal circuito lavorativo con la paventata delocalizzazione, avrebbero enormi difficoltà a ricollocarsi e, vista la giovane età, sarebbe anche particolarmente complicato per loro ricorrere agli ammortizzatori sociali.

Tra l’altro – ha concluso Abbruzzese – questa temuta chiusura andrebbe a gravare ulteriormente su un tessuto industriale, come quello della Provincia di Frosinone, già ampiamente mortificato da un processo di deindustrializzazione, messo in atto da alcune multinazionali, che sta determinando un vero e proprio allarme sociale in termini di prospettive occupazionali”.

Nella sua lettera il presidente dell’Assemblea regionale del Lazio ha manifestato anche la propria disponibilità a partecipare ad un eventuale tavolo di concertazione e confronto con tutti i soggetti istituzionali, a partire dall’assessore regionale al Lavoro Mariella Zezza – che ha sempre dimostrato grande attenzione alle vertenze che interessano il territorio – alla Provincia, ai sindacati, al prefetto di Frosinone e ogni altro interlocutore che si riterrà necessario coinvolgere ai fini della fondamentale tutela dei lavoratori.