Giorno: 15 marzo 2012

15 marzo 2012 0

Coppie gay, la Cassazione di no al matrimonio di due pontini ma invoca il cambiamento

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Le coppie omossessuali hanno diritto alla vita familiare e vivre liberamente una condizione di coppia. E’ il concetto della sentenza di Cassazione depositata oggi, destinata a dare linfa e nuovi argomenti al dibattito che da anni è in corso in Italia. La Corte è stata chiamata ad esprimersi sull’argomento da una coppia omosessuale che aveva contratto il matrimonio all’estero e ne chiedeva il riconoscimento in Italia per poter ottenere i documenti a Latina, loro comune di residenza. Avevano visto i loro ricorsi respinti dalla Corte d’Appello, ma alla Cassazione qualcosa è cambiato, non nella sostanza, però, dato il ricorso è stato comunque rigettato ma nelle 80 pagine della sentenza, i giudiuci hanno anche detto che se e’ vero che in Italia ancora non esiste una legislazione che preveda il matrimonio tra gay citando a questo riguardo anche la recente sentenza della Corte Costituzionale che appunto aveva detto no ai matrimoni omosessuali), il quadro europeo dei diritti dei gay ed il contesto sociale e’ fortemente cambiato. Insomma, il no resta, ma la Suprema sembra invocare il cambiamento.

15 marzo 2012 0

Cadavere senza nome a Sabaudia, si cerca l’identità grazie agli oggetti personali

Di redazione

E’ macabro ma necessario il sistema scelto dai carabinieri di Latina per dare un nome al cadavere del sub che, alcuni giorni fa, è emerso dalle acque del lago di Paola nel comune di Sabaudia. Sono oggetti personali, quelli fotografati dai militari: le cinte e i pesi da sub, la camicia ritorvata a riva, la sua borsa e gli oggetti d’oro, finanche le scarpe e i pantaloni. Chiunque riconosca oppure possa dare informazioni utili all’identificazione degli oggetti o del relativo proprietario è pregato di voler contattare il centralino del Comando Provinciale Carabinieri di Latina ai numeri 0773/665665 oppure allo 0773/4851 chiedendo del personale del Nucleo Investigativo.

15 marzo 2012 0

Costa Concordia, rubata la campana del relitto

Di redazione

E’ stato l’oggetto della nave Costa Concordia che meglio rappresentava sott’acqua la tragedia del Giglio ed è notizia di oggi che la campana della nave affondata è sparita. Qualcuno l’ha rubata non più di due giorni fa ad ortto metri di profondità in un’area battuta dai sub impegnati nella ricerca dei dispersi e dai tecnici impegnati, invece, nel rimuovere il carburante. Dieci chili di peso, qualcuno l’ha sottratta nonostante la massiccia prenza di forze dell’ordine. Ci si chiede come possa aver fatto il ladro a rubarla e, a questo punto, è gfacile ipotizzare che non sia l’unico ogetto portato via dal relitto. Er. Amedei

15 marzo 2012 0

Il generale di divisione Gualdi visita i carabinieri della compagnia di Chieti

Di redazione

Il Generale di Divisione Maurizio GUALDI, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” di Napoli, da cui dipendono le Legioni Carabinieri Campania, Puglia, Abruzzo, Molise e Basilicata, il giorno 15 marzo 2012, ha fatto visita al Comando Legione Carabinieri Abruzzo in Chieti. L’alto Ufficiale, ricevuto dal Comandante della Legione Carabinieri, Generale di Brigata, Luigi LONGOBARDI, dopo aver incontrato una rappresentanza di Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri dell’Abruzzo, ha tenuto rapporto ai Comandanti Provinciali e ai Comandanti di Compagnia della Regione per un punto sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio di competenza. Successivamente il Generale GUALDI ha incontrato le Autorità locali, tra cui il Prefetto, Dott. Fulvio Rocco de MARINIS, il Sindaco, Dott. Umberto DI PRIMIO e il Procuratore della Repubblica, Dott. Pietro MENNINI.

15 marzo 2012 0

Coppie di fatto a Cassino, Leone: “Il Registro delle Unioni non è atto di civiltà”

Di redazione

di Benedetto Leone, consigliere di opposizione consiliare di Cassino Inizio a pensare che quando non si ha una benchè minima idea di come amministrare una città, di come progettarne sviluppo e crescita, di come garantirne l’ordinaria amministrazione e magari poi di risvegliarne la voglia e il desiderio di sognare qualcosa di ambizioso, ecco che si pensa a buttarla in caciara. A fare battaglie ideologiche, ad anteporre alle priorità locali questioni di interesse nazionale. Invece di tentare di ricucire una comunità sfibrata e disunita, esasperata dall’ultima campagna elettorale, mettendo al centro proprio quei valori, quegli interessi e quei bisogni che ci uniscono; l’amministrazione Petrarcone continua indifferente nella direzione contraria. Il tema delle coppie di fatto rischia di segnare profondamente il tessuto sociale e culturale di questa nostra città. La città deve sapere che la proposta di introduzione del registro delle unioni civili non è un atto di civiltà, bensì una provocazione ideologica. Se si hanno veramente a cuore gli interessi di conviventi e omosessuali i consiglieri comunali propongano la raccolta di firme per spingere il Parlamento a trattare e legiferare sull’argomento. E’ certificata l’assoluta inutilità del registro delle unioni civili. Dopo aver diviso la comunità in onesti e disonesti, in chi ha padroni e chi padroni non ha, adesso si cerca di trasformare un tema delicato e importante nell’ennesima divisione tra cattolici e non cattolici. Io dico di più. Non saranno i Registri o i Dico a scardinare la famiglia. La famiglia è scardinata dallo scollamento della società. Alla famiglia fanno più male le telenovelas come Beautiful o i programmi demenziali della De Filippi che le provocazioni di Fonte o Durante. Incide nella carne viva della famiglia più la mancanza di un asilo nido, l’assenza di una politica per le famiglie, e la totale assenza del quoziente familiare. Temi che non vengono assolutamente trattati da questa amministrazione. Invito il Sindaco Petrarcone a chiarire la sua posizione. Almeno su questo tema sia coerente. Ognuno coraggiosamente e senza ipocrisia deve dire come la pensa sull’argomento. Altrimenti il Sindaco avrebbe fatto bene nella visita con il Corteo Storico a Roma, a donare al Santo Padre la proposta del registro delle unioni civili, come segno di coerenza a determinati principi e valori che non sono quelli cristiani. Dirsi cattolici in politica non è facile, perché si sente il peso della responsabilità e della coerenza ai valori. Magari chiarita la sua posizione, spero che il Sindaco raccolga anche l’invito ad abbassare i toni tra di noi, e a tentare di ricostruire un tessuto di relazioni e di rispetto che oggi sembra essersi lacerato. Riscopriamoci una Comunità, per il bene della nostra Città.

15 marzo 2012 0

Pensioni, i sindacati e le rappresentanze dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico attendisti per apertura governo

Di admin

I sindacati SIULP, SAP, UGL Polizia di Stato, CONSAP, SAPPE, UIL Penitenziari, FNS CISL Penitenziari, UGL Penitenziaria, CNPP, SAPAF, UGL Forestale, FNS CISL Forestale, FESIFO, UIL CFS, FNS CISL VVF, UIL VVF, CONAPO, UGL VVF, COCER Carabinieri, COCER Guardia di Finanza, COCER Esercito, COCER Aeronautica, COCER Marina, dopo la manifestazione di oggi alla quale sono stati costretti per la totale chiusura che il Governo aveva mostrato sul regolamento di armonizzazione previdenziale, nel corso della quale non sono mancati momenti di tensione ai quali non sono seguiti incidenti grazie all’alto senso di responsabilità dei Sindacati e delle Rappresentanze, del lavoro diplomatico fatto dalle Amministrazioni, dal Prefetto di Roma, dal Questore di Roma e dal responsabile del Servizio di Ordine Pubblico, il tutto accompagnato da un forte intervento politico effettuato dai Ministri e dai Sottosegretari delle Amministrazioni interessate, esprimono la loro condivisione sul ripristino del riconoscimento della soggettività del Sindacato e delle Rappresentanze. Il comunicato congiunto del Ministro Fornero con i Ministri Cancellieri, Severino e Di Paola, con il quale gli stessi hanno pubblicamente annunciato, grazie alla nostra protesta attuata questa mattina, di voler incontrare i Sindacati e le Rappresentanze, è un primo passo importante ma non esaustivo delle rivendicazioni degli uomini e delle donne che garantiscono la sicurezza, la difesa e il soccorso pubblico. L’aver riportato sul piano politico il confronto su una materia così delicata, nel quale si ripristina un rapporto diretto e paritario di confronto tra Governo e Parti Sociali, è importante e necessario anche per la valutazione nel merito, come preannunciato dallo stesso comunicato dei Ministri, per affrontare e trovare la soluzione più idonea rispetto alle esigenze del Governo, ma anche per la funzionalità delle Amministrazioni e, non per ultimo, per le legittime aspettative del personale. Non era possibile, concludono i Sindacati e le Rappresentanze, e non solo per un fatto formale e di norme che lo prevedono, ma soprattutto per ridare dignità politica ed efficacia alla trattativa, che le istanze fossero riportate dalle Amministrazioni. Non perché non abbiano cercato di fare l’interesse della funzionalità del sistema e del personale, ma perché per raggiungere il miglior risultato possibile era indispensabile che al tavolo, oltre alle Amministrazioni, stessero anche i rappresentanti del personale. Ci aspettiamo ora che a questa apertura seguano fatti concreti che valorizzino la specificità, salvaguardino la sicurezza, la difesa e il soccorso pubblico di questo Paese, ma anche un meccanismo che consenta di coniugare tutti gli interessi che sono in gioco nel rispetto dei ruoli e delle varie qualifiche che operano in questi settori. Rimane confermata la conferenza stampa con tutti i segretari delle forze politiche che i sindacati e le Rappresentanze hanno indetto per martedì, 20 p.v. alle ore 15 presso la sala Cristallo dell’Hotel Nazionale, Piazza Montecitorio 131.

15 marzo 2012 0

Costa Concordia, arrivano dalla Nuova Zelanda le attrezzature per completare il defueling

Di redazione

Con l’arrivo nella serata di ieri di nuove attrezzature provenienti dalla Nuova Zelanda, i tecnici della Smit Salvage e Neri, assistiti dal persistere di favorevoli condizioni meteo marine, hanno iniziato oggi le operazioni propedeutiche al defueling dei serbatoi della sala macchine, parallelamente all’attività di skimmering per l’estrazione degli idrocarburi superficiali. È partita inoltre, dopo un positivo test nella giornata di ieri, l’attività di monitoraggio tramite R.O.V. (remote operator vehicle) in dotazione ai tecnici di Costa Crociere dei fondali dell’area circostante la zona dell’impatto, che porterà nei prossimi tre giorni a una completa mappatura gps degli eventuali detriti, propedeutica alla loro rimozione.

Nella serata, il Commissario delegato, Prefetto Franco Gabrielli, ha incontrato la popolazione di Isola del Giglio nel consueto appuntamento settimanale. Il Commissario ha aggiornato i cittadini sullo stato di avanzamento dei lavori della commissione incaricata di valutare i piani operativi per la rimozione della nave Costa Concordia.

Si sono svolte l’ordinaria attività di sopralluogo e assistenza in mare della Capitaneria di Porto, nonché le quotidiane immersioni dei sommozzatori della Capitaneria e della Polizia di Stato per il monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo. Non risultano, infine, anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

15 marzo 2012 0

Duplice omicidio a Barletta. Morte due donne, accoltellata una e soffocata l’altra

Di redazione

Un efferato duplice omicidio è stato commesso oggi pomeriggio in un appartamento in via Brescia a Barletta. Secondo una prima ricostruzione, due donne ultra 60enni sono state strangolate. Le vittime sono Maria Diviccaro, 62 anni, proprietaria dell’appartamento, e Maria Strafile, 65 anni che le teneva compagnia. La loro morte sarebbe sopraggiunta in un arco di tempo che va dalle 9 di questa mattina, quando il figlio della proprietaria di casa l’ha sentita al telefono, alle 13 circa, quando, sempre al telefono, la donna non ha risposto. Alle 16 è stato lanciato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli operatori del 118. Secondo indiscrezioni ancora da verificare, la 65enne badante, sarebbe stata colpita anche da coltellate, mentre Diviccaro sarebbe morta invece per soffocamento. Le indagini sono in corso e soprattutto si stanno interrogando i parenti delle vittime, ed in particolare uno della proprietaria di casa con cui la donna aveva avuto accese discussioni per motivi economici. Ermanno Amedei

15 marzo 2012 0

Coldiretti: anche il sindaco di Frosinone Michele Marini presente alla manifestazione a Roma

Di redazione

Tra i 2215 comuni che hanno adottato fino ad ora delle delibere per chiedere di sostenere e difendere il marchio Made in Italy e di vietare per legge il finanziamento pubblico di prodotti realizzati all’estero di imitazione, c’è anche il comune capoluogo insieme ad una dozzina di amministrazioni comunali della Ciociaria. Questa mattina proprio il sindaco Michele Marini, con il gonfalone della città capoluogo, è sceso in pizza a Montecitorio,rispondendo all’invito della Coldiretti ciociara, per dar man forte all’iniziativa della Coldiretti insieme al direttore provinciale Paolo De Cesare, al presidente Loris Benacquista e al direttore della sede regionale del Lazio, il frusinate, Aldo Mattia. Marini è anche intervenuto sul palco durante la manifestazione ricordando l’impegno del comune capoluogo per tutte le iniziative della Coldiretti compresa questa che ha visto la giunta comunale, nei mesi scorsi, approvare una delibera all’unanimità a favore della tutela dei veri prodotti locali. “La Coldiretti nella difesa della filiera agricola e delle produzioni locali è leader indiscussa – ha detto tra l’altro Michele Marini che ha anche rimarcato l’importanza di adottare provvedimenti di tutela dei prodotti sani sottolineando l’azione dei parlamentari che, oltre con i proclami dal palco, come avvenuto oggi, deve essere tradotta con atti concreti a favore delle politiche dell’organizzazione agricola. Il sindaco di Frosinone ha poi conosciuto il presidente nazionale di Coldiretti, Sergio Marini e si è intrattenuto durante la manifestazione con De Cesare, Benacquista e Mattia lasciando la Capitale al termine della iniziativa che ha registrato, tra l’altro, anche l’apprezzato intervento del sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Abbiamo avuto la presenza di oltre 350 gonfaloni con amministratori comunali, provinciali e regionali – ha detto De Cesare – segno evidente della grande sensibilità che si registra nei confronti delle nostre azioni. Ringrazio il sindaco di Frosinone che è voluto essere al nostro fianco – ha detto Benacquista – e ribadisco la necessità di continuare a far sentire la nostra voce su vicende come questa e come quella dell’OGM. “Da frusinate – ha invece sottolineato Mattia – sono orgoglioso e fiero di aver ospitato il gonfalone della mia città prima nella sede nazionale di Coldiretti e poi davanti Montecitorio”. Coldiretti ha altresì ribadito il “No agli Ogm che uccidono il Made in Italy” esprimendo contrarietà per le dichiarazioni del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini.