Giorno: 21 marzo 2012

21 marzo 2012 0

Il Generale Orlando visita le Compagnie Carabinieri di Formia e Gaeta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Questa mattina il Comandante Interregionale Carabinieri “PODGORA”, Generale di Corpo d’Armata Stefano ORLANDO, ha fatto visita alle dipendenti Compagnie Carabinieri di Formia e Gaeta, ove si è intrattenuto con i rispettivi Ufficiali, tutti i Comandanti di Stazione e i militari degli organi di rappresentanza che prestano servizio presso i predetti comandi. L’alto Ufficiale, a cui i Comandanti di Compagnia hanno illustrato le varie problematiche del territorio attraverso un articolato briefing, si è complimentato per l’attività svolta e i risultati conseguiti nella diuturna lotta alla criminalità, portata avanti anche in condizioni logistiche non particolarmente adeguate come nel caso della Compagnia di Gaeta. Nella circostanza, il Generale Orlando non ha mancato di portare i saluti del Comandante Generale.

21 marzo 2012 0

20mila articoli contraffati e materiale pericoloso sequestrati dalla Guardia di Finanza a Montesilvano

Di admin

La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 20.000 articoli con marchi contraffatti in un negozio in pieno centro a Montesilvano (PE). L’esposizione in vetrina di articoli venduti ad un prezzo enormemente inferiore rispetto a quello di mercato, ha destato la curiosità investigativa delle Fiamme Gialle e, così, scattava il blitz. All’interno dell’esercizio commerciale sono stati rinvenuti stickers in blister di plastica contraffatti riproducenti personaggi di cartoni animati, riconducibili a marchi di varie case produttrici, regolarmente registrati e tutelati. L’attenzione dei finanzieri del Nucleo di polizia tributaria si è concentrata anche su una serie di importazioni di manufatti provenienti dalla Repubblica popolare cinese con marcatura “CE”, di conformità sulla sicurezza, contraffatta. Tra i prodotti sottoposti a sequestro vi sono, infatti, anche radioline, caricabatterie, adattatori per I-Phone, torce e materiale elettrico di vario genere che saranno ora sottoposti ad accurato esame peritale disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pescara, per accertare se siano in possesso degli standards qualitativi minimi per essere immessi in commercio senza ledere la salute degli ignari acquirenti. Il responsabile, un quarantaquattrenne di nazionalità cinese residente nella Provincia di Pescara, è stato denunciato alla magistratura per vendita di prodotti contraffatti, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare eventuali responsabilità di altre persone. Nei confronti dell’uomo saranno, altresì, avviati i previsti accertamenti tributari per verificare anche eventuali illeciti di carattere fiscale. L’attività è il frutto di un’ intensificazione del controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pescara a tutela dei cittadini e degli operatori del settore che, rispettando la normativa disciplinante la materia, garantiscono standards qualitativi e provenienza della merce.

21 marzo 2012 0

Duplice omicidio di Barletta, le donne uccise a colpi di padella e soffocate

Di admin

Sono state prima tramortite a colpi di padella in faccia, poi soffocate. L’esito dell’autopsia svolta ieri sui corpi della 62enne Maria Diviccaro e della 65enne Maria Strafile uccise il 15 marzo a Barletta e trovate morte nell’appartamento di via Brescia ha dato esiti raccapriccianti. Le ferite sui volti delle due donne sarebbero compatibili con un corpo piatto, proprio come una padella; mentre la Diviccaro sarebbe stata soffocata con un cuscinoi, la sua amica e badante è stata soffocata con una maglietta che le è stata infilata ijn bocca per toglierle il respiro. Al momeno non ci sono indagati. Il parente della Diviccaro sospettato per via dei continui litigi su proprietà ereditate ha un alibi di ferro. Si aspetta l’esito delle indagini di polizia scientifica. I carabinieri della compagnia di Barletta, infatti, comandate dal capitano Marco Vatore, anno ascoltato i vicini di casa e i parenti delle vittime ma le speranze sono riposte sui rilievi delle impronte digitali e sull’esame di una traccia organica che permetterebbe di arrivare al dna dell’assassino. Oggi, nella chiesa dei Monaci, a poche centinaia di metri dal luogo dell’assassinio, si sono svolti i funerali ad entrambe le donne. Ha partecipato una folla commossa che si è stretta al dolore dei familiari. Ermanno Amedei

21 marzo 2012 0

Terremoti, scossa di magnitudo 2.5 a Sora

Di admin

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.5 è stata registrata dai sismografi della rete nazionale dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia alle 18.59 nel distretto sismico Zona Cassino. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Alvito (Fr), Broccostella (Fr), Campoli Appennino (Fr), Casalvieri (Fr), Fontechiari (Fr), Pescosolido (Fr), Posta Fibreno (Fr), Sora (Fr), Vicalvi (Fr). Non risultano danni a cose o persone.

21 marzo 2012 0

Montecassino, Abbruzzese: “Terra di San Benedetto Capitale della spiritualità europea”

Di admin

“Oggi Cassino rappresenta la Capitale spirituale d’Europa. Da questa città parte un messaggio di speranza e di fratellanza. Questi sono pilastri fondamentali per costruire la nostra società e l’unità europea”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, partecipando all’Abbazia di Montecassino alle celebrazioni in onore di San Benedetto, Patrono d’Europa.

“Quello di San Benedetto – ha aggiunto Abbruzzese – è un messaggio di alto spessore culturale e valoriale, particolarmente significativo e attuale. Siamo partiti da Malta non più di un mese fa ed è lì che abbiamo acceso la Fiaccola per trasmettere un messaggio di unità e di pace. L’Abbazia di Montecassino ha rappresentato in passato e continua a rappresentare il luogo più appropriato dal quale far partire quel richiamo al dialogo tra i popoli, tanto necessario per non esasperare conflitti e guerre che creerebbero ripercussioni inevitabili sulla società civile.

Mi auguro – ha concluso Abbruzzese – che tutti facciano tesoro di questi segnali che da Montecassino si estendono al mondo intero”.

Tra i presenti alla cerimonia il presidente del Pontificio consiglio della Cultura, cardinale Gianfranco Ravasi, il padre abate di Montecassino, dom Pietro Vittorelli, il ministro del Turismo Piero Gnudi, l’assessore regionale Fabio Armeni, il presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli, e l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Al termine della funzione, Abbruzzese, Gnudi, Vittorelli e Ravasi hanno visitato il museo dell’Abbazia che ospita quadri, paramenti liturgici e diverse altre opere d’arte.

21 marzo 2012 0

Studentessa universitaria tenta di suicidarsi, salvata dalla Polstrada sulla A1

Di redazionecassino1

E’ successo lo scorso pomeriggio alle pattuglie in servizio alla sottosezione polizia stradale di Cassino A1.  Una  giovane studentessa universitaria, di origini calabresi, dopo aver  tentato l’insano gesto di gettarsi da un palazzo di Roma,  si metteva in viaggio in autostrada in direzione sud per raggiungere la casa natia in Calabria, ove era intenzionata a reiterare il tentativo. Intercettata  e fermata al km.681 sud dalle pattuglie  in quel momento in servizio,  la ragazza calmata e ricondotta alla ragione, è stata accompagnata in ufficio.  Nel frattempo sono stati contattati i familiari  che giunti sul posto, hanno preso in consegna la giovane.

21 marzo 2012 0

Badante ruba 850 euro con il bancomat di un ottantenne, incastrata dalla videosorveglianza, arrestata dalla Polizia

Di redazionecassino1

Nonostante la veneranda età di ottantotto anni, un  arzillo anziano, residente nel capoluogo, pochi giorni fa si avvede che dal suo conto postale sono stati effettuati prelievi che lui disconosce. L’uomo, pensando che la sua carta bancomat fosse stata clonata, si reca negli Uffici della Questura per sporgere denuncia contro ignoti. Gli investigatori, dopo aver riscontrato che l’ottantottenne vive da solo e che è l’unico ad avere accesso alla carta di credito è lui, concentrano le indagini sulle postazioni bancomat da dove sono stati effettuati i quattro prelievi per un ammontare complessivo di  850,00 euro.

La visione delle riprese del sistema di videosorveglianza delle banche, permette di rilevare che ad effettuare i prelievi, negli orari risultanti dalla stampa dei movimenti del conto, è sempre una donna di mezza età. A quel punto i sospetti si concentrano sull’unica persona che potrebbe avere accesso al portafogli dell’uomo nel quale custodisce la carta di credito: la sua badante  che, in virtù dei servizi prestati, passa molto tempo nell’abitazione dell’uomo. La donna, convocata negli uffici di polizia, messa di fronte all’evidenza dei fatti dai poliziotti crolla ed ammette le proprie responsabilità. L’infedele badante dovrà rispondere del reato di furto nonché di indebito utilizzo di carta bancomat aggravato dall’aver profittato di circostanze di tempo e di luogo e persona, anche in riferimento all’età, tali da ostacolarne la difesa.

 

 

21 marzo 2012 0

Basket giovanili: Scuba Frosinone vincono Under 14 e 17, sconfitta l’Under 15

Di redazionecassino1

Under 17  Elite 96/97 – Girone unico

Meritata vittoria dell’Under 17 Elite contro la squadra del Basket Velletri. Nell’anticipo della 3° giornata di ritorno, infatti, i giovani scubini sono passati con il punteggio di 80-62, superando una diretta concorrente nelle zone basse della classifica. Primo quarto ben giocato da entrambi i roster,  con la squadra ospite che va all’intervallo in vantaggio di 4 lunghezze. Nel secondo quarto la squadra di Chieruzzi tenta l’allungo e grazie ad una miglior condizione atletica e sotto la brillante regia di Corsi va all’intervallo lungo in vantaggio di 5 punti. Negli altri due quarti la musica non cambia.  E’ sempre la Scuba, infatti,  a dettare i ritmi della partita, con i ragazzi di Velletri ad inseguire. Si arriva così alla fine dell’incontro con il meritato 80-62 finale a favore dei frusinati. La prossima giornata, la quarta di ritorno, vedrà impegnata la Scuba a San Cesareo.  Questi i tabellini e i parziali dell’ultimo match giocato:

Virtus Frusino: Coccarelli  5, Cappadozzi  8,  Spaziani  27,  Porretta  15, Corsi  11, Mammone  4, Verdecchia 2, Matera  8. Coach: Chieruzzi

Parziali: 14-18, 37-32, 59-50,  80-62.

Under 15 Ecc – Girone Unico

E’ stato un weekend negativo per la formazione Under 15 Eccellenza, che nella gara valida per la nona giornata di ritorno, è stata superata a Roma dall’Eurobasket con il punteggio di 93-45. Troppa la differenza in campo tra due squadre partite con ambizioni completamente diverse. Di positivo, comunque, per i ragazzi di Chieruzzi,  che hanno lottato fino alla fine, dopo che il match era comunque già indirizzato dopo il primo quarto, concluso sul 24-8. Per i giovani scubini una occasione per fare esperienza contro una società come l’Eurobasket che fa del settore giovanile una delle sua attività principali. A questo punto per la Scuba l’obiettivo per questo finale di stagione è fare bella figura nelle ultime due partite che rimangono da giocare, nel prossimo weekend contro l’Anguillara a Frosinone, e, nel fine settimana a cavallo tra la fine di marzo e l’inizio di aprile, nel derby contro l’Anagni Basket. Questi i tabellini e i parziali del match giocato nei giorni scorsi a Roma:

Eurobasket: Tomassini 8, Grifoni Lor, 2, Grifoni Leo. 2, Romeo 22, De Berardinis 7, Pietrelli 3, Cimino 8, D’Ortenzi 12, Accurso 1, Sannino 12, De Marzi 12, Pirino 5. Coach: Briscese Scuba Frosinone: Fracasssa 4, Pondri, Ceccarelli 1, Corsi 4, Bussiglieri 15, Giugliano 6, Alteri 7, Matera 2. Coach: Chieruzzi

Parziali: 24-8, 17-11, 36-13, 16-13

 

 Under 14 – Fase finale – Girone 1

Ha preso il via nei giorni scorsi la seconda fase del torneo Under 14, con la Scuba Frosinone inserita nel girone 1 in compagnia di Algarve, Eurobasket, San Nilo, Basket Palocco e Asso Sport Latina. Nella prima giornata i frusinati erano impegnati sul campo del San Nilo, ed è arrivata una vittoria convincente con il punteggio di 65-98. Un ottimo inizio, dunque, per i ragazzi di Chieruzzi, che nella sfida contro il San Nilo, dopo un prima fase equilibrata, hanno allungato nel secondo quarto ipotecando la vittoria finale. Nel secondo tempo, poi, i padroni di casa hanno tentato di rientrare, ma la Scuba ha retto senza grossi problemi. La seconda giornata del prossimo weekend, prevede la sfida casalinga contro il Basket Palocco. Questi i tabellini e i parziali dell’ultimo match giocato dalla Under 14 della Scuba:

 

San Nilo: Brunetti, Cassaneti 8, Temperini 2, Shafik, Balboni 13, Tulli 7, Cocchi 21, Fortunato 12, Valentini 2, Risi, Navarra. Coach: Busti S

Scuba Frosinone: Scerrato, Fracassa 19, Andrei, Toti 2, Campoli, Pondri 7, Pagliarella 4, Ceccarelli 14, Bussiglieri 20, Giuliano 23, Grazzini 9, Santangeli.

Coach:  Chieruzzi

Parziali 18/21, 10/34, 14/17, 23/26

21 marzo 2012 0

Disabilità: Barriere architettoniche, il Tribunale di Roma condanna il Comune a risarcire il danno

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Ha fatto discutere, e non poco la sentenza del Tribunale di Roma che ha condannato l’amministrazione capitolina al pagamento di cinquemila euro di danni non patrimoniali nei confronti di un cittadino costretto sulla sedia a rotelle e l’ha obbligata all’eliminazione delle barriere architettoniche con la messa a norma dei marciapiedi alle fermate del bus nel centro di Roma entro un anno.

La decisione rubricata con numero 4929/12 e pubblicata l’8 marzo scorso ha riconosciuto la condotta discriminatoria ai danni di un disabile, dirigente di un’associazione che tutela le persone con seri problemi di salute e mobilità.

Con la legge 67/2006, infatti, è stata introdotta un’azione ad hoc contro le discriminazioni a disposizione del portatore di handicap, che per tali ragioni non risulta titolare di un mero interesse alla corretta azione amministrativa da parte degli enti. A nulla è valsa, quindi, l’eccezione del comune che aveva contestato la giurisdizione del giudice ordinario in favore di quella dei magistrati amministrativi e la legittimazione dell’associazione.

A tal proposito, corrobora l’assunto preso dal tribunale in materia di giurisdizione del giudice ordinario, l’articolo 44 della d.lgs 286/98 che disciplina l’azione civile contro le discriminazioni a danno degli immigrati.

Secondo il giudicante l’ordinamento è, infatti, portatore di uno strumento per reagire agli ingiusti svantaggi che è costretto a patire al portatore di handicap e la delega all’associazione ha assoluta validità ai fini della legittimazione attiva in giudizio.

È pacifico, che le barriere architettoniche alla fermata dell’autobus rappresentino un serio ostacolo per chi è costretto sulla carrozzella se mancano delle apposite pedane sui marciapiedi.

Nella fattispecie, poi, l’amministrazione, non nega che il problema esista. Per tali ragioni la discriminazione del disabile rispetto agli altri utenti del trasporto pubblico locale è pressoché palese. Clamorosa e soddisfacente per tutta la cittadinanza è la condanna che riesce ad ottenere il “coraggioso” attore nei confronti dell’amministrazione dell’Urbe che dovrà realizzare nel ragionevole tempo di un anno, un piano di messa a norma su tutte le linee di trasporto utilizzate abitualmente dal cittadino. A ciò è conseguito anche il risarcimento del danno non patrimoniale che va a compensare il fatto oggettivo di aver subito limitazioni alla libertà di circolazione più che il danno morale soggettivo, che pure in astratto non sarebbe da escludere.

Inoltre, la sentenza dovrà essere pubblicata su di un quotidiano della Capitale a cura del Comune, che è stato condannato anche alle spese di giudizio.

Alla luce di tale importante precedente, Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti“, fa sapere che l’associazione è pronta ad avviare azioni su tutto il territorio nazionale contro questo tipo di discriminazioni al fine di tentare un ambizioso piano di eliminazione di tali odiose barriere architettoniche a partire dalle singole realtà comunali.

21 marzo 2012 0

Si finge capitano della Finanza per circuire ragazze e organizzare truffe “matrimoniali”

Di admin

Evidentemente non era riuscito ad arruolarsi nella Guardia di Finanza, il falso capitano che, con la sua fittizia identità, ha truffato oltre 260 persone, tra cui ragazze in cerca di un fidanzato ed i responsabili religiosi e di associazioni di volontariato, ingannati con la falsa promessa di contribuire alla costruzione di una nuova parrocchia o partecipare alla raccolta di denaro a favore della lotta alla leucemia. Con la complicità della madre e di due suoi amici, grazie alle foto in divisa pubblicate sui più importanti siti social network, attirava giovani ragazze, anche minorenni, alle quali, dopo una prima conoscenza ed il fidanzamento, proponeva il matrimonio scomparendo nel nulla e truffandole dei soldi necessari ad organizzare le nozze. Grazie alla sua falsa identità, il truffatore frequentava locali notturni alla moda e ristoranti e, attraverso promesse di favori e l’utilizzo di un tesserino falso, circuiva i proprietari convincendoli a rimandare il pagamento dei conti. Tutte marachelle scoperte dalla Guqardia di Finanza di Caserta comandata dal (vero) capitano Salvatore Tramis. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno permesso di arrestare il falso appartenente al Corpo e denunciare i suoi tre complici.