Giorno: 23 marzo 2012

23 marzo 2012 0

Pietroluongo: “La fermezza delle nostre posizioni non è in linea con quanto si discuterà nel convegno del 29”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Apprendo da un manifesto affisso in questi giorni in città del convegno che avrà luogo il prossimo 29 marzo alle ore 15.30 presso l’aula magna del campus Folcara della locale Università degli Studi. Un appuntamento organizzato dalla sezione locale del Genio Civile della Regione Lazio e dalla Università degli Studi di Cassino, nonché, come appare sempre dai manifesti, dagli ordini provinciali degli architetti e degli ingegneri. Il convegno verterà sull’illustrazione del nuovo regolamento regionale sullo snellimento delle procedure delle zone sismiche, di cui alla recente normativa regionale, nonché ‘il monitoraggio dei lavori pubblici della Regione Lazio’. Leggendo il programma dell’appuntamento, ho appreso con stupore che ad eccezione del saluto del Sindaco di Cassino, non era previsto tra interventi e tantomeno la presenza fisica di alcun esponente dell’assessorato competente di questa città. Una scelta particolare dal momento che comunque, come si può apprendere dai manifesti stessi, il convegno annovera tra i presenti, autorevoli esponenti del territorio che non appaiono funzionalmente competenti su quanto verrà discusso. Evidentemente la fermezza delle posizioni espresse in questi mesi, in particolare in un settore come quello dei lavori pubblici molto delicato per l’intera macchina amministrativa, è forse non in linea con quanto si andrà a discutere nel convegno in programma giovedì prossimo. A questo punto, però, sarei grato se al termine dei lavori i convegnisti avranno la grazia di aggiornarci sullo stato del monitoraggio dei lavori pubblici della nostra Regione. Ciò anche, ad esempio, in relazione alle annose questioni che affliggono purtroppo la viabilità proprio della zona Folcara, per le quali, tengo a ribadire, il settore lavori pubblici del Comune di Cassino si sta adoperando, anche solo progettualmente, per venire a capo di una situazione che certo non è imputabile a questa Amministrazione. Senza dimenticare poi, i lavori che si intenderebbero fare proprio per il campus Folcara, in modo da renderlo aperto alle esigenze degli studenti che lo raggiungono, ma anche della città che gradirebbe un dialogo aperto con la stessa Università. Senza dimenticare ancora il sistema scolastico retrostante che, a nostro avviso, costituisce un bacino intellettuale e fisico di elezione della stessa Università. Saremmo altresì grati se gli autorevoli esponenti istituzionali presenti quel giorno, vorranno aggiornarci sullo stato dell’arte delle numerose richieste di finanziamento avanzate da questo Comune, afferenti, naturalmente, opere necessarie al completamento di strutture calate da anni sul territorio, senza le necessarie infrastrutture complementari alle stesse. Dico questo senza alcuna vena polemica e personale, ma solo per avere finalmente quelle risposte e quelle informazioni su progetti ed attività mirati al bene della nostra città.” A riferirlo l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Cassino Antimo Pietroluongo.

23 marzo 2012 0

Lo sciopero delle bisarche blocca la Fiat di Cassino, 16mila auto nel piazzale

Di admin

La Fiat di Cassino affoga sotto la propria produzione. Sono 16mila le vetture assemblate nello stabilimento automobilistico che riempiono non solo il piazzale, ma anche gli spazi della struttura sportiva e i viali interni allo stabilimento. Dal 20 febbraio i bisarchisti sono in sciopero perché il Governo non accetta di incontrarli per discutere delle difficili situazioni aziendali. Da quattro giorni lo stabilimento cassinate, così come tutti gli altri stabilimenti Fiat d’Italia, è fermo. Le auto escono dal perimetro aziendale solo attraverso i treni che costituiscono una piccola parte del trasporto, e su venti bisarche al giorno, di proprietà aziende interne al gruppo Fiat che non aderiscono allo sciopero. In tutto, quotidianamente, uscivano dal piazzale circa 150 bisarche al giorno. (Nota per le redazioni – Le foto in vendita su http://foto.ilpuntoamezzogiorno.it)

Ermanno Amedei

23 marzo 2012 0

Incendi boschivi, canadair ed elicotteri in azione su 17 roghi

Di admin

Per il terzo giorno consecutivo, picco di richieste per la Flotta Aerea dello Stato per contrastare gli incendi che stanno interessando le regioni centro-meridionali del Paese, favoriti dalle condizioni meteo-climatiche. Da questa mattina, i Canadair e gli elicotteri coordinati dal Servizio di Coordinamento Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale sono intervenuti a supporto delle squadre di terra su 17 roghi. Erano rispettivamente 22 e 23 i roghi che ieri e l’altro ieri hanno visto l’intervento dei velivoli anti-incendio boschivo. Si tratta di un dato assolutamente al di sopra della media stagionale, se si considera che sono 83 le richieste di concorso aereo pervenute da lunedì 19 ad oggi, a fronte delle sole 9 richieste registrate nell’intero mese di marzo 2011, e delle 11 registrate nel marzo 2010.

Per quanto riguarda la giornata di oggi, è dalla Campania che è giunto il maggior numero di richieste di intervento, 8 in totale; quattro e tre rispettivamente le richieste pervenute dal Lazio e dalla Calabria, mentre un intervento è stato richiesto dal Molise e uno dalla Basilicata.

23 marzo 2012 1

Scherma C2: gli atleti del CUS sul podio ai Campionati Italiani

Di redazionecassino1

Brillano le ragazze del Cus Cassino nei campionati italiani di scherma di serie C2, che si sono svolti nei giorni scorsi a Montecatini Terme. La compagine di Aldo Terranova conquista il podio grazie ad una splendida perfomances della caposquadra Marta Zapparato. Meno entusiasmante il risultato finale della squadra maschile, anche se gli atleti Renato Nunziata, Valerio Massaro e Ugo Sacchetti non hanno risparmiato impegno e passione. Per i ragazzi del Cus non scatta però la qualificazione, mentre le ragazze di Aldo Terranova si sono aggiudicate il terzo posto ed hanno brillato per le ottime prestazioni. In particolare si è distinta la caposquadra Marta Zapparato, buone anche le prestazioni di Francesca Iovine e Sara Canale. Due vittorie su quattro incontri per le ragazze del centro universitario sportivo cassinate. Dopo essersi imposte nel girone, hanno  battuto 45 a 37 la società dilettantesca scherma Frosinone e si sono dovute arrendere solo all’Accademia della scherma di Livorno, dunque niente finale e niente promozione in C1, ma nella finale per il terzo e quarto posto la compagine di Aldo Terranova ha guadagnato il podio con una prestazione da applausi che ha riscosso una standing ovation da parte di tutta la platea: battuta 45 a 40 l’Accademia romana di scherma. Più che soddisfatto si dice il responsabile del Cus Cassino Scherma Aldo Terranova (nella foto con i suoi allievi) che evidenzia anche le ottime prestazioni registrate nelle categorie under 14 e under 17. Sempre nei giorni scorsi, infatti, si è svolto a Lissone il terzo trofeo di Provincia di Monza e Brianza. Nel memorial “Maestro Davidde”, maratona internazionale di scherma, gli atleti del Cus hanno guadagnato un quinto posto nella gara individuale con Lucrezia Marandola, già due volte campionessa regionale di scherma e un secondo posto nella gara a squadre miste, allievi e ragazzi. Anche in questo caso Terranova sottolinea tutta la sua soddisfazione per i risultati raggiunti dai suoi atleti e ricorda i prossimi appuntamenti in programma: martedì alle ore 16 – nell’aula magna del Campus Folcara, alla presenza del rettore Attaianese – ci sarà la presentazione  dei campionati italiani di scherma under 23 che si svolgeranno il 13, 14 e 15 aprile al palasport di Cervaro.

23 marzo 2012 0

Ruba l’identità ad un pericoloso latitante, bloccato dalla Polizia

Di admin

Questa volta è andata male alla coppia, lui cinquantanovenne romano le ventisettenne rumena, che per evitare il pagamento degli alberghi in cui pernottavano utilizzavano documenti contraffatti.

Grazie al sistema di controllo della Polizia di Stato sulle schede alloggiati è stato possibile interrompere il singolare sistema messo in atto dalla coppia.

Erano circa le ore 14.00 di ieri quando i poliziotti dell’ufficio Volanti della Questura di Frosinone verificano la presenza in un albergo di Anagni di un latitante che avrebbe dovuto scontare ancora due anni e 10 mesi di reclusione per un mandato di cattura pendente a suo carico per l’accoltellamento di un giovane.

Subito viene attivato un servizio di ricerca da parte del personale delle Volanti e della Squadra mobile presso l’albergo dove è stata segnalata la presenza del pericoloso latitante.

Dai primi accertamenti presso la struttura ricettiva è emerso che l’uomo aveva pernottato la notte precedente, con prenotazione anche per quella successiva, avendo però già da diverse ore lasciato la stanza.

Gli agenti proseguono l’attività fino all’arrivo dei due, sopraggiunti a bordo di una BMW Classe 5.

Avvicinati dai poliziotti vengono invitati ad esibire i documenti. La donna con evidente accento straniero presenta un documento italiano che desta forti perplessità. L’uomo invece una patente ed una tessera sanitaria intestata al pericoloso latitante.

Viene allora eseguita una perquisizione sull’uomo che portava con sé altri documenti.

Gli immediati accertamenti hanno consentito di verificare che l’uomo romano aveva sottratto la patente e la tessera sanitaria al ricercato incontrato in ospedale apponendo sugli stessi la propria fotografia.

Il cinquantanovenne ha dichiarato successivamente di aver rubato i documenti alla sua vittima perché riteneva fosse una persona per bene.

I due sono stati denunciati per ricettazione, sostituzione di persona, uso di atto falso, insolvenza fraudolenta, mentre la donna anche per porto abusivo di armi e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere poiché aveva con sé tre coltelli, di cui uno a scatto e due a serramanico.

Il romano annovera tra l’altro a suo carico numerosi precedenti penali tra cui, oltre a quelli specifici, altri per associazione a delinquere ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, truffa, riciclaggio, e precedenti specifici.

Le indagini condotte dagli investigatori sul vero ricercato hanno consentito di accertare che l’uomo è deceduto a ottobre del 2011.

23 marzo 2012 0

Domani il 32esimo anniversario dell’assassinio di Mons. Oscar Romero

Di admin

Ricorre domani il trentaduesimo anniversario del barbaro assassinio di Mons Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador, capitale del piccolo stato centroamericano di El Salvador. L’Uomo di Chiesa si batteva in prima persona per i Diritti Umani e la Libertà contro la dittatura che opprimeva il proprio Paese, soprattutto in difesa dei più poveri e dei diseredati. Per questi motivi, domenica 24 marzo 1980, mentre celebrava la Santa Messa nella Cattedrale della capitale, venne raggiunto dai colpi d’arma da fuoco del suo carnefice. Nel 1997 è stata aperta una causa di beatificazione. Ritengo pertanto doveroso ricordare questo martire che in forma assolutamente silenziosa ha testimoniato con la propria vita il suo impegno contro tutte le oppressioni. Salvatore Scino Vicepresidente del Consiglio Comunale di Firenze

23 marzo 2012 0

Petrarcone: “Progetto Comenius un’opportunità importante per la città e per l’intero territorio”

Di redazionecassino1

“Progetto Comenius è un’iniziativa di grande valore per tutto il nostro territorio e per questo ringrazio la Preside, dell’Ipsia di Cassino, professoressa Guarrera, per aver portato nella nostra città studenti di varie nazioni Europee come Polonia, Grecia, Turchia, Portogallo. Voglio, inoltre ricordare, che il nostro rapporto con la Polonia è molto radicato visto che il Comune di Cassino è gemellato con le città di Tychy, Zamosc e Kolbuszowa. Credo che non ci sia circostanza migliore di quella di oggi per sottolineare quanto questa Amministrazione sia particolarmente sensibile ai temi delle politiche giovanili ed incoraggi ogni iniziativa che coinvolge i giovani. Sono fortemente convinto che, sia a livello nazionale che europeo, abbiamo bisogno di nuove idee, di nuove energie e gli scambi culturali hanno proprio questa finalità: condividere esperienze e culture diverse attraverso la conoscenza dell’altro. Il mondo sta cambiando ed è fondamentale che ci si abitui fin da ragazzi ad un scambio interculturale. Soprattutto i giovani devono entrare nell’ottica di idee che per realizzarsi sia nella vita privata che professionale devono essere disposti ad uscire di casa, perché i tempi sono cambiati e trovare il posto di lavoro sotto casa, come avveniva in passato, è sempre più difficile. La meritocrazia, nonostante soprattutto da noi in Italia non è riconosciuta fino in fondo, è una delle poche strade da seguire per uscire in maniera veloce e solida da questo momento di crisi e di recessione. Per queste ragioni, mi auguro che i ragazzi, a partire da quelli qui presenti oggi, possano realizzare i propri sogni, con la speranza che siano sogni ambiziosi, non tanto dal punto di vista personalistico, ma per lo sviluppo di una società migliore. In Conclusione rivolgo alle delegazioni di studenti e professori di Grecia, Portogallo, Turchia e Grecia, l’augurio di un felice e divertente soggiorno nella nostra città, certo che anche nei prossimi anni torneranno a farci visita qui a Cassino.” È quanto si legge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

 

                

23 marzo 2012 0

Basket: BPF Basket Cassino ancora a Roma, ma per vincere

Di redazionecassino1

Ultima chiamata per non farsi riprendere dagli inseguitori agguerriti, dopo la trasferta sul parquet dell’Eurobasket dove i nostri si sono arresi ad avversari più determinati, la truppa di Raffaele Porfidia sale di nuovo nella capitale per affrontare la Sam Basket assetata di punti in ottica salvezza. L’ex di turno Andrea Benincasa con i compagni hanno a disposizione questa partita per rimanere aggrappati al treno salvezza, toccherà ad i nostri ragazzi scrivere le sorti di questa formazione nel bene o nel male, una nostra vittoria metterebbe forse fine alle speranze di salvezza dei romani e al tempo stesso farebbe tornare il sorriso nella nostra società dopo le brutte sensazioni dell’ennesima sconfitta esterna dell’ultimo turno. I nostri ragazzi consci delle proprie possibilità dovranno dare il massimo per portare a casa questa vittoria e continuare nella corsa ai play-off, forza fateci vedere la vostra forza. Ricordiamo che i tifosi potranno ascoltare la radiocronaca integrale della partita sulle frequenze di RADIO CASSINO STEREO e sul sito www.radiocassinostereo.it  dalle ore 17.55 di Domenica 25 marzo con le voci di Max Marzilli da Roma e di Alfonso Salzano dallo studio.

Tutto da rifare? Quasi. Sarà la trasferta, sarà la lontananza dal proprio pubblico e dal proprio parquet, ma Canzano e compagni non riescono ad essere contemporaneamente vincenti e distanti dal palazzetto di Via Appia Nuova. Nel recupero della quinta giornata, il Cassino si è inchinato all’Eurobasket, perdendo per 71 a 59 contro una diretta concorrente in ottica play-off. Tuttavia, i cassinati sono riusciti a mantenere la differenza canestri, però a preoccupare è stata la prestazione al di sotto delle proprie potenzialità, in particolare offensive. I 59 punti fatti segnare a referto sono la riprova di una classica giornata “no” al tiro, coincisa con quella “da ricordare” per i romani. Ironia della sorte per i cassinati, il prossimo impegno da calendario li porterà ancora lontani dalle mura amiche, ovvero in quel della Sam Roma. La formazione di coach Castellano è quart’ultima in classifica, piena zona playout. Il discorso salvezza per i romani sembra essersi complicato soprattutto nelle ultime giornate. Nel turno scorso casalingo, i biancocelesti hanno potuto fare poco contro la super corazzata Contigliano, lanciata ormai verso la seconda piazza. L’ultimo ad arrendersi è stato l’ex cassinate Andrea Benincasa, che mostra ogni giornata le sue indubbie qualità cestistiche. In casa Cassino, invece, il team ha disputato un amichevole infrasettimanale sul “neutro” di Atina con Isernia(C2), dove al termine il coach Raffale Porfidia si è espresso così: “Sono soddisfatto della gara dei ragazzi, abbiamo provato diverse soluzioni sia in attacco che in difesa. Contro la Sam, sarà importante imprimere il nostro ritmo, e superare i nostri limiti globali più che individuali”. All’andata, la formazione del presidente Pagano s’impose per 96 a 71, in un match senza storia. L’augurio è che i biancorossi riescano di nuovo a fornire una performance rilevante, che porti il gruppo in auge e così consolidare la settima posizione, ma si ha il sentore che a fare la differenza in questa tipologia di partite siano le motivazioni e non solo le qualità tecniche. Gioco, forza e determinazione sono caratteristiche innate della compagine cassinate, ma domenica servirà qualcosa di più.

Alfonso Salzano

23 marzo 2012 0

Fotocopie selvagge, violati i diritti S.I.A.E la Guardia di Finanza sequestra circa 400 testi

Di admin

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta, nel corso di un’operazione in materia di tutela dei diritti d’autore, per contrastare l’ormai dilagante fenomeno della riprografia di testi, in particolare universitari, ha sottoposto a sequestro circa 400 volumi e una fotocopiatrice presso alcune cartolibrerie di Caserta e Santa Maria Capua Vetere. L’intervento, condotto in collaborazione con funzionari della Società Italiana degli Autori ed Editori della Direzione Generale di Roma e della sede Interregionale di Napoli, è stato eseguito anche tenuto conto che in questo periodo, presso i principali atenei della Provincia, si svolgono sessioni di esame e sedute di laurea. L’attività è stata preceduta da una serie di appostamenti per individuare i luoghi in cui gli studenti si riforniscono di libri universitari. In tal modo, i finanzieri sono riusciti a scoprire tre librerie dove sono stati rinvenuti numerosissimi testi integralmente fotocopiati e pronti per la vendita, abilmente occultati in altri locali all’interno dei negozi. È stato accertato che, rispetto al valore commerciale delle opere originali, oscillante tra gli 80 e i 150 euro, il prezzo praticato per la vendita dei volumi illecitamente riprodotti, sottoposti a sequestro, era di gran lunga inferiore, attestandosi tra i 18 e i 35 euro, a seconda della materia trattata (diritto, economia, ecc.). I rappresentanti legali delle librerie sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, in quanto resisi responsabili di violazioni alle norme in materia di diritto d’autore, avendo fotocopiato testi in misura superiore alla percentuale consentita, pari al 15% dell’opera. La riprografia illegale e la successiva messa in commercio di pubblicazioni scientifiche nonché di libri in genere rappresenta un fenomeno distorsivo del corretto andamento dell’economia di settore, a cui si aggiunge l’evasione fiscale derivante dalla mancata contabilizzazione dei proventi che ne derivano. L’operazione di servizio svolta costituisce un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario esercitato dal Corpo sul territorio, anche per porre freno alla commercializzazione illecita di opere coperte da copyright, in danno delle case editrici e delle librerie.

23 marzo 2012 1

Il labirinto di Alatri continua ad affascinare i ricercatori europei

Di admin

Si allunga l’elenco di studiosi, ricercatori, siti ed istituti scientifici e culturali europei che si stanno interessando all’affresco con il “Cristo nel labirinto” di Alatri. Dopo gli Svedesi (recatisi lo scorso anno nella città ernica per vedere con i propri occhi l’enigmatica opera d’arte), gli inglesi (in particolare il massimo esperto mondiale di labirinti, Jeff Saward), la scrittrice australiana Virginia Westbury, ora è la volta dei tedeschi con il ricercatore ed archeologo tedesco di Wurzburg, Erwin Reißmann . Il quale ha inserito sul suo sito (in inglese ed in tedesco) www.mymaze.de, un articolo sull’affresco del “Cristo nel labirinto” di Alatri. Ecco i link: http://www.blog.mymaze.de/2012/03/18/christus-im-labyrinth-das-labyrinth-fresko-von-alatri/ /http://bloggermymaze.wordpress.com/2012/03/04/christus-im-labyrinth-das-labyrinth-fresko-von-alatri/ Christ in the Labyrinth: The Alatri Labyrinth Fresco Di fatto è il secondo sito in lingua tedesca che si occupa dell’enigmatico ed affascinante affresco alatrense. Si tratta del sito http://www.das-labyrinth.at/labyrinth/links.htm#global, della ricercatrice e professoressa viennese Ilse Seifried, dove è possibile cliccare sul link “Christus im labyrinth – Alatri”. Tornando ad Erwin Reißmann, il ricercatore e studioso di labirinti ha pure dichiarato che non appena sarà terminato il restauro dell’affresco di Alatri (e si è complimentato con le autorità competenti per aver stanziato i finanziamenti per i suddetti lavori) vuole organizzare un viaggio-studio ad Alatri con gli appassionati di labirinti che lui hao già accompagnato in giro per l’Europa. Ennesima dimostrazione di come l’affresco con il “Cristo nel labirinto” ( e pure gli altri tesori artistici e monumentali della città ernica e della Ciociaria) possano diventare volano per lo sviluppo economico.