Giorno: 26 marzo 2012

26 marzo 2012 0

Sciopero delle bisarche, la questura di Frosinone mantiene alta la vigilanza

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A distanza di più di un mese dall’inizio dell’agitazione degli autotrasportatori bisarchisti che sta interessando anche la nostra provincia, in particolare modo lo stabilimento della Fiat di Piedimonte San Germano, una puntuale predisposizione dei servizi di ordine pubblico da parte del Questore Giuseppe De Matteis, ha consentito il regolare accesso al predetto sito industriale per coloro che allo sciopero non hanno aderito, garantendo altresì l’ordinaria circolazione stradale per gli automobilisti.

I servizi hanno riguardato non solo lo stabilimento Fiat ma anche la rete autostradale ricadente nella provincia frusinate, nonché tutti quegli obiettivi ritenuti sensibili riguardo allo sciopero.

Al fine di scongiurare episodi di illegalità in danno degli autotrasportatori non aderenti all’agitazione, sono tenuti sotto costante controllo anche i cavalcavia autostradali.

Una pianificazione capillare del personale impiegato nei servizi di ordine pubblico, nei quadranti orari interessati dai possibili disagi conseguenti alla manifestazione ed un intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, ha consentito di contemperare due imprescindibili diritti: la libertà di manifestare e la libera circolazione.

Il regolare svolgimento della perdurante manifestazione è il risultato della professionalità degli uomini messi in campo, non solo poliziotti ma anche personale delle altre forze dell’ordine impiegate.

Un ruolo fondamentale è stato svolto anche dagli uffici info-investigativi che con la loro costante attività di monitoraggio hanno consentito la rimodulazione dei servizi in base alle necessità contingenti.

Proprio al coordinamento delle forze di polizia si deve l’efficace gestione delle criticità scaturite dallo svolgimento dello sciopero.

26 marzo 2012 0

In aumento le malattie professionali. Gli operai non denunciano gli abusi per paura di essere licenziati!

Di admin

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo:

Con la crisi sono in pieno aumento le malattie professionali.

Gli operai non denunciano gli abusi perchè hanno paura di essere licenziati o di non riuscire a trovare un altro posto di lavoro.

Questo spinge sempre più persone ad accettare passivamente di lavorare nell`irregolarità.

Le aziende, dal canto loro, nella speranza di abbattere i costi troppo spesso dimenticano la legge. E così, anche nella provincia di Frosinone, il numero delle malattie professionali aumento, specie fra le donne.

I dati allarmanti sono emersi dal rapporto annuale pubblicato di recente dall`Inail e dell`Ufficio Provinciale del Lavoro.

Infatti si evince che le malattie professionali sono cresciute in maniera preoccupante.

In particolare aumentano le patologie osteo-articolari e muscolo-tendinee, ipoacusia da rumore, malattie respiratorie e tumori.

Alla luce di tutto ciò, per sensibilizzare lavoratori e imprenditori l`A.S.La COBAS invita l’Ispettorato del Lavoro di Frosinone e l’A.S.L. a fare maggiore prevenzione con piu’ controlli sui luoghi di lavoro.

Per prevenire c’è bisogno della collaborazione di tutti, anche dei sindacati.

Noi ci impegneremo a fare piu’ assemblee informative sui luoghi di lavoro per sensibilizzare i Lavoratori e Le lavoratrici.

La mancata prevenzione, procura al lavoratore e alla sua famiglia incalcolabili sofferenze oltre ha dei costi legati alle cure mediche, alla degenza ospedaliera e agli indennizzi.

E’ ORA DI DIRE BASTA! LA CRISI ECONOMICA NON PUO’ SCIVOLARE SULLA PELLE DEI LAVORATORI!

A.S.La COBAS FROSINONE

26 marzo 2012 0

Presentata la prima edizione della “Casinum Passio Christi”. Sabato 31 marzo e domenica 1° aprile

Di redazionecassino1

Uno scenario suggestivo e tra i più belli in provincia quello che ha visto la presentazione della prima edizione della “Casinum Passio Christi” nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte, oltre al Sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone e l’assessore alla cultura, Danilo Grossi, diversi esponenti civili e religiosi impegnati nell’organizzazione dell’evento che avrà luogo nelle giornate di sabato 31 marzo e domenica 1 aprile. “Siamo felici – ha sottolineato il Sindaco – di poter realizzare nella nostra città un’altra prima edizione. Sono ormai diverse le manifestazioni a cui, soprattutto in ambito culturale, abbiamo dato vita da quando siamo in carica, ognuna delle quali mirata alla riscoperta dei tesori della nostra Cassino sia per i cassinati che per tutti coloro intendano recarsi in visita nella nostra città.” Della stessa opinione il primo protagonista di numerose prime edizioni, l’assessore alla cultura del Comune di Cassino Danilo Grossi: “Abbiamo voluto fortemente, anche con investimenti consistenti, questa manifestazione che avrà una cornice meravigliosa, unica per bellezza nell’intera provincia di Frosinone. Soprattutto abbiamo lavorato per offrire all’intera cittadinanza una manifestazione con un programma suddiviso in due giornate, rendendo l’iniziativa unica nel suo genere ed in grado di coniugare sia l’aspetto prettamente religioso che quello turistico. La prima giornata, sabato 31 marzo, sarà interamente dedicata alla riscoperta dell’antica Cassino, attraverso l’esibizione della Legio XIV che metterà in scena una serie di azioni dimostrative delle tecniche militari di epoca romana e con la presenza di diversi figuranti in costume che rappresenteranno personaggi dello spessore di Ummidia Quadratilla e Marzo Terenzio Varrone. Inoltre, verranno proposti cibi e bevande dell’antica Roma. La seconda giornata, invece, sarà di carattere prettamente religioso e vedrà la rappresentazione di 12 scene, a partire dalla lavanda dei piedi fino a giungere alla resurrezione di Cristo.” Una seconda giornata che vedrà coinvolti i fedeli della parrocchia San Pietro Apostolo, impegnati da diverso tempo nella realizzazione di questa manifestazione, come messo in evidenza da Don Fortunato: “Grazie ad una forte intesa con il Comune di Cassino e la collaborazione di numerose associazioni è stato possibile realizzare una manifestazione di ottimo livello e che trasmetterà, nella giornata di domenica 1 aprile, il messaggio di pace proprio della Santa Pasqua.” È proprio grazie ad un lavoro che ha visto coinvolti, oltre al Comune, associazioni e dipendenti del Museo Archeologico Nazionale, che è stato possibile realizzare un programma così vasto in una manifestazione che contribuisce fortemente al rilancio del patrimonio della città di Cassino. “La scelta di portare manifestazioni di questo genere – ha messo in evidenza il responsabile del Museo Archeologico Tanzilli – è sicuramente una scelta lungimirante e destinata a fare il bene della città. Grazie a manifestazioni di questo tipo, come avvenuto già con il presepe vivente nel periodo natalizio e come avverrà in futuro con altre iniziative già in calendario, la città si riappropria di scenari meravigliosi che per l’occasione, grazie al fondamentale apporto del Comune di Cassino, sono stati ripuliti e riportati alla luce in tutto il loro splendore.” Un concetto espresso anche dal presidente della Pro Loco di Cassino, Andrea Incagnoli, che ha ringraziato l’assessore alla cultura Danilo Grossi per il lavoro svolto e dal responsabile della Legio XIV Cassino Claudio Evangelista: “siamo veramente orgogliosi che, dopo esserci esibiti in diverse città tra cui Roma, finalmente abbiamo l’occasione di portare il nostro lavoro nella nostra città. Un’emozione che aspettavamo da tempo e che, in occasione di questa bellissima manifestazione, potremo condividere con i nostri concittadini.”

 

26 marzo 2012 0

Petrarcone: “Incontro molto proficuo con l’Ater”

Di redazionecassino1

“Questa mattina abbiamo avuto un incontro con i vertici dell’Ater, il presidente Enzo Di Stefano, il direttore generale Giuseppe Tedesco, il membro del cda Tommaso Marrocco, cui ha preso parte anche una nutrita rappresentanza di Consiglieri di maggioranza e l’On. Formisano, nel corso del quale è stato affrontato il problema degli alloggi di edilizia popolare. In particolare sono state esaminate le varie situazioni di emergenza sociale, caratterizzata dalle numerose famiglie che senza titolo occupano gli alloggi, nonché circa le strategie da mettere in atto per favorire la crescita di edilizia agevolata nella nostra città. L’incontro è stato molto costruttivo, tanto è vero che le parti hanno preso atto dell’emergenza abitativa presente sul nostro territorio ed abbiamo elaborato un percorso comune che tenga conto del diritto all’abitazione, nonché del rispetto delle norme di legge. In tal senso, dunque, si procederà ad effettuare un periodo di monitoraggio in cui i due Enti andranno a verificare i vari casi che presentino situazioni di reale disagio sociale ed economico, onde poter trovare una soluzione, restando fermi nell’appurare quelle situazioni in cui c’è l’utilizzo degli alloggi senza una reale motivazione dal punto di vista dell’emergenza sociale. Ciò perché ci sono numerose famiglie in cui sono presenti delle concrete situazioni di difficoltà, accertate anche tramite relazioni elaborate dagli uffici dei servizi sociali del Comune, andando altresì incontro alle legittime aspettative di chi nel rispetto delle norme vigenti attente in graduatoria una risposta alla propria richiesta di alloggio. All’esito della fase di monitoraggio ci sarà un tavolo tecnico dai membri dei due Enti che provvederanno ad elaborare una soluzione adeguata. Circa poi i piani di sviluppo il Comune provvederà a verificare tutta una serie di unità immobiliari che potrebbero essere riadattate ad abitazioni economico popolari, nonché ad elaborare piani di individuazione di aree da destinate a tale uso e a riqualificare quelle esistenti. Questo programma potrà avere una valida risorsa nel piano triennale dell’Ater che avrà inizio dal prossimo mese di giugno. Possiamo, quindi, essere molto soddisfatti dell’incontro di questa mattina, che ha gettato le basi per una collaborazione futura e proficua.” A riferirlo in una nota il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

 

26 marzo 2012 0

La Guardia di Finanza sequestra un immobile, un’autovettura e depositi bancari per un valore complessivo di 500.000,00 euro

Di admin

Nella mattina odierna, le fiamme gialle del comando provinciale della guardia di finanza di Pescara, in esecuzione di un decreto emesso dal locale tribunale, hanno sequestrato beni immobili, beni mobili registrati e disponibilita’ finanziarie per un valore stimato di circa 500.000,00 euro. Il piccolo tesoretto, sottoposto a sequestro, apparteneva ad un esponente della famiglia di etnia rom dei Cirelli, nota per ricoprire un ruolo di rilievo nel traffico di stupefacenti nell’interland pescarese. In particolare, sono stati assoggettati a misure cautelari reali una unità immobiliare, sita nel quartiere di “Rancitelli”, una autovettura Golf tdi, immatricolata nel 2011 e nr. 2 libretti postali su cui era presente una provvista di quasi 120.000,00 euro. I beni sono stati sottratti alla libera disponibilita’ dell’indagato e di un suo familiare, a seguito del provvedimento emesso dal tribunale di Pescara – sezione penale – che ne ha disposto il sequestro preventivo ex art. 321 c.P.P., in vista della successiva confisca obbligatoria, ai sensi dell’art. 12 sexies del decreto legislativo 306/92. Infatti C.A., di anni 23, è risultato privo di autonoma capacità reddituale – non avendo mai presentato dichiarazioni dei redditi o svolto attività lavorativa – per cui il giudice ha ritenuto che i beni sottoposti a provvedimento ablativo fossero il frutto delle sue plurime attività illecite. L’odierna operazione di servizio rientra nei prioritari compiti del corpo nel campo della polizia economico finanziaria volti a garantire il recupero di risorse economiche provento di attività illegali. È di tutta evidenza che nel momento in cui si richiedono sacrifici a tutti i cittadini, è ancor più incisiva l’azione della guardia di finanza diretta a sottrarre alla criminalità disponibilità economiche frutto di gravi attività delinquenziali quali il traffico di sostanze stupefacenti e l’usura, recuperando cosi’ ulteriori entrate per l’erario.

26 marzo 2012 0

Costa Concordia, recuperati i 5 corpi individuati giovedì

Di admin

Gli uomini dei nuclei subacquei del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dei Gos della Marina Militare, della Guardia Costiera e della Polizia di Stato, sotto il coordinamento del Soggetto Attuatore, l’Ammiraglio Ilarione Dell’Anna della Capitaneria di Porto, sono riusciti a recuperare tutti i cinque corpi individuati lo scorso 22 marzo. Alle immersioni, iniziate alle ore 11.20 di questa mattina, hanno partecipato complessivamente 34 subacquei (12 del Gos della Marina Militare, 10 della Capitaneria di Porto, 8 dei Vigili del fuoco, 4 della Polizia di Stato)  e 15 mezzi navali.   Con il recupero dei corpi effettuato oggi, restano ancora da ritrovare due dispersi del naufragio della Costa Concordia. Salgono, dunque, a trenta le vittime individuate e recuperate. Le squadre dei sommozzatori continueranno nei prossimi giorni le attività esplorative finalizzate all’individuazione di questi altri due dispersi. A tal fine verrà utilizzato anche un robot sottomarino “mini-Rov”.

Non risultano anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, né nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat.

26 marzo 2012 0

Bombardamenti ad Helmand in Afghanistan: Emergency chiede che i feriti abbiano accesso alle cure

Di admin

Da alcuni giorni le forze Nato stanno bombardando il villaggio di Mirbandao, nella provincia di Helmand, nel Sud dell’Afghanistan.

Nella provincia, Emergency ha un ospedale per feriti di guerra a Lashkar-gah e tre Posti di primo soccorso.

Né l’ospedale, né il Posto di Primo Soccorso di Grishk, il più vicino alla zona dei bombardamenti, hanno ricevuto feriti.

Il nostro staff è stato informato dalla popolazione locale che l’area è completamente circondata e posti di blocco militari impediscono l’allontanamento dei feriti dalla zona dei combattimenti.

Tutto ciò costituisce un’aperta violazione del Diritto Umanitario Internazionale oltre a rappresentare un’offesa alla nostra coscienza civile.

Emergency chiede pertanto che venga aperto con la massima urgenza un corridoio umanitario per garantire l’evacuazione dei civili e il trasferimento dei feriti.

26 marzo 2012 0

Padre e figlio trafugano capretti da una stalla, arrestato il genitore e denunciato il minore

Di admin

L’avvicinarsi del periodo Pasquale evidentemente richiama la tradizione del “capretto” ed è così che padre e figlio, lui 40enne ed il figlio 17enne, nel tardo pomeriggio di sabato approfittando della tranquillità prefestiva del week end, dopo aver praticato un taglio per aprirsi un varco di accesso nella recinzione di un allevamento della zona di Sesto Campano (IS), hanno asportato tre capretti che hanno subito chiuso in un’auto station wagon dileguandosi. L’atto predatorio veniva però constatato dal proprietario della stalla che allertava subito l’Arma del posto. L’immediata attivazione dei dispositivi di controllo del territorio posti in essere da quella Stazione, consentiva di intercettare e bloccare l’autovettura in quella località Cerreto con a bordo i due responsabili del furto e gli ovicaprini nel bagagliaio che così recuperati, sono stati restituiti all’allevatore derubato. Contestualmente i due autori del reato, originari e provenienti da un limitrofo centro della contermine provincia di Caserta, venivano accompagnati presso la caserma della locale Stazione Carabinieri, ove terminata la fase degli accertamenti urgenti, il 40enne veniva tratto in arresto per furto aggravato in concorso mentre il 17enne veniva deferito in stato di libertà per il medesimo reato alla competente Autorità Giudiziaria dei minori in Campobasso.

26 marzo 2012 0

Rissa tra cittadini Romeni, tre pregiudicati denunciati

Di admin

Ieri all’1.10 a Sezze in località Croce Moschitto, il Comandante della locale Stazione Carabinieri, unitamente ai carabinieri del Norm di Latina, (aliquota radiomobile) e della Stazione Carabinieri di Latina Scalo, in seguito alla richiesta della centrale operativa del locale Comando Provinciale, intervenivano presso un ristorante della zona ove era in atto una furiosa lite tra cittadini rumeni. I militari operanti, giunti sul posto, notavano che personale del 118, precedentemente intervenuto, stava prestando le prime cure mediche ad alcune persone coinvolte e, nella circostanza, oltre a verificare il danneggiamento di due autovetture, raccoglievano elementi utili all’identificazione degli autori dell’evento che, alle successive ore 01.45, venivano rintracciati presso un ‘abitazione di Sezze, in evidente stato di ebbrezza alcolica e con profondi segni di lesioni al volto ed al corpo. I tre Romeni, nullafacenti e pregiudicati, tutti successivamente denunciati all’A.G.,durante le operazioni di controllo, inveivano verso i militari operanti ed uno dei tre si scagliava con il capo contro una porta finestra, procurandosi ulteriori lesioni alla testa, per le quali veniva trasportato presso l’ospedale civile di Latina, mentre un altro riprendeva l’accaduto con il telefono cellulare incolpando, i militari di essersi impossessati di un telefono cellulare che, successivamente, veniva rinvenuto dallo stesso nella propria abitazione.

26 marzo 2012 0

Basket C Regionale: la Virtus Frusino vince a Civitavecchia (67-76), ora guida il girone B

Di redazionecassino1

Ora non ci sono più dubbi. Il Credito Artigiano Virtus Frusino chiuderà al primo posto la regular season del girone B del campionato di C Regionale. La vittoria con il punteggio di 67-76 ottenuta a Civitavecchia domenica sera, infatti, permette alla squadra di Antonio Efficace di conquistare la certezza matematica della prima posizione. A due giornate dalla fine, infatti, con quattro punti di vantaggio e con gli scontri diretti a favore dei confronti della seconda della classe San Paolo Ostiense, il primo posto è in cassaforte. Un primo posto che permetterà di difendere di fronte al pubblico del capoluogo il sogno di poter approdare in DNC.  Quella di domenica un’altra prova di grande forza per i frusinati, che sono riusciti ad espugnare un campo che fino a questo momento era ancora immacolato. La sfida, giocata di fronte al pubblico delle grandi occasioni, è stata avvincente, e ha visto di fronte due squadre che saranno protagoniste dei play off.  Gara equilibrata fin dalle prime battute, con la Virtus trascinata da Bjelic e Marco Fiorini che sembra poter avere il pallino del gioco, ma con Civitavecchia, spinta dal rientrante Patuzzi, che risponde colpo su colpo rimanendo attaccato nel punteggio per tutto il primo tempo concluso sul 35-37.  E’ nel terzo quarto che la sfida si anima, con gli ospiti che tentano di allungare, arrivando a condurre anche di dieci lunghezze. Civitavecchia però, dimostra di essere una squadra tosta, e spinta dal proprio pubblico si rifà sotto già all’inizio dell’ultimo quarto. I tirrenici hanno la forza di rientrare e di portarsi fino al -2 con il punteggio sul 65-67. E’ in questo momento, però, negli ultimi minuti di partita, che finisce la benzina ai padroni di casa. Con grande autorità la Virtus ne approfitta e chiude senza grossi problemi fino al 67-76 finale. Una prova di grande compattezza mentale per la Virtus, che come spesso accaduto quest’anno, anche contro Civitavecchia, ha saputo soffrire tra il terzo e quarto quarto, per poi portare la stoccata decisiva e dimostrare ancora una volta la sua superiorità.  A questo punto mancano dunque due giornate alla fine della stagione regolare, con la Virtus che dovrà affrontare nell’ordine la Petriana in casa e la Fortitudo Roma in trasferta. E’ innegabile che, nonostante il massimo impegno contro formazioni che stanno lottando per gli obiettivi play off e play out, Rocchi e compagni potranno avere la possibilità di rifiatare un pò dopo mesi di grande lavoro, in vista poi della fase caldissima dei play off.

Civitavecchia: Campogiani 11, Parroccini 4, Polozzi 12, Antista 2, Alfarano 4, Caccamo 2, Patuzzi 19, Mitrovic 10, Facchinei 3, Galli. Coach Tedeschi Credito Artigiano Virtus Frusino: Briglianti 10, Marini, Botticelli, Bjelic 20, Fiorini G. 11, Rocchi 8, Fiorini M. 19, Quaresima, Maiuri 8, La Marra. Coach: Efficace Parziali: 20-21, 35-37(15-16), 47-55(12-18), 67-76(20-21)