Ateneo e CUS organizzano, dal 18 al 26 maggio, i Campionati Nazionali Universitari

16 marzo 2012 0 Di redazionecassino1

Il Cus Cassino, in sinergia con l’Università del Lazio Meridionale, inizia a lavorare in vista dei Campionati Nazionali Universitari che si terranno in città dal 18 al 26 maggio del prossimo anno. Il presidente Carmine Calce, già  nel gran galà del Cus dello scorso 11 luglio aveva prospettato il grande evento. L’ufficialità è poi giunta lo scorso 25 gennaio in Abbazia dall’ingegner Mauro Nesciuti, nel corso della cerimonia di consegna delle pergamene di laurea ai dottori di Scienze Motorie e dunque alla presenza del rettore Ciro Attaianese e del presidente del Coni Gianni Petrucci. Quindi lo scorso 3 marzo, nel corso del consiglio federale del Cusi c’è stata la ratifica ufficiale. Dunque tra 14 mesi esatti la città sarà invasa da migliaia e migliaia di atleti e pertanto il Rettore Ciro Attaianese e il presidente del Centro Universitario Sportivo Carmine Calce iniziano a lavorare e proprio nei giorni scorsi si è costituito il comitato promotore e il comitato organizzatore dell’evento. «Per non ridursi alla solita affannosa corsa contro il tempo, nei giorni scorsi – dice il presidente del Cus Carmine Calce – presso la sala Consiglio del Rettorato abbiamo promosso una conferenza dei servizi dove sono stati discussi diversi aspetti, con particolare riguardo alle strutture sportive del territorio». Il Rettore ha infatti convocato tutti gli amministratori delle Istituzioni – Provincia di Frosinone e Latina, Regione Lazio e Comune di Cassino –  i sindaci dei comuni che saranno interessati dall’evento: Atina, Cervaro, Piedimonte, Sant’Elia, Gaeta e Formia; e Stefania Petriglia delegata di Confindustria-Frosinone. «Abbiamo chiesto a coloro che hanno le responsabilità dell’Istituzione un impegno per rendere gli impianti funzionali: alcuni casi richiedono infatti interventi e lavori di manutenzione». Il sindaco di Cassino, presente con l’assessore allo sport Danilo Grossi, ha promesso che entro il mese di settembre verranno svolti i lavori necessari presso la pista di atletica ed anche gli altri sindaci e amministratori hanno assunti impegni in tal senso. «Nella misura in cui alle promosse seguiranno i fatti concreti ritengo la risposta della riunione più che positiva. Siamo di fronte a un evento – ha commentato il Rettore – che porta in città oltre seimila persone. Un’occasione di promozione turistica che vale certamente di più di tanti progetti che ogni singolo Comune potrebbe mettere in campo da solo». Nel corso dell’assise l’onorevole Formisano si è impegnata per portare in città il ministro allo sport Piero Gnudi. Nel corso dei festeggiamenti di San Benedetto, il prossimo 21 marzo alle ore 14:30, il ministro sarà dunque all’Historiale e incontrerà il presidente del Cus Carmine Calce e il rettore Ciro Attaianese. Si discuterà di come progettare l’evento che prevede l’arrivo in città di 6 mila atleti di 52 atenei e 25 diverse attività sportive nella dieci giorni di olimpiadi.